CORRADO SALMÈ HA BESTEMMIATO CONTRO DIO!

Ritiratevi immediatamente dal cantante Corrado Salmè, perché insegna che Yahweh, l’Iddio di Abrahamo, di Isacco e di Giacobbe, ovvero l’Iddio degli Ebrei, non è l’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo. In altre parole, egli insegna che Yahweh non è il solo vero Dio, che ha mandato Gesù Cristo nel mondo.

Ecco le sue diaboliche parole che ha scritto sulla sua pagina Facebook:
«Se Il Dio dell’Antico Testamento ha ordinato tali barbarie (in seno al Suo popolo e verso gli stranieri) e dopo qualche secolo, nel Nuovo Testamento, ha ordinato l’esatto contrario invitandoci ad amare i nostri nemici, allora è un Dio schizofrenico e degno di essere messo alla stregua di tutti gli altri dei pagani che avevano bisogno di essere soddisfatti solo mediante sangue e sacrifici. Se Dio non è come Gesù lo ha mostrato, cioè l’Abba Padre amorevole e misericordioso, allora non è Dio. Solo in Gesù noi troviamo la vera immagine di Dio. Tutte le altri immagini proposte (compresa quella di Mosè) non corrispondono a Dio. Dobbiamo avere il coraggio di dire e affermare certe cose, altrimenti saremo sempre schiavi di tradizioni, religioni e dogmi incomprensibili. Dio non è un Dio di morte. Lui non toglie la vita, Lui la dona.»

salme-eresia

 

Fonte: https://www.facebook.com/adoratore1970/posts/769669209827474

E’ una antica eresia di perdizione questa, già presente nei primi secoli dopo Cristo. Niente di cui meravigliarsi quindi. Ma vi scongiuro a non avere niente a che fare con questo eretico che è evidente ha rigettato il solo vero Dio, che si chiama Yahweh. Questo uomo mena le anime in perdizione. Io vi ho avvertiti. Salmè ha insultato il solo vero Dio, ha bestemmiato contro di Lui.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Fonte: http://giacintobutindaro.org/

Articoli correlati:

Francesco è nato di nuovo?

salme-papa-francesco

Chi afferma, come Corrado Salmè, che il cosiddetto papa, ossia il capo della Chiesa Cattolica Romana, è nato di nuovo, mostra in maniera evidente che non sa cos’è la nuova nascita.Perché quando uno nasce di nuovo diventa una nuova creatura, le cose vecchie sono passate, ecco sono diventate nuove (2 Corinzi 5:17). Per cui chi è nato di nuovo cammina in novità di vita. Se dunque prima di nascere di nuovo uno era un idolatra, quando nasce di nuovo smette di esserlo perché comincia ad adorare Dio in spirito e verità, e lo Spirito di Dio lo spingerà ad aborrire gli idoli e a distruggere tutti quelli che sono di sua proprietà, e smetterà di rendere il culto ai morti o ai dèi che prima serviva! Ma tutto ciò non si vede affatto in Francesco, perché lui ama gli idoli e prende piacere nell’idolatria, e infatti rende il culto a Maria e ai santi che sono in cielo.

E poi quando uno nasce di nuovo, essendo che diventa un figlio di Dio, ha la certezza della remissione dei propri peccati come anche la certezza di avere la vita eterna e quindi la certezza che quando si dipartirà dal corpo andrà ad abitare con il Signore nel Suo regno celeste, come ce l’avevano gli apostoli, certezze che Francesco non ha perché la dottrina della Chiesa Cattolica Romana rigetta queste certezze per il Cristiano e difatti Francesco non solo si confessa regolarmente, ma afferma anche che andrà in purgatorio infatti ha affermato: «A presto, se non ci vediamo più qui, ci troveremo in Purgatorio» (http://www.unionesarda.it/).

Spieghiamo brevemente ciò.

Uno che va a confessarsi non ha la certezza di avere la remissione dei suoi peccati e di essere giustificato da Dio, e difatti – secondo la teologia papista – quando morirà dovrà andare in purgatorio per purgarsi del residuo di colpa che rimane, mediante delle pene molto severe, prima di accedere al paradiso!!! Egli dunque non può essere nato di nuovo, perché coloro che sono nati di nuovo o nati da Dio, secondo quello che insegna la Parola, hanno la remissione dei peccati per il nome di Gesù Cristo e secondo le ricchezze della grazia di Dio (1 Giovanni 2:12; Efesini 1:7). Questa è la fiducia che essi hanno nel Signore. Noi che siamo nati da Dio abbiamo questa fiducia, che però la Chiesa Cattolica Romana definisce «fiducia vana e lontana da ogni vera pietà» (Concilio di Trento, Sess. VI, cap. IX).

Uno che afferma che quando morirà andrà in purgatorio non ha la certezza che quando morirà il Signore lo salverà nel suo regno celeste, mentre coloro che sono nati da Dio hanno lo Spirito di Dio che attesta con il loro spirito che sono figli di Dio, e quindi eredi di Dio e coeredi di Cristo (Romani 8:15-17), e che gli attesta che dove si trova il Signore là andranno pure loro quando si dipartiranno dal corpo (2 Corinzi 5:5-8; Filippesi 1:23), Spirito che gli attesta anche che il sangue di Gesù Cristo li purifica da ogni peccato (1 Giovanni 1:7) e quindi non c’è alcuna condanna per essi (Romani 8:1).

Francesco quindi non è nato di nuovo, ma è ancora morto nei suoi falli e nelle sue trasgressioni, essendo un figlio d’ira, e se non si ravvederà e convertirà dagli idoli e crederà nel Vangelo di Cristo, l’ira di Dio continuerà a restare sopra di lui e quando morirà se ne andrà certamente nel fuoco dell’Ades, dove si trovano di già i papi che lo hanno preceduto e che sono morti nei loro peccati tra cui c’era anche quello di idolatria.

Ma come si fa a dire che un idolatra, un nemico di Dio (basta solo considerare infatti che Francesco ritiene di essere il vicario di Cristo e il capo della Chiesa di Dio sulla terra per capire che egli è nemico di Dio), uno che insegna eresie di perdizione, come Francesco, che sta aiutando centinaia di milioni di anime ad andare perdizione, è nato di nuovo? Bisogna proprio essere tra coloro di cui la Scrittura dice: “Non sanno nulla, non capiscono nulla; hanno impiastrato loro gli occhi perché non veggano, e il cuore perché non comprendano” (Isaia 44:18), per affermarlo! E difatti, costoro non sanno discernere tra uno morto nei suoi peccati e uno vivificato con Cristo.

Guardatevi e ritiratevi da essi.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggi questo mio studio sulla nuova nascita e la confutazione della dottrina della salvezzainsegnata dalla Chiesa Cattolica Romana

Fonte: http://giacintobutindaro.org/

Corrado Salmè ai festeggiamenti in onore di «San Luigi Gonzaga»

salme-idolatriaMASSIMA ATTENZIONE, FRATELLI E SORELLE!!! Come potete vedere da questa locandina, Corrado Salmè parteciperà ai festeggiamenti in onore di «San Luigi Gonzaga» (vedi anche qua), quindi di uno dei tanti idoli della Chiesa Cattolica Romana. Egli dunque ha deciso di partecipare all’idolatria che è una delle opere infruttuose della Chiesa Cattolica Romana. Guardatevi e ritiratevi da lui.

Ascolta la mia predicazione ‘Perchè l’ecumenismo è una macchinazione del diavolo’

Continua a leggere

Ennesima ciancia di Corrado Salmé – Non chiedere a Dio di salvare le persone

Il titolo di questo video fatto da Salmè è chiaro ‘Non chiedere a Dio di salvare le persone’, ed il contenuto del video riflette esattamente il titolo del video. Ma ciò che dice Corrado Salmè è falso perchè l’apostolo Paolo pregava Dio per gli Ebrei increduli affinchè fossero salvati, secondo che dice ai santi di Roma: “Fratelli, il desiderio del mio cuore e la mia preghiera a Dio per loro è che siano salvati” (Romani 10:1), e quindi è ovvio che l’apostolo pregava anche per i Gentili increduli affinchè fossero salvati. Quindi rigettate questa menzogna di Salmè. Semmai nella Bibbia non esiste la pratica di legare il diavolo affinchè lasci andare quelli che sono suoi schiavi, proprio quella che Salmè promuove in questo video. Guardatevi dunque dal suo lievito malvagio, e ritiratevi da lui. Ecco la confutazione della pratica di legare l’uomo forte. Continua a leggere

Le ciance di Luca Adamo

adamo_luca

Luca Adamo, fondatore del ‘ministero Zoe’ e che ha il titolo di ‘pastore’, insegna delle false dottrine alla luce delle Sacre Scritture, ha un comportamento sconveniente ai santi e principalmente per coloro che si professano ministri dell’evangelo (buffonerie, parlare ripieno di battute, poca serietà, etc..), mente contro la verità, collabora con l’ecumenico Corrado Salmè ed è arrivato persino a manipolare un versetto delle Sacre Scritture.

Ecco di seguito le prove delle cose che dico:

Insegna l’eresia che DIO sotto la grazia non giudica, non castiga, non fa morire e non manda fulmini ma che è il diavolo a farlo.

Ecco gli Screenshot: Continua a leggere

Corrado Salmé e Cattolici Romani di nuovo insieme

Il 25 Aprile 2012 presso Adrano (Catania), Corrado Salmé insieme a suo padre Giuliano si recarono nel tempio di idoli chiamato ‘Chiesa di Santa Lucia’ dove fece alla fine una preghiera molto ambigua ed ecumenica.

Adesso parteciperà anche ad un Convegno organizzato dai Carismatici Cattolici Romani che si terrà a Fiuggi dal 19 al 21 Ottobre 2012.

Guardate meglio l’immagine ingrandita:

Fonte: http://www.iniziativadicomunione.it/fiuggi2012.pdf

Guardatevi e separatevi da Corrado Salmé perché è palesemente Ecumenico. Lui potrà anche dire che non è vero. Però i fatti dimostrano che fa comunella con i Cattolici Carismatici. Nessun Carismatico si sognerebbe di invitare un Evangelico che gli predica il Ravvedimento dalle opere morte esortandoli ad abbandonare l’idolatria. Continua a leggere

L’ecumenico Corrado Salmè prega e canta ad Adrano (Catania) con i suoi fratelli Cattolici Romani

Il 25 Aprile 2012 ad Adrano (Catania), nel tempio di idoli chiamato ‘Chiesa di Santa Lucia’, si è tenuta la giornata di Spiritualità e Preghiera di lode, a cui hanno partecipato oltre ai Cattolici Romani anche degli ‘Evangelici’ tra cui Corrado Salmè e suo padre Giuliano.

Le immagini che vedete in questo video (in particolare al minuto 40:46 vedrete e sentirete Salmè pregare pubblicamente) sono molto eloquenti: Corrado Salmè è ecumenico e promuove la cosiddetta unità dei Cristiani promosssa dalla Chiesa Cattolica Romana, che non è altro che una macchinazione satanica per fare ritornare i Protestanti nella Chiesa Cattolica Romana e metterli sotto lo scettro del cosiddetto ‘Vescovo di Roma’. Continua a leggere

Corrado Salmè attacca ingiustamente “Le Iene”, “Striscia la notizia” e insulta coloro che gli sono avversi

Eccovi la trascrizione di una parte delle parole dette da Corrado Salmè: «… Purtroppo quando succedono queste cose, nei nostri ambienti, purtroppo, molti si tirano fuori, .., invece di essere un sostegno, invece di pregare, invece di dire: “No, ma non è così,” … chi ha la potenza mediatica, di poter dire qualcosa, non lo fa. E questo è scandaloso per noi, è più scandaloso del fatto di chiedere 300,00 euro per una guarigione. La cosa più scandalosa è che la Chiesa sta in silenzio, quando queste cose succedono, e si limitano le persone a commentare qualcosa che è su facebook.Qualche IDIOTA che si fa passare per evangelico, che pubblica certi video andando a condannare, e non ho paura di chiamarlo IDIOTA, perché tale è, perché è italiano, non è un insulto …» Continua a leggere