La caduta di Ganesh

E’ accaduto non molto tempo fa in India. Durante una processione un idolo gigante (Ganesh, che è uno dei tanti cosiddetti dèi che adorano gli Induisti) cade sulla folla che sta lì a rendergli il culto. Ecco il video che mostra quel drammatico evento.

Nessuno si illuda, gli idolatri non erediteranno il regno di Dio. L’ira di Dio è sopra di essi, e se non si ravvedono e credono nel Vangelo di Cristo quando muoiono scenderanno nelle fiamme dell’inferno.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Fonte: http://giacintobutindaro.org/

L’invocazione dei santi è dal diavolo

devoto-statua-pioLa Chiesa Cattolica Romana insegna che i Cristiani si devono rivolgere in preghiera ai santi che sono in cielo (nella lista dei santi stilata dalla Chiesa papista però ce ne sono tanti che non sono in cielo perché erano dei peccatori che poi sono stati canonizzati santi dai papi) perché essi intercedono per loro presso Dio, infatti il concilio di Trento ha decretato quanto segue: ‘Il santo sinodo comanda a tutti i vescovi e a quelli che hanno l’ufficio e l’incarico di insegnare, che (…) prima di tutto istruiscano diligentemente i fedeli sull’intercessione dei santi, sulla loro invocazione (….) insegnando che i santi, regnando con Cristo, offrono a Dio le loro orazioni per gli uomini; che è cosa buona ed utile invocarli supplichevolmente e ricorrere alle loro orazioni, alla loro potenza e al loro aiuto, per impetrare da Dio i benefici, per mezzo del suo figlio Gesù Cristo, nostro Signore…’ (Concilio di Trento, Sess. XXV). E questo è quello che fanno i preti infatti insegnano ai cattolici: ‘Preghiamoli di intercedere per noi’.

Questo è un insegnamento falso in quanto la Scrittura ci ordina di pregare Dio Padre, e lo dobbiamo fare questo nel nome di Gesù Cristo, ossia appoggiandoci sulla sua mediazione perché lui è il solo mediatore tra Dio e noi secondo che è scritto: “V’è un solo Dio ed anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo..” (1 Timoteo 2:5), e: “Quel che chiederete nel mio nome, lo farò” (Giovanni 14:13), ed anche: “In verità, in verità vi dico che quel che chiederete al Padre, Egli ve lo darà nel nome mio. Fino ad ora non avete chiesto nulla nel nome mio: chiedete e riceverete, affinché la vostra allegrezza sia completa” (Giovanni 16:23,24), ed ancora: “…affinché tutto quel che chiederete al Padre nel mio nome, Egli ve lo dia” (Giovanni 15:16). Quindi è contrario alla sana dottrina sia rivolgersi in preghiera ai santi che sono in cielo e sia pregare Dio appoggiandoci sulla loro mediazione. Continua a leggere

Gesù piange sangue, ma è un falso miracolo: Fra Gigino indagato. ‘Lo ha spruzzato lui’

fra_gigino

SALERNO – Frà Gigino è finito nei guai: secondo il sostituto procuratore Roberto Penna, il frate è l’artefice e il responsabile della finta lacrimazione di sangue umano, di una statuetta del Bambinello.

Ora Frà Gigino è indagato, e le accuse sono abbastanza pesanti: abuso della credulità popolare.

Tutto è accaduto nel santuario di Sant’Antonio e San Francesco a Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno, dove Gigino Petrone (Frà Gigino) ricopre la carica di rettore.

Il prossimo 3 marzo dovrà comparire in tribunale poichè pare proprio che il frate abbia manomesso la statuetta, da lui stesso comprata qualche tempo fa a Gerusalemme.

Secondo un’attenta analisi del magistrato, infatti, la fuoriuscita del sangue “non ha seguito il normale percorso legato alla forza gravitazionale”: secondo gli investigatori il sangue sarebbe stato spruzzato, magari tramite l’utilizzo di una siringa.

Fonte: http://leggo.it/

Come far lacrimare una statua della cosiddetta madonna

Documentario che smaschera i falsi ‘Messaggi dal Cielo’ della cosiddetta madonna

Continua a leggere

Giudizi di Dio sulle statue cosiddette sacre fatte dagli uomini

Ho unito diversi articoli scritti da Giacinto Butindaro sulle statue fatte dagli uomini, distrutte da calamità naturali. Ovviamente queste calamità naturali procedono da Dio, visto che Dio ha in abominio il culto delle statue. 

Io sono il SIGNORE; questo è il mio nome; io non darò la mia gloria a un altro, né la lode che mi spetta agli idoli. (Isaia 42:8)

Dio distrugge una statua di Maria tramite un vento impetuoso

Ecco quello che è avvenuto a Puerto Maldonado (Perù) alcuni mesi fa: un forte vento levatosi per ordine dell’Iddio vivente e vero ha abbattuto la statua della Vergine Maria che è caduta da un’altezza di alcune decine di metri, frantumandosi in tanti pezzi. Questo è il servizio giornalistico che documenta ciò

Alcune foto che mostrano cosa è accaduto

vergine-pedro-maldonado

Fonte: http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=790024 ; http://www.inforegion.pe/medio-ambiente/166862/vientos-huracanados-hacen-temblar-a-puerto-maldonado/

Ecco dunque un altro giudizio di Dio contro gli idoli della Chiesa Cattolica Romana. Continua a leggere

Dio colpisce con un fulmine una statua di Gesù posta su un edificio di culto cattolico

Anche le immagini e le sculture che rappresentano Gesù sono degli idoli in abominio a Dio. In questo servizio giornalistico viene detto che un fulmine ha colpito la statua di Gesù posta in capo ad un edificio di culto cattolico in Brasile, mozzandogli la testa. La Chiesa aveva un parafulmine, ma in questa occasione non ha funzionato. Adesso i cattolici romani vogliono fare una nuova testa per la statua.

Continua a leggere

Falsità e ipocrisia di un ‘papa’

francesco-idoliInteressante questo articolo di giornale che mostra per l’ennesima volta la falsità e l’ipocrisia di questo ‘papa’. Francesco esorta i giovani a dire “No agli idoli del denaro, del successo, del potere e del piacere”, e lui intanto dice ‘sì’ ad una statua della ‘Madonna’ che è un IDOLO IN ABOMINIO A DIO. Giudicate voi da persone intelligenti.

Giacinto Butindaro

Guardatevi dal predicatore Luis Palau e da quelli che lo invitano in Italia

palau-bergoglio

Il 14 e 15 Giugno – in base a vari annunci che cominciano a circolare nella rete – dovrebbe tenersi a Napoli il FestiNapoli organizzato da ‘Più che vincitori in Cristo’, un evento ‘straordinario’, così ci dicono, a cui è stato invitato il predicatore di origine argentina Luis Palau. Continua a leggere

Le false apparizioni di Maria

madonne opera satanica

Quando si parla di Maria e del culto che i Cattolici romani le rivolgono non si può non accennare a queste apparizioni di Maria di cui tanti di loro parlano. I Cattolici romani ci tengono particolarmente a queste apparizioni di Maria perché esse confermano le loro dottrine e particolarmente quella dell’intercessione di Maria. In altre parole queste visioni per loro costituiscono un sostegno per le loro false dottrine fra cui il loro culto a Maria. Per questa ragione dunque esse devono essere considerate delle imposture scaturite dalla mente carnale di coloro che dicono di averle avute. Qualcuno dirà: ma allora non credete alle visioni? Sì che crediamo nelle visioni, ma in quelle di Dio che confermano pienamente la verità proclamata dalla Scrittura e non in quelle inventate dai devoti di Maria per fare rimanere gli uomini nell’idolatria ed al servizio della superstizione e delle svariate eresie della chiesa romana. Difatti, se consideriamo bene il contenuto di queste apparizioni di Maria si giunge alla conclusione che esse servono a radicare nel cuore dei Cattolici il culto a Maria, e la loro vana fiducia in questa santa donna morta e sepolta da secoli, e a farli rimanere attaccati alle false dottrine della chiesa romana. Vediamo adesso di esaminare alcune di queste apparizioni di Maria al fine di dimostrare quanto sin qui detto.

Lourdes e Medjugorje

Secondo una giovane di nome Bernardetta, l’11 febbraio 1858 le apparve a Lourdes una donna vestita di bianco con un rosario tra le mani e pareva recitasse questa preghiera poiché si vedevano i grani scorrere a vicenda tra le sue dita. Ella non le disse nulla, si fece il segno della croce e scomparve. Seguirono altre apparizioni di questa donna. In una di queste, avvenuta il 25 Marzo di quello stesso anno questa figura le apparve sempre con un rosario e questa volta alla domanda della giovane che voleva sapere chi ella fosse questa figura le disse: ‘Io sono l’Immacolata concezione’. Ma come si possono credere tali apparizioni quando Maria si definì sulla terra “l’ancella del Signore” (Luca 1:38) e quando anche lei era nata col peccato originale e non immacolata, tanto che chiamò Dio “mio Salvatore” (Luca 1:47)? Come si possono accettare tali apparizioni quando farsi il segno della croce non è biblico e neppure tenere tra le mani il rosario? Come si può credere in una tale apparizione nel sentire che quella donna recitava il rosario? E per giunta a se stessa, dato che dicono che quella figura era Maria! Come potete vedere le parole attribuite a Maria da quella giovinetta, messe a confronto con la Scrittura, dimostrano di essere false. Ma poi, è assurdo che ella abbia detto: ‘Sono l’Immacolata concezione’, perché Immacolata concezione non é di per sé stesso neppure un nome ma un attributo, per giunta falso dato a Maria. Sarebbe come dire che un uomo appare a qualcuno e gli dice: ‘Io sono l’infallibilità del papa’! Che senso avrebbe la frase? Eppure ci sono milioni di persone che credono che a Lourdes Maria sia veramente apparsa a quella giovane e le abbia detto quelle cose. Risultato? Lourdes, come ben sapete, è diventato un luogo molto frequentato, dove le persone vanno a chiedere a Maria miracoli, guarigioni e ogni tipo di grazia. Tutto questo naturalmente per la gioia della curia romana che vede in Lourdes una conferma all’immacolata concezione di Maria e alla sua intercessione. Ecco invece quello che Maria avrebbe detto in alcune delle sue apparizioni a Medjugorje. Continua a leggere

Contro le processioni della Chiesa Romana

portatori-di-idoli-religiosi-durante-la-processioneLa dottrina dei teologi papisti

Le processioni sono delle suppliche fatte a lode di Dio. Nella liturgia cattolica la processione è una supplica solenne fatta in onore e lode di Dio o dei santi, in ringraziamento, in penitenza e in espiazione, specialmente in tempi di calamità. Esistono processioni ordinarie, che ricorrono ogni anno in alcune feste o in certi giorni (dei ceri, delle palme ecc.), e processioni straordinarie che vengono indette per circostanze particolari in occasione di una calamità o di un ringraziamento. La più solenne, fra tutte le processioni, è la processione eucaristica della festa del Corpus Domini (Corpo del Signore). Continua a leggere