Perché il Cristiano non è obbligato a pagare la decima – Predicazione di Giacinto Butindaro del 21 gennaio 2015

predicazione-pagamento-decima

[audio http://www.diretta.lanuovavia.org/c-245-decima.mp3]

Per scaricarla fai clic qua

Articoli correlati:

Alcuni paradossi degli evangelici modernisti

new_horizones_by_gnato-d4y6iymQui di seguito i tre paradossi evangelici più frequenti

1) Evangelizzare con lingue angeliche

Molti pentecostali, purtroppo, credono che chi riceve il dono delle lingue può parlare lingue angeliche o spirituali. Nello stesso tempo credono che le lingue sono date da Dio per evangelizzare. Ora mi chiedo, come si fa ad evangelizzare un perduto con la lingua angelica o spirituale? Come riuscirà a capire il messaggio in lingua «angelica»? C’è lo spieghino perché non riusciamo a capire questo paradosso.

2) Dio non manda malattie però ti maledice se non dai la decima al «pastore»

Molti evangelici, soprattutto, purtroppo, in ambito pentecostale, credono al precetto della decima. Il precetto della decima, nell’AT, serviva a sostenere i Leviti e la famiglia del sommo sacerdote. Dio diede questo comando PER i Leviti perché loro dovevano dedicarsi interamente a trasportare il tabernacolo ed a insegnare (questo i sacerdoti) la legge al popolo. Chi non dava la decima ai LEVITI, si a loro, veniva maledetto da Dio. Oggi giorno molti prendono questi precetti, che erano per i LEVITI, e se li rivolgono a se stessi. Ti esortano, in stile Vanna Marchi, a dargli la decima con minacce del tipo: «se non dai la decima Dio ti maledirà». Però, stranamente, dicono che Dio non ti castiga se ti comporti male perché siamo sotto la grazia e non sotto la Legge. Essendo che siamo sotto la grazia, Dio non castiga più nessuno, però ti maledice. Si decidano. Dio maledice o non maledice?

3) L’uomo non deve portare pantaloncini

Purtroppo molti, citando a sproposito le parole «Dio guarda al cuore», ti fanno capire che una donna può vestirsi come vuole. Anche con mini gonne (per non dire slip). Però se un uomo va al culto con i pantaloncini (questo avviene soprattutto in ambienti pentecostali) viene mal visto ed etichettato come ribelle. Perché la donna non viene mal vista? Io lo so il motivo. I cosiddetti «unti» prendono piacere nel guardare le gambe delle donne, ma le loro mogli non devono guardare le gambe degli altri uomini.

Conclusione

Questa è solo una piccola lista degli innumerevoli paradossi che esistono negli ambienti evangelici modernisti. Soprattutto in quelli che aderiscono al cosiddetto messaggio della prosperità e ai pentecostali filo carismatici.

Gian Michele Tinnirello

Dio non castiga gli uomini, ma maledice chi non dà la decima. La contraddizione dei servi di Mammona!

decima-predicatoriAvete notato che coloro che dicono che oggi Dio non castiga gli uomini con malattie o eventi funesti, sono gli stessi che dicono ai credenti ‘Se non date la decima Dio maledirà la vostra vita’?

Ma sbaglio o quando Dio maledice qualcuno lo castiga mandandogli addosso dei mali o degli eventi funesti? E difatti quando Dio sotto la legge promise che avrebbe mandato delle maledizioni contro coloro che non osservavano i Suoi comandamenti – tra cui quello della decima – disse quanto segue: “Ma se non ubbidisci alla voce dell’Eterno, del tuo Dio, se non hai cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti e tutte le sue leggi che oggi ti do, avverrà che tutte queste maledizioni verranno su te e si compiranno per te: Sarai maledetto nella città e sarai maledetto nella campagna. Maledetti saranno il tuo paniere e la tua madia. Maledetto sarà il frutto delle tue viscere, il frutto del tuo suolo; maledetti i parti delle tue vacche e delle tue pecore. Sarai maledetto al tuo entrare e maledetto al tuo uscire. L’Eterno manderà contro di te la maledizione, lo spavento e la minaccia in ogni cosa a cui metterai mano e che farai, finché tu sia distrutto e tu perisca rapidamente, a motivo della malvagità delle tue azioni per la quale m’avrai abbandonato. L’Eterno farà sì che la peste s’attaccherà a te, finch’essa t’abbia consumato nel paese nel quale stai per entrare per prenderne possesso. L’Eterno ti colpirà di consunzione, di febbre, d’infiammazione, d’arsura, d’aridità, di carbonchio e di ruggine, che ti perseguiteranno finché tu sia perito. Il tuo cielo sarà di rame sopra il tuo capo, e la terra sotto di te sarà di ferro. L’Eterno manderà sul tuo paese, invece di pioggia, sabbia e polvere, che cadranno su te dal cielo, finché tu sia distrutto. L’Eterno farà sì che sarai messo in rotta dinanzi ai tuoi nemici; uscirai contro a loro per una via e per sette vie fuggirai d’innanzi a loro, e nessuno dei regni della terra ti darà requie. I tuoi cadaveri saran pasto di tutti gli uccelli del cielo e delle bestie della terra, che nessuno scaccerà. L’Eterno ti colpirà con l’ulcera d’Egitto, con emorroidi, con la rogna e con la tigna, di cui non potrai guarire. L’Eterno ti colpirà di delirio, di cecità e di smarrimento di cuore; e andrai brancolando in pien mezzodì, come il cieco brancola nel buio; non prospererai nelle tue vie, sarai del continuo oppresso e spogliato, e non vi sarà alcuno che ti soccorra. Ti fidanzerai con una donna, e un altro si giacerà con lei; edificherai una casa, ma non vi abiterai; pianterai una vigna, e non ne godrai il frutto. Il tuo bue sarà ammazzato sotto i tuoi occhi, e tu non ne mangerai; il tuo asino sarà portato via in tua presenza, e non ti sarà reso; le tue pecore saranno date ai tuoi nemici, e non vi sarà chi ti soccorra. I tuoi figliuoli e le tue figliuole saran dati in balìa d’un altro popolo; i tuoi occhi lo vedranno e languiranno del continuo dal rimpianto di loro, e la tua mano sarà senza forza. Un popolo, che tu non avrai conosciuto, mangerà il frutto della tua terra e di tutta la tua fatica, e sarai del continuo oppresso e schiacciato. E sarai fuor di te per le cose che vedrai con gli occhi tuoi. L’Eterno ti colpirà sulle ginocchia e sulle cosce con un’ulcera maligna, della quale non potrai guarire; ti colpirà dalle piante de’ piedi alla sommità del capo. L’Eterno farà andare te e il tuo re che avrai costituito sopra di te, verso una nazione che né tu né i padri tuoi avrete conosciuta; e quivi servirai a dèi stranieri, al legno e alla pietra; e diverrai lo stupore, il proverbio e la favola di tutti i popoli fra i quali l’Eterno t’avrà condotto. Porterai molta semenza al campo e raccoglierai poco, perché la locusta la divorerà. Pianterai vigne, le coltiverai, ma non berrai vino né coglierai uva, perché il verme le roderà. Avrai degli ulivi in tutto il tuo territorio ma non t’ungerai d’olio, perché i tuoi ulivi perderanno il loro frutto. Genererai figliuoli e figliuole, ma non saranno tuoi, perché andranno in schiavitù. Tutti i tuoi alberi e il frutto del tuo suolo saran preda alla locusta. Lo straniero che sarà in mezzo a te salirà sempre più in alto al disopra di te, e tu scenderai sempre più in basso. Egli presterà a te, e tu non presterai a lui; egli sarà alla testa, e tu in coda. Tutte queste maledizioni verranno su te, ti perseguiteranno e ti raggiungeranno, finché tu sia distrutto, perché non avrai ubbidito alla voce dell’Eterno, del tuo Dio, osservando i comandamenti e le leggi ch’egli t’ha dato” (Deuteronomio 28:15-45). Continua a leggere

Non è giusto, sotto la grazia, ordinare o insegnare ai santi il pagamento della decima

tithingFratelli nel Signore, sapendo che molte Chiese Pentecostali insegnano la decima (tra le quali per esempio, le Chiese ADI, le Chiese Elim, le Chiese ‘la Parola della Grazia’, la Chiesa Apostolica in Italia), e che praticamente dicono che chi non dà la decima deruba Dio, vi propongo questo trattato confutatorio fatto dal fratello Giacinto Butindaro, che risale agli anni ’90.

Perchè Dio comandò agli Israeliti di dare la decima ai Leviti

Nella legge di Mosè è scritto: “Ogni decima della terra, sia delle raccolte del suolo sia dei frutti degli alberi, appartiene all’Eterno; è cosa consacrata all’Eterno…E ogni decima dell’armento o del gregge, il decimo capo di tutto ciò che passa sotto la verga del pastore, sarà consacrata all’Eterno” (Lev. 27:30,32); questo è il comandamento relativo alla decima che l’Eterno diede a Mosè per i figliuoli d’Israele sul Monte Sinai.

Vediamo ora la ragione per cui Dio ordinò agli Israeliti di dare le decime delle loro entrate ai Leviti, in altre parole vediamo a che cosa le decime dovevano servire sotto la legge.

Dio, dopo avere tratto dall’Egitto il popolo d’Israele comandò agli Israeliti di costruirgli un santuario. Questo santuario terreno fu costruito come Dio aveva ordinato, e furono costruiti anche gli arredi del culto che furono poi disposti per ordine dentro il santuario, e cioè il candeliere, la tavola della presentazione dei pani e l’altare dei profumi che furono collocati nel Luogo santo, e l’arca del patto con il suo propiziatorio che fu posta nel Luogo santissimo. Il Luogo santo era separato dal Luogo santissimo da un velo. Fuori, all’ingresso del tabernacolo, fu posto l’altare degli olocausti, e fra la tenda e questo altare fu posta la conca di rame con dell’acqua dentro che serviva ad Aaronne e ai suoi figliuoli a lavarsi le mani e i piedi quando entravano nella tenda o quando si accostavano all’altare.

Dio, scelse Aaronne e i suoi figliuoli per esercitare il sacerdozio nel suo cospetto infatti disse a Mosè: “E tu fà accostare a te, di tra i figliuoli d’Israele, Aaronne tuo fratello e i suoi figliuoli con lui perchè mi esercitino l’ufficio di sacerdoti” (Es. 28:1); Aaronne e i suoi figliuoli erano della tribù di Levi, e precisamente della famiglia patriarcale dei Kehathiti. Da Levi erano discesi Gherson, Kehath e Merari, e da questi erano discesi tutti i Leviti, ma mentre Aaronne e i suoi figli furono appartati per esercitare il sacerdozio, il resto dei Leviti furono appartati e dati ad Aaronne e ai suoi figliuoli affinchè si prendessero cura di tutti gli arredi del culto e di tutto ciò che concerneva il tabernacolo. Ciascuna famiglia dei Leviti aveva il suo specifico servizio da compiere secondo che è scritto: “E l’Eterno parlò a Mosè, dicendo: Fa avvicinare la tribù dei Leviti e ponila davanti al sacerdote Aaronne, affinchè sia al suo servizio. Essi avranno la cura di tutto ciò che è affidato a lui e a tutta la raunanza davanti alla tenda di convegno e faranno così il servizio del tabernacolo. Avranno cura di tutti gli utensili della tenda di convegno e di quanto è affidato ai figliuoli d’Israele e faranno così il servizio del tabernacolo” (Num. 3:5-7). Ora, siccome che Aaronne e i suoi figli come anche i Leviti dovevano del continuo esercitare l’ufficio datogli da Dio e non svolgevano un’attività lavorativa per il loro sostentamento, Dio provvide al loro sostentamento e a quello delle loro famiglie in questa maniera; ad Aaronne ed ai suoi figli diede una parte delle cose consacrate dai figliuoli d’Israele, ed ai Leviti il possesso delle decime che dava il popolo d’Israele. Vediamo da vicino questo diritto che avevano Aaronne e i suoi figli, e il resto dei Leviti. Continua a leggere

La busta della vergogna

busta-pentecoste-blogPubblico questa busta che viene distribuita in seno al Movimento ‘Nuova Pentecoste’ per dire solo questo: ‘Veramente vergognoso e scandaloso tutto questo’. Ecco quali sono le cose che scandalizzano le anime e sono loro d’intoppo! Non sono le nostre confutazioni delle eresie che vengono insegnate nelle Chiese, non sono le nostre esortazioni alla santificazione, non sono le nostre riprovazioni dei peccati commessi dalla Chiesa, ma sono queste cose che vengono fatte alla luce del sole. Soldi, soldi, soldi … che sete di soldi! Impressionante. L’immancabile decima (che però sotto la grazia non va insegnata perchè fa parte della legge di Mosè e andava pagata ai Leviti) al primo posto! E poi bisogna pure firmare. E pensare che Gesù ha detto: “Quando tu fai limosina, non sappia la tua sinistra quel che fa la destra, affinché la tua limosina si faccia in segreto; e il Padre tuo che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa” (Matteo 6:3-4)! Un metodo questo dunque escogitato dalla Nuova Pentecoste per impedire che i santi facciano le loro offerte in segreto. Continua a leggere

L’unzione con l’olio della terra santa che determina un anno di benedizioni!

Questo video è stato prodotto dalla Chiesa Universale del Regno di Dio in Italia (che però qui in Italia ha assunto il nome di ‘Comunità Cristiana dello Spirito Santo’), una denominazione pentecostale fondata in Brasile da Edir Macedo e che si sta diffondendo nel mondo.
Guardatevi da costoro, e non date retta alle loro ciance. Questa loro unzione con questo olio particolare non assicura proprio niente a nessuno. Continua a leggere

Striscia la notizia: «Falsi profeti, strani riti e guarigioni miracolose»

Guardate questo videoFalsi profeti, strani riti e guarigioni miracolose – Valerio Staffelli documenta l’operato di una strana istituzione. Lunedì 16 Gennaio 2012”

Fratelli nel Signore, guardatevi da coloro che promettono guarigioni e liberazioni del Signore DIETRO UN PAGAMENTO DI UNA CIFRA DI DENARO.

Ricordatevi che i veri ministri di Dio hanno ricevuto gratuitamente i benefici del Signore e gratuitamente devono dare, infatti sta scritto:
“Sanate gl’infermi, risuscitate i morti, mondate i lebbrosi, cacciate i demoni; gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date.” (Matteo 10:8)

Siate savi, fratelli, e non fatevi ingannare da queste GROSSOLANE IMPOSTURE, perché Iddio non compie guarigioni dietro compenso MONETARIO.

Se proprio volete offrire del denaro a Dio, datelo ai poveri che conoscete o che incontrate.

Guardatevi e fuggite da queste  persone che non servono assolutamente il Signore del cielo e della terra.

Continua a leggere

La Chiesa Pentecostale Brasiliana dell’inchiesta delle Iene ha finalmente un nome

Fratelli nel Signore, ricordate la Chiesa di cui si parlava in questo servizio delle Iene, di cui non veniva fatto il nome?

Ecco, ora essa ha un nome.

Si chiama Ministero Internazionale Della Restaurazione (MIR), sorta nel 2000 a Roma per opera di un certo Robert e sua moglie Beatriz che si fanno chiamare apostoli.

La Chiesa è Pentecostale e si riunisce in Via Gino Capponi 88 a Roma. E il loro sito Internet è http://www.mir12roma.it/

Guardate le foto che provano ciò. Continua a leggere

Spurgeon e la presentazione moderna del Vangelo

Articoli correlati:

Link esterni:

La scorrettezza di Stefano Bogliolo verso le Iene

In un articolo dal titolo ‘TV, Scorrettezza delle IENE nei confronti delle Chiese Evangeliche’, pubblicato da Stefano Bogliolo sul sito buonanotizia.org, articolo che commenta il servizio delle Iene su una Chiesa Pentecostale brasiliana qui in Italia che insegna che ogni credente DEVE DARE la decima del suo stipendio alla Chiesa, leggo tra le altre cose quanto segue: Continua a leggere