Focus: Uno studio genetico dimostra che la Bibbia sbaglia. Sarà vero?

articolo focus caanan

Il 29 luglio Focus.it pubblica un articolo dal titolo: “Nessun massacro: il DNA dei canaaniti sopravvive ancora“, dove ripropone uno studio genetico fatto sul DNA dei libanesi moderni dai ricercatori del Wellcome Trust Sanger Institute (UK). Questi ricercatori hanno prelevato del DNA da 5 scheletri di Canaaniti, che vissero quasi 4 millenni fa a Sidon. Hanno scoperto che il 90 % del DNA dei libanesi moderni è simile a quello dell’antica popolazione. Questa prova, secondo quanto riporta Focus, dimostrerebbe ‘che il racconto biblico del loro sterminio è quantomeno esagerato’. Quindi, in poche parole, la Bibbia sbaglia. Il sito di apologetica cristiana, Answer in Genesis, smentisce questa accusa, dimostrandone i punti deboli. Continua a leggere

La Datazione Radiometrica: Confuta la Bibbia? di Mike Riddle

pianeta terraAffinché l’evoluzione ‘da particelle a persone’ possa essere anche in minima parte plausibile, la terra dovrebbe per forza avere miliardi di anni di età. Spesso chi fa domande sulla datazione col carbonio 14 (14C), pensa che questo sia un metodo di datazione radiometrica che può portarci indietro di milioni e miliardi di anni, mentre invece la datazione col carbonio 14 può fornire età di sole alcune migliaia di anni. Così chiunque dice che la datazione 14C ‘prova’ miliardi di anni, non capisce bene di cosa si tratta. E tanti si chiedono com’è possibile inserire milioni di anni nel racconto storico della Bibbia.

Per poter inserire milioni di anni nella Bibbia, si dovrebbero accettare età lunghissime per gli strati rocciosi che contengono fossili di animali che morirono violentemente, dolorosamente o di malattie—prima che comparisse un essere umano. Ma la Bibbia insegna che la morte ebbe origine dopo che Adamo ed Eva peccarono, ed è proprio tale la ragione per cui Gesù venne nel mondo (1 Corinzi 15,21-22).

I cristiani prendono seriamente le parole di Gesù Cristo, visto che Egli fu presente alla creazione. Egli disse, ‘Ma dall’inizio della creazione Dio li creò uomo e donna’ (Marco 10,6). Questo ha senso solamente se il tempo cominciò con la settimana della creazione migliaia di anni fa, ma non ha nessun senso se invece l’uomo apparse dopo miliardi di anni.

Esaminiamo prima la datazione col carbonio, poi gli altri metodi di datazione. Continua a leggere