Mea maxima culpa: silenzio nella casa di Dio

mea maxima culpaIL FILM: diretto dal Premio Oscar Alex Gibney, il film documenta alcuni dei più scioccanti casi di pedofilia che hanno coinvolto la Chiesa cattolica negli ultimi anni, partendo dalla testimonianza di quattro uomini sordi che, negli Stati Uniti, furono vittime degli abusi del direttore della loro scuola, padre Lawrence Murphy, e che solo da adulti hanno trovato la forza di denunciare l’accaduto. L’indagine su Murphy, accusato di abusi su oltre duecento studenti, ha portato alla luce le responsabilità del Vaticano, fino a coinvolgere la Curia Romana e lo stesso Benedetto XVI. Intrecciando i “fatti di Milwaukee” con analoghi episodi accaduti in Irlanda e in Italia, le interviste e i documenti inediti raccolti nel film compongono una sconvolgente requisitoria contro l’omertà nella Chiesa cattolica. IL LIBRO: Libera nos a malo a cura di Emilia Bandel. Materiali e approfondimenti su Mea Maxima Culpa con un’intervista al regista e produttore Alex Gibney. Chiesa e pedofilia: una ricostruzione degli anni recenti di Marco Politi. Una riflessione sul rapporto tra abusi sessuali e clericalismo del reverendo Thomas P. Doyle. Una storia italiana: il caso Provolo. (http://www.lafeltrinelli.it/)

Articoli correlati:

Crimini sessuali nella Chiesa Cattolica Romana

Propongo il famoso documentario inglese completamente doppiato in italiano, per non dimenticare l’omertà della Chiesa Cattolica che nonostante sapeva di questi casi di pedofilia, ha fatto finta di niente. Lasciano tranquillamente agire i preti pedofili sui bambini.

La Chiesa Romana nel corso degli anni ha registrato un gran numero di casi di pedofilia, intorno a 4000.

La malattia spirituale della pseudo Chiesa Cristiana è manifesta da molti secoli. Quanto male ha fatto al genere umano. Prima con le persecuzioni e gli assassini, dopo con le indulgenze e con la cosiddetta santa inquisizione. Inoltre ha introdotto nei secoli delle dottrine che contrastano La Sacra Bibbia. Con quale coraggio si definisco la vera chiesa. Solo un cieco o un mercenario può dare tale definizione.

Video caricati su YouTube

Parte 1 Parte 2 Parte 3 Parte 4

Articoli correlati:

Pedofilia: «card. Levada, 4.000 casi denunciati a Vaticano in 10 anni». Considerazioni

(ASCA) – Roma, 6 feb. 2012 – ”Nel corso dell’ultimo decennio sono arrivati all’attenzione della Congregazione per la Dottrina della Fede oltre 4.000 casi di abusi sessuali compiuti da ecclesiastici su minori”. A fornire i dati e’ stato oggi pomeriggio il card. Joseph William Levada, prefetto della Congregazione della dottrina della fede, aprendo il simposio internazionale all’Universita’ Gregoriana sugli abusi sessuali su minori nella Chiesa riservato a vescovi e superiori religiosi.

Per il porporato, i casi di abusi sessuali su minori ”hanno rivelato, da un lato, l’inadeguatezza di una risposta esclusivamente canonica (o di diritto canonico) a questa tragedia e, dall’altro, la necessita’ di una risposta piu’ complessa”. Levada ha anche ribadito che ”la collaborazione della Chiesa con le autorita’ civili in questi casi riconosce la verita’ fondamentale che l’abuso sessuale di minori non e’ solo un crimine in diritto canonico, ma e’ anche un crimine che viola le leggi penali nella maggior parte delle giurisdizioni civili”. Esiste un ”obbligo per la Chiesa di ascoltare e comprendere la gravita’ di quanto le vittime hanno sofferto”, ha aggiunto.  Continua a leggere