Le A.D.I. hanno ‘tolto’ il fuoco dall’inferno

Le A.D.I. (Assemblee di Dio in Italia) insegnano che quando la Scrittura parla di fuoco sia in riferimento all’Ades che alla Geenna il termine fuoco non va inteso letteralmente ma metaforicamente.

Ecco cosa Francesco Toppi, ex-presidente delle A.D.I., ha scritto nel suo libro A Domanda Risponde: ‘La concezione di un inferno o di un fantastico ‘purgatorio’ con vere fiamme di fuoco, immagini tanto care alle descrizioni medievali, è un’idea sfruttata da predicatori astuti ma poco seri che, ormai, riesce a terrorizzare soltanto qualche pia vecchietta, la quale si vede già ardere per l’eternità’ (Francesco Toppi, A Domanda Risponde, Volume 1, pagina 231, ADI-MEDIA, seconda edizione, Roma 2004). Lo stesso ha affermato durante il programma ‘Dai nostri culti’ trasmesso da RadioEvangelo qui a Roma, durante una predicazione che verteva sulla vita dopo la morte, che quando Gesù parlò della fiamma che tormentava l’anima del ricco nell’Ades, non intese riferirsi ad un fuoco letterale ma usò un linguaggio metaforico! E che nelle ADI non sia cosa rara sentire parlare così in riferimento al fuoco dell’inferno me lo ha confermato un fratello che parlando con un aspirante pastore delle ADI si è sentito rispondere: ‘Ma fratello, non penserai mica che quello sia veramente fuoco?!’

Tutto ciò è falso perché contrasta in maniera evidente la Parola di Dio. Continua a leggere

Il proponimento dell’elezione di Dio

Dio fa misericordia a chi vuole e indura chi vuole

L’apostolo Paolo dice ai Romani: “Perché quelli che Egli ha preconosciuti, li ha pure predestinati ad esser conformi all’immagine del suo Figliuolo, ond’egli sia il primogenito fra molti fratelli; e quelli che ha predestinati, li ha pure chiamati; e quelli che ha chiamati, li ha pure giustificati; e quelli che ha giustificati, li ha pure glorificati” (Rom. 8:29-30).

Ora, secondo l’apostolo solo quelli che Dio ha preconosciuti sono stati predestinati ad ottenere la giustificazione. Ma che significa che Dio ha preconosciuto e predestinato alcuni ad essere giustificati? Continua a leggere

A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio

A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio – Prima parte

A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio – Seconda parte

A cosa porta il rigetto del proponimento dell’elezione di Dio – Terza parte

Introduzione

Fratelli, voglio che sappiate che il rigetto della dottrina dell’elezione, essendo questa dottrina biblica, ha delle conseguenze nefaste o negative sulla vita del credente, e non può essere altrimenti perchè ogni qual volta si rigetta una dottrina della Bibbia ci sono dei risvolti nefasti.
Ed è proprio di queste conseguenze che voglio parlarvi affinchè riconosciate quanto sia grave e pericoloso rigettare questa così importante dottrina biblica.
Le cose che leggerete sono le conclusioni a cui sono arrivato dopo tanti anni, dopo avere parlato con credenti che rigettano il proponimento dell’elezione di Dio, letto o ascoltato tanti discorsi di pastori e predicatori che rigettano l’elezione, e considerato la loro condotta e il loro modo di evangelizzare. Continua a leggere

Gli eletti, ossia i vasi di misericordia innanzi preparati per la gloria

Parliamo prima di coloro che si sono ravveduti ed hanno creduto nel Vangelo ottenendo la remissione dei loro peccati, cioè degli eletti di Dio. Dopo avere vissuto degli anni al servizio dell’iniquità arrivò il giorno in cui dopo avere sentito (per la prima volta o per l’ennesima volta come nel mio caso per esempio) parlare di Gesù Cristo e del suo sacrificio si sono ravveduti ed hanno creduto in Lui ottenendo il perdono dei loro peccati, ed entrando così a fare parte della famiglia di Dio. In altre parole essi hanno ottenuto la salvezza preannunciata dai profeti e annunciataci da Cristo Gesù nella pienezza dei tempi.

Ora, domandiamoci: ‘E’ stata questa loro decisione una decisione in cui Dio non ha interferito per niente, vale a dire una loro decisione semplicemente antiveduta o preconosciuta da Dio ma non da lui fissata avanti i secoli, come dicono le ADI?’ In altre parole Dio sapeva solo che essi avrebbero creduto perché Egli è onnisciente ma niente di più, o Dio oltre a sapere innanzi che essi avrebbero creduto aveva decretato che essi credessero e perciò ha operato in tale maniera che al tempo da Lui stabilito quella decisione quegli uomini l’hanno dovuta prendere senza sapere nulla di questo suo disegno benevolo formato nei loro

confronti?’ Ecco come risponde la Scrittura a questa domanda: “Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo proponimento. Continua a leggere

100 Passi Biblici sulla predestinazione

001) “Ma Dio disse ad Abrahamo: “Questo non ti dispiaccia, a motivo del fanciullo della tua serva; acconsenti a tutto quello che Sara ti dirà; poiché da Isacco uscirà la progenie che porterà il tuo nome. Ma anche del figliuolo di questa serva io farò una nazione, perché e tua progenie”.” (Genesi 21:12,13)

002) “E l´Eterno disse a Mosè: “Quando sarai tornato in Egitto, avrai cura di fare dinanzi a Faraone tutti i prodigi che t´ho dato potere di compiere; ma io gl´indurerò il cuore, ed egli non lascerà partire il popolo.” (Esodo 4:21)

003) Ma no; io t´ho lasciato sussistere per questo: per mostrarti la mia potenza, e perché il mio nome sia divulgato per tutta la terra.” (Esodo 9:16) Continua a leggere

Io muoio a mezzanotte

La testimonianza di Ernest Gaither Jr., condannato a morte in America per omicidio ma perdonato dai suoi peccati e salvato dalla perdizione eterna mediante la fede nel Signore Gesù poco tempo prima di essere giustiziato per i suoi crimini

Quando voi leggerete questo, io sarò morto. Ma non vi spaventate di ricevere notizie da un uomo morto. Perché adesso che io comincio questa storia sono molto vivo.

E’ il 9 settembre 1947, un martedì. Giovedì a Mezzanotte è previsto che io muoia perché colpevole di omicidio. Continua a leggere