Non chiudete i vostri occhi davanti alle abominazioni!

“L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo: ‘Dirai ai figliuoli d’Israele: Chiunque de’ figliuoli d’Israele o de’ forestieri che soggiornano in Israele darà de’ suoi figliuoli a Moloc, dovrà esser messo a morte; il popolo del paese lo lapiderà. E anch’io volgerò la mia faccia contro quell’uomo, e lo sterminerò di fra il suo popolo, perché avrà dato de’ suoi figliuoli a Moloc per contaminare il mio santuario e profanare il mio santo nome.E se il popolo del paese chiude gli occhi quando quell’uomo dà dei suoi figliuoli a Moloc, e non lo mette a morte, io volgerò la mia faccia contro quell’uomo e contro la sua famiglia, e sterminerò di fra il suo popolo lui con tutti quelli che si prostituiscono come lui, prostituendosi a Moloc.”(Lev 20:1-5)

In questo passaggio vediamo che il Signore volge la Sua faccia e stermina non solo quelli che praticano l’abominazione di offrire i propri figlioli a Moloc, ma anche quelli che chiudono i propri occhi e non mettono a morte quel tale come il Signore aveva comandato(Lev 20: 2b). Quindi colui che non toglie il malvagio di mezzo al popolo mettendolo a morte è colpevole quanto colui che ha compiuto l’abominazione, e pertanto è anche lui degno di morte. Il Signore voleva che tutto il popolo lapidasse e mettesse a morte coloro che compivano tali abominazioni. Continua a leggere