Evan Roberts e il risveglio del Galles nel 1904

I semi dei risvegli vengono sempre nutriti nei cuori degli umili. E fu così che avvenne col grande Risveglio del Galles del 1904. Fu in un giovane minatore di nome Evan Roberts che Dio impartì una visione ardente per un risveglio spirituale. E. Roberts non possedeva i doni di un grande intelletto o di un linguaggio eloquente, ma semplicemente una passione ardente per Gesù. Mentre altri giovani navigavano su barche a vela nella baia, il giovane Roberts partecipava fedelmente a incontri di preghiera.

Sebbene avesse solo 26 anni, Evan Roberts non aveva tempo per intrattenimenti e piaceri giovanili. «Giorno e notte, senza sosta, egli pregava, piangeva e sospirava per un grande risveglio spirituale…» Roberts scrive: «Per dieci o undici anni pregai per un risveglio. Potevo stare alzato tutta la notte per leggere o parlare di risvegli». Alla fine la proprietaria del suo alloggio lo buttò fuori, pensando che nel suo entusiasmo egli fosse posseduto, o alquanto pazzo. «Egli spendeva ore pregando e predicando nella sua camera finché la signora iniziò ad aver paura di lui e gli chiese di andarsene». Continua a leggere

Contro il male fatto ai bambini

Vorrei vedere le facce dei neo gnostici davanti a tali turpitudini! Se fosse tua figlia, cosa penseresti? Continueresti a dire che Dio è incapace di castigare gli uomini malvagi? Come dicono i massoni?

‘La Massoneria insegna che Dio è infinitamente buono … Noi abbiamo fede nell’Infinito: fede nell’Infinito Amore di Dio; ed è questa fede che deve salvarci. Nessuna dispensazione della Provvidenza di Dio, nessuna sofferenza o privazione è un messaggero di ira: nessuna delle sue circostanze sono indicazioni dell’Ira di Dio. Egli è incapace di rabbia … Gli uomini cattivi non muoiono perché Dio li odia. Essi muoiono perché la cosa migliore per loro è che essi debbano morire; e, per quanto cattivi essi sono, è meglio per loro essere nelle mani del Dio infinitamente buono, che in qualsiasi altro luogo’ (Albert Pike, Morals and Dogma, pag. 718 – 28° Cavaliere del Sole o Principe adepto – http://lanuovavia.org/…/54ed2693(massoneria_smascherata)-26…).

Sappi che «l’ira di Dio si rivela dal cielo contro ogni empietà e ingiustizia degli uomini che soffocano la verità con l’ingiustizia». (Romani 1:18) Continua a leggere

Possiamo praticare la “Guerra Santa”?

dore_joshua_sun

Joshua Commanding the Sun to Stand Still by Gustave Dore

Nel libro di Giosuè vengono narrate le guerre tra Israele e le popolazioni di Canaan. Tali guerre di conquista, da parte del popolo eletto, furono ordinate da Dio. I Cristiani come dovrebbero interpretare questi passaggi della Scrittura? La Bibbia ci incoraggia a praticare la cosiddetta “guerra santa”? Continua a leggere

Enza Tomaselli viene guarita da Dio durante il battesimo in acqua

foto-enza-battesimoEnza Tomaselli, che era chiamata «Enza la sorella cieca», è stata guarita durante il battesimo in acqua che ha ricevuto sulla spiaggia di Catania il 14 maggio 2017 organizzato dalla Chiesa ADI di Catania che si raduna in Via Susanna, di cui è pastore Paolo Lombardo, membro del Consiglio Generale delle ADI (Assemblee di Dio in Italia).
I fratelli che l’hanno battezzata si chiamano Carmelo Isaia (quello anziano alla sinistra di Enza) e Mario Biangiardi (quello giovane alla sua destra), che non sono pastori in quanto in seno alla Chiesa ADI sono conosciuti come collaboratori. Continua a leggere

E’ vero che ciascuno di noi ha almeno un angelo che lo protegge?

Sì, è vero infatti è scritto che “gli angeli del Signore sono accampati intorno a quelli che lo temono, e li liberano” (Sal. 34:7). I primi discepoli del Signore credevano che ogni credente fosse protetto da degli angeli di Dio infatti quando certi credenti non credettero che fuori dalla porta della casa dove essi erano radunati (a pregare per Pietro che era stato messo in prigione ma che nel mentre – a loro insaputa – era stato liberato da un angelo del Signore) ci fosse Pietro dissero alla serva Rode “E’ il suo angelo” (Atti 12:15).

Gesù parlando dei piccoli fanciulli ebbe a parlare dei “loro angeli” (Matt. 18:10) che in cielo vedono del continuo la faccia del Padre suo. Continua a leggere