Annuncio della morte di Torquato Pelaggi, massone, membro delle ADI

Apprendiamo della morte di Torquato Pelaggi, importante massone del Grande Oriente d’Italia, membro della Chiesa ADI di Vibo Valentia, e ne diamo l’annuncio anche noi, come ne ha dato l’annuncio anche la Massoneria.

Il locale di culto ADI di Vibo Valentia

Tutto ci serve per confermare che il Pelaggi era un membro della Massoneria. I funerali si sono svolti presso il locale di culto della Chiesa ADI di Vibo Valentia, che si trova in Via Pablo Neruda, di cui lui ne era stato l’architetto. Tempo addietro Giacinto Butindaro fece notare, tramite un articolo, che qualcuno su YouTube affermava che all’interno del locale di culto vi erano dei melograni affissi. Il melograno è usato come simbolo massinico, per info si legga qua:
http://www.massoneriascozzese.it/simbologia_e_mito/il_melograno.pdf
http://www.loggiagiordanobruno.com/20141021-il-melagrano-il-simbolo-e-il-simbolico.html

 

Fonte della notizia: Info Assemblee di Dio in Italia – ADI

Un massone membro della Chiesa ADI di Vibo Valentia

«TORQUATO PELAGGI figlio del pastore emerito di Vibo Valentia Giuseppe Pelaggi e membro aderente di detta chiesa, nato a Chiaravalle nel 1954 di professione architetto è massone. La prova viene dalla rivista “Erasmo”, il bollettino d’informazione del “Grande Oriente d’Italia” (GOI), Anno XI, Nr 3-4, del 15-28 Febbraio 2010, pp.14-15. Il quadro che si trova dietro il pulpito del locale di culto di Vibo Valentia porta la sua firma.» Questo è quello che leggo sulla pagina Facebook «Info Assemblee di Dio in Italia»

vibo-info Continua a leggere

La sconvolgente testimonianza dell’ex massone John Salza

John Salza, un avvocato americano cattolico, ex massone del 32° (che era un grande esperto di massoneria tanto che insegnava i rituali massonici ai massoni), racconta come è entrato nella Massoneria, le sue esperienze nella Massoneria, e come dopo alcuni anni ne è uscito.

Ex massone afferma che la Massoneria è «una macchina da guerra contro il Cristianesimo in particolare»

blet-macchina

Il pianista francese Stéphane Blet (cattolico) racconta che un giorno fu avvicinato da qualcuno che gli propose di entrare nella Massoneria e lui si mostrò interessato anche perché attirato dall’adogmatismo e dalla simbologia massonica perché era appassionato di simboli. Fu prima sottoposto a delle domande, e soddisfatti dalle sue risposte i massoni lo accettarono. Si sottopose quindi al rituale di iniziazione. Ma lui dice che la Massoneria nella pratica si mostra in maniera diversa da come si presenta. Infatti egli dice che quando uno entra nella Massoneria gli viene fatto credere che la Massoneria rispetta le credenze degli altri, ma non è affatto così perché la Massoneria è – parole sue – «una macchina da guerra contro il Cristianesimo in particolare». (6; cfr. 13). Lui dice anche che ha scoperto che la Massoneria è una lobby sionista e che dopo che ne è uscito gli ha creato problemi e impedimenti nel suo lavoro (11). Diventato un maestro massone (terzo grado) ha cominciato a viaggiare, visitando altre logge o altre obbedienze massoniche e lì è rimasto scioccato nel constatare come la Massoneria lavora per condizionare e influenzare la politica (28-29), e che al disopra della Massoneria francese c’è la potente Massoneria ebraica del B’nai B’rith (66-69). Ha visto quindi che certi soggetti erano intoccabili, ed altri invece da attaccare pesantemente (41). Cosa questa che ha avuto un ruolo fondamentale nel fargli decidere di abbandonare la Massoneria (ha scritto una lettera in cui ha dichiarato ai massoni di non volere avere niente più a che fare con la Massoneria), perché non si aspettava di trovare che la Massoneria fosse agli ordini del B’nai B’rith! Egli afferma poi che secondo la Massoneria l’Iddio dell’Antico Testamento (Adonai) deve essere distrutto, e che il vero Dio è Lucifero (63) e quindi Satana.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Sul Convegno dedicato a Paolo Paschetto tenutosi a Torre Pellice

torre-pellice-paschettoDa una Chiesa massonizzata come quella Valdese non ci si può aspettare altro che abominazioni su abominazioni. Giudicate voi da persone intelligenti. Colgo l’occasione per avvertire tutti i santi a guardarsi anche da tutte quelle Chiese che si sono messe o alleate con la Chiesa Valdese-Metodista. Perchè anche loro odorano di Massoneria. Non illudetevi, la Massoneria sta usando la Chiesa Valdese per trascinare le altre Chiese Evangeliche a fare parte della religione unica mondiale che sta costruendo. Giacinto Butindaro
——————————-

Il Convegno su Paschetto e i valori della Repubblica a Torre Pellice. Il Gran Maestro Stefano Bisi: “Con i Valdesi un percorso comune per una legge sulla Libertà di coscienza”

L’Aula Sinodale della Casa Valdese di Torre Pellice a stento ha contenuto il pubblico delle grandi occasioni, almeno 250 persone di cui quasi la metà non massoni, per il convegno organizzato dal Grande Oriente d’Italia e dalla Fondazione Centro Culturale Valdese.
Alla presenza dei sindaci di Torre Pellice e Villar Pellice e altre autorità si è svolto il primo incontro ufficiale di due realtà minoritarie ma significative nell’impegno quotidiano per la costante ricerca del miglioramento della nostra società. Continua a leggere

Contro i capi di Sodoma e il popolo di Gomorra!

contro-sodomaIl mondo dà del transessuale a Gesù? Del tutto normale! C’è la libertà di parola. Ci dice il mondo. Ma se noi diciamo che gli omosessuali e i fornicatori sono dei peccatori, e che stanno andando all’inferno, e che per scampare all’inferno devono ravvedersi e credere in Cristo, siamo accusati dal mondo di essere omofobi e di non rispettare le persone, di odiarle, e così via. Ma d’altronde, il mondo giace tutto quanto nel maligno, e non ti puoi aspettare che ami la verità. E quindi è del tutto normale che il mondo ci odi a motivo della Parola di Dio. Noi la proclamiamo con ogni franchezza, e sappiamo che questo mondo è un mondo di tenebre che odia la luce! Il mondo ci vede come una minaccia, come un pericolo, per l’umanità! Noi siamo quelli che fomentiamo l’odio verso gli uomini, che non hanno amore e rispetto per il prossimo, perché diciamo agli uomini che non sono liberi di peccare in quanto Dio comanda loro di ravvedersi e convertirsi dai loro peccati, per ottenere da Lui misericordia! Ma questo è quello che aspetta tutti coloro servono Dio in mezzo a questa generazione adultera e peccatrice. Ma oggi il mondo non ha invece nulla da temere da parte di tante sedicenti Chiese Evangeliche, perché esse hanno smesso da tempo di testimoniare del mondo che le sue opere sono malvagie, e di esortare gli uomini a ravvedersi e a convertirsi dai loro peccati. L’omosessualità e la fornicazione per queste Chiese? «Libere espressioni di stili di vita»! Già, certo, libertà sessuale per tutti! La Massoneria ha ordinato alle Chiese di promuovere la libertà dell’uomo nel mondo, … la libertà di peccare, naturalmente! Perché la Massoneria odia Dio e la sua legge, e quindi tiene in grande considerazione la libertà di violare i comandamenti di Dio e onora coloro che la promuovono! E queste Chiese hanno ubbidito, perché per queste Chiese bisogna ubbidire agli uomini anziché a Dio! Se gli uomini sono potenti e famosi, pronti a fargli avere favori di ogni genere, vale proprio la pena! E poi, chi glielo fa fare di attirarsi l’odio e la persecuzione del mondo, a cagione di una parola che ormai è sorpassata e inadeguata ai tempi, visto che i tempi sono cambiati totalmente, ed è imperativo stare al passo con i tempi? Quindi, bisogna strizzare l’occhio anche agli omosessuali e ai fornicatori, che peraltro abbondano in mezzo a loro, anche dietro i pulpiti! La malvagità regna in mezzo a queste Chiese! Non hanno la forza di opporsi al peccato, le uniche forze che hanno le usano per scagliarsi contro coloro che tengono alta la Parola della vita in mezzo a questa generazione storta e perversa, che queste chiese considerano dei fanatici e dei terroristi – i soliti fondamentalisti che vogliono fare tornare la Chiesa al medioevo! – che naturalmente stanno facendo tanto male alle Chiese … ovviamente alle Chiese massonizzate! Queste Chiese sono diventate amiche del mondo, e nemiche di Dio, eppure continuano a dire che nessun male gli verrà addosso! Esse però si illudono! I conduttori di queste Chiese sono come i capi di Sodoma, e queste Chiese come il popolo di Gomorra! E per certo Dio sta dando loro tempo per ravvedersi, ma se non si ravvedono Dio li punirà per la loro iniquità! Uno per uno, nessuno scamperà! Dio renderà a ciascuno di essi secondo le loro opere. Ah, una precisazione, ipocriti e guide cieche, noi non vogliamo che la Chiesa torni al medioevo ma vogliamo che essa torni ai giorni degli apostoli! Sì, perché il nostro desiderio e la nostra preghiera è che la Chiesa torni a conformarsi agli insegnamenti degli apostoli, e quindi rompa ogni legame con questo vostro sistema masso-mafioso che avete creato e in cui voi vi trovate a vostro agio perché siete nemici di Dio e della Sua Parola!

«Ascoltate la parola dell’Eterno o capi di Sodoma! Prestate orecchio alla legge del nostro Dio, o popolo di Gomorra! Che m’importa la moltitudine de’ vostri sacrifizi? dice l’Eterno; io son sazio d’olocausti di montoni e di grasso di bestie ingrassate; il sangue dei giovenchi, degli agnelli e dei capri, io non lo gradisco. Quando venite a presentarvi nel mio cospetto, chi v’ha chiesto di calcare i miei cortili? Cessate dal recare oblazioni vane; il profumo io l’ho in abominio; e quanto ai novilunî, ai sabati, al convocar raunanze, io non posso soffrire l’iniquità unita all’assemblea solenne. I vostri novilunî, le vostre feste stabilite l’anima mia li odia, mi sono un peso che sono stanco di portare. Quando stendete le mani, io rifiuto di vederlo; anche quando moltiplicate le preghiere, io non ascolto; le vostre mani son piene di sangue. Lavatevi, purificatevi, togliete d’innanzi agli occhi miei la malvagità delle vostre azioni; cessate dal fare il male; imparate a fare il bene; cercate la giustizia, rialzate l’oppresso, fate ragione all’orfano, difendete la causa della vedova! Eppoi venite, e discutiamo assieme, dice l’Eterno; quand’anche i vostri peccati fossero come lo scarlatto, diventeranno bianchi come la neve; quand’anche fossero rossi come la porpora, diventeranno come la lana. Se siete disposti ad ubbidire, mangerete i prodotti migliori del paese; ma se rifiutate e siete ribelli, sarete divorati dalla spada; poiché la bocca dell’Eterno ha parlato. Come mai la città fedele è ella diventata una prostituta? Era piena di rettitudine, la giustizia dimorava in lei, ed ora è ricetto d’assassini! Il tuo argento s’è cangiato in scorie, il tuo vino è stato tagliato con acqua. I tuoi principi sono ribelli e compagni di ladri; tutti amano i regali e corron dietro alle ricompense; non fanno ragione all’orfano, e la causa della vedova non vien davanti a loro. Perciò il Signore, l’Eterno degli eserciti, il Potente d’Israele, dice: Ah, io avrò soddisfazione dai miei avversari, e mi vendicherò de’ miei nemici!» (Isaia 1:10-24)

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Fonte: http://giacintobutindaro.org/