Annuncio della morte di Torquato Pelaggi, massone, membro delle ADI

 

Apprendiamo della morte di Torquato Pelaggi, importante massone del Grande Oriente d’Italia, membro della Chiesa ADI di Vibo Valentia, e ne diamo l’annuncio anche noi, come ne ha dato l’annuncio anche la Massoneria.

Il locale di culto ADI di Vibo Valentia

Tutto ci serve per confermare che il Pelaggi era un membro della Massoneria. I funerali si sono svolti presso il locale di culto della Chiesa ADI di Vibo Valentia, che si trova in Via Pablo Neruda, di cui lui ne era stato l’architetto. Tempo addietro Giacinto Butindaro fece notare, tramite un articolo, che qualcuno su YouTube affermava che all’interno del locale di culto vi erano dei melograni affissi. Il melograno è usato come simbolo massinico, per info si legga qua:
http://www.massoneriascozzese.it/simbologia_e_mito/il_melograno.pdf
http://www.loggiagiordanobruno.com/20141021-il-melagrano-il-simbolo-e-il-simbolico.html

 

Fonte della notizia: Info Assemblee di Dio in Italia – ADI

Un massone membro della Chiesa ADI di Vibo Valentia

«TORQUATO PELAGGI figlio del pastore emerito di Vibo Valentia Giuseppe Pelaggi e membro aderente di detta chiesa, nato a Chiaravalle nel 1954 di professione architetto è massone. La prova viene dalla rivista “Erasmo”, il bollettino d’informazione del “Grande Oriente d’Italia” (GOI), Anno XI, Nr 3-4, del 15-28 Febbraio 2010, pp.14-15. Il quadro che si trova dietro il pulpito del locale di culto di Vibo Valentia porta la sua firma.» Questo è quello che leggo sulla pagina Facebook «Info Assemblee di Dio in Italia»

vibo-info Continua a leggere

Sul Convegno dedicato a Paolo Paschetto tenutosi a Torre Pellice

torre-pellice-paschettoDa una Chiesa massonizzata come quella Valdese non ci si può aspettare altro che abominazioni su abominazioni. Giudicate voi da persone intelligenti. Colgo l’occasione per avvertire tutti i santi a guardarsi anche da tutte quelle Chiese che si sono messe o alleate con la Chiesa Valdese-Metodista. Perchè anche loro odorano di Massoneria. Non illudetevi, la Massoneria sta usando la Chiesa Valdese per trascinare le altre Chiese Evangeliche a fare parte della religione unica mondiale che sta costruendo. Giacinto Butindaro
——————————-

Il Convegno su Paschetto e i valori della Repubblica a Torre Pellice. Il Gran Maestro Stefano Bisi: “Con i Valdesi un percorso comune per una legge sulla Libertà di coscienza”

L’Aula Sinodale della Casa Valdese di Torre Pellice a stento ha contenuto il pubblico delle grandi occasioni, almeno 250 persone di cui quasi la metà non massoni, per il convegno organizzato dal Grande Oriente d’Italia e dalla Fondazione Centro Culturale Valdese.
Alla presenza dei sindaci di Torre Pellice e Villar Pellice e altre autorità si è svolto il primo incontro ufficiale di due realtà minoritarie ma significative nell’impegno quotidiano per la costante ricerca del miglioramento della nostra società. Continua a leggere

Stefano Bisi, capo del GOI, conferma che Paolo Paschetto era massone

Il Grande Oriente d’Italia, la più grande ed importante obbedienza massonica italiana, conferma tramite il suo capo, ossia Stefano Bisi, gran maestro del Grande Oriente d’Italia, che Paolo Paschetto, l’autore dello stemma della Repubblica Italiana, era massone. Quello stesso Paolo Paschetto che è l’autore anche dello stemma delle Assemblee di Dio in Italia (ADI): «Lo stemma delle Assemblee di Dio in Italia (ADI), in base a quanto si legge sul libro Le radici del movimento pentecostale è opera di Paolo Paschetto (pittore battista, ma di famiglia valdese) e fu adottato durante l’Assemblea Generale del 1969: ‘… su proposta di Umberto N. Gorietti, venne adottato uno stemma proprio delle ADI, raffigurante una Bibbia aperta, innalzata al di sopra dei monti, con il motto ‘Tutto l’Evangelo’, per distinguerlo da quello usato dalle chiese strutturalmente legate alle ‘Assemblies of God’ in U.S.A. Tra l’altro il disegno interno dello stemma era opera del noto pittore evangelico Paolo Paschetto, il quale ne permise fraternamente l’uso, autore anche dello stemma ufficiale della Repubblica Italiana’ (David A. Womack – Francesco Toppi, Le radici del movimento pentecostale, ADI-Media, 1989, pag. 168-169). e che nel mio libro «La Massoneria Smascherata» (pubblicato su internet nel dicembre del 2012) ho dimostrato essere un massone.
Ascoltate da voi stessi Stefano Bisi in questa intervista di pochi giorni fa.

CHI HA ORECCHI DA UDIRE, ODA

Giacinto Butindaro

Per ulteriori info:

A titolo informativo

archive-gigliottiPochi giorni fa è stato pubblicato sul sito «Conspiracy Archive (Secret Societies, Cryptocracy and Deep Politics)», un lungo articolo dal titolo «Frank Gigliotti: Minister, Freemason, OSS and CIA» (Frank Gigliotti: Pastore, Massone, OSS e CIA), che è il frutto di due anni di ricerca dell’autore dell’articolo (https://forum.davidicke.com/showthread.php?t=301303).

Sono state riprese diverse informazioni ed anche foto presenti nel mio libro ‘La Massoneria smascherata’. Si parla anche dei pentecostali, delle Assemblee di Dio, del fatto che Gigliotti fece scrivere gli articoli della Costituzione Italiana che assicurano la libertà religiosa, e c’è anche la foto del 1948 dove il massone e agente della CIA Frank Gigliotti è con Umberto Gorietti il primo presidente delle Assemblee di Dio in Italia (ADI). Nell’articolo si parla anche di Licio Gelli (reclutato da Gigliotti) e di Andreotti, come anche della strage di Portella della Ginestra e di tanto altro. In questo articolo vengono fornite su Gigliotti anche informazioni che non trovate nel mio libro. Lo consiglio a tutti coloro che conoscono la lingua inglese.

Giacinto Butindaro

Fonte: http://giacintobutindaro.org/

Pastore delle ADI parla pubblicamente contro i massoni

Il 28 giugno 2015 Cataldo Petrone, pastore di una Chiesa delle Assemblee di Dio in Italia (ADI), durante una predicazione sul canale televisivo «Parole di vita» ha parlato contro i massoni.

Ecco le sue parole:

«Ci sono gli arabi e sono i nemici dei Cristiani, senza che gli abbiamo fatto niente, e dietro quelle persone c’è un potere occulto, diabolico e satanico, che avanzerà se noi non andiamo al Signore. Voi sapete che il potere finanziario è nelle mani dell’occultismo? Quando voi sentite dire: ‘i massoni’, che cosa vuol dire? Che sono quelli che hanno tutto questo potere. Sono delle persone che hanno fatto dei patti satanici, che hanno venduto le loro anime e che cercano di distruggere e di ammazzare più che possono, e sono coloro che hanno in mano il sistema finanziario e le uniche fabbriche che funzionano bene sono quelle delle armi per distruggere. E quelli che sono guidati dal demonio, fanno proprio questo: continuano ad alimentare questa sostanza, per distruggere, perché il diavolo è venuto per distruggere, e questi sono i poteri che vanno avanti».

Osserviamo quanto segue in merito a quanto detto dal Petrone.

1 – Nelle ADI c’è chi pubblicamente definisce i massoni come persone che hanno fatto dei patti satanici, il che è vero.

2 – Nelle ADI qualcuno comincia a dirlo pubblicamente, da un pulpito, cosa che fino ad ora per quello che ci risulta non era mai accaduto. E questo ci fa piacere. Al Petrone però voglio dire che i massoni hanno in mano anche il potere ‘religioso’, in quanto controllano e dirigono le denominazioni evangeliche a livello mondiale. E difatti l’ecumenismo, a cui lo stesso Petrone ha aderito, è procacciato da Chiese che sono controllate e dirette dalla Massoneria, e questo perché l’ecumenismo è nato nelle logge massoniche. Quindi il Petrone dovrebbe, per coerenza, smettere di fare quello che nelle ADI chiamano‘ecumenismo etico’, perché anche dietro l’ecumenismo ci sono queste persone che hanno fatto dei patti satanici, ossia i massoni. Come anche dovrebbe uscire e separarsi dalle ADI, che come ho dimostrato sostengono i principi della Massoneria che sono «libertà, fratellanza e uguaglianza», che sono principi diabolici.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro