Demonologia parte 2 – Sui demoni

BibleSui demoni

Non si può parlare di Satana, senza parlare dei demoni perché i demoni aiutano il diavolo a portare avanti le sue attività in tutto il mondo. Vediamo dunque di parlare anche di essi.

I demoni sono spiriti malvagi o spiriti immondi che sono sotto la direzione di Satana, che è chiamato appunto per questo “il principe dei demoni” (Matteo 12:24). I demoni sono dei suoi fedeli sudditi, che fanno la sua volontà. Quindi Satana porta avanti la sua opera tramite di essi.

Per ciò che concerne le loro origini, la Scrittura non dice come sono venuti all’esistenza. I demoni credono che v’è un solo Dio e tremano (Giacomo 2:19).

I demoni ai giorni di Gesù

Ai giorni di Gesù c’erano molte persone possedute da demoni in Israele, e Gesù cacciò molti demoni. Nei Vangeli ci sono molti passaggi che confermano ciò. Eccone alcuni: ‘Poi, fattosi sera, quando il sole fu tramontato, gli menarono tutti i malati e gl’indemoniati. E tutta la città era raunata all’uscio. Ed egli ne guarì molti che soffrivan di diverse malattie, e cacciò molti demonî; e non permetteva ai demonî di parlare, poiché sapevano chi egli era” (Marco 1:32-34); “E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e cacciando i demonî” (Marco 1:39). Gesù cacciò i demoni per l’aiuto dello Spirito di Dio (Matteo 12:28), ma gli scribi e i Farisei lo accusarono di cacciarli per l’aiuto di Beelzebub, cioè il principe dei demoni (Matteo 12:24). Gesù dunque li riprese severamente dicendo loro: “Ogni regno diviso in parti contrarie sarà ridotto in deserto; ed ogni città o casa divisa in parti contrarie non potrà reggere. E se Satana caccia Satana, egli è diviso contro se stesso; come dunque potrà sussistere il suo regno? E se io caccio i demonî per l’aiuto di Beelzebub, per l’aiuto di chi li cacciano i vostri figliuoli? Per questo, essi stessi saranno i vostri giudici. Ma se è per l’aiuto dello Spirito di Dio che io caccio i demonî, è dunque pervenuto fino a voi il regno di Dio. Ovvero, come può uno entrar nella casa dell’uomo forte e rapirgli le sue masserizie, se prima non abbia legato l’uomo forte? Allora soltanto gli prederà la casa. Chi non è con me, è contro di me; e chi non raccoglie con me, disperde. Perciò io vi dico: Ogni peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini; ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata. Ed a chiunque parli contro il Figliuol dell’uomo, sarà perdonato; ma a chiunque parli contro lo Spirito Santo, non sarà perdonato né in questo mondo né in quello avvenire. O voi fate l’albero buono e buono pure il suo frutto, o fate l’albero cattivo e cattivo pure il suo frutto; perché dal frutto si conosce l’albero. Razza di vipere, come potete dir cose buone, essendo malvagi? Poiché dall’abbondanza del cuore la bocca parla. L’uomo dabbene dal suo buon tesoro trae cose buone; e l’uomo malvagio dal suo malvagio tesoro trae cose malvage. Or io vi dico che d’ogni parola oziosa che avranno detta, gli uomini renderan conto nel giorno del giudizio; poiché dalle tue parole sarai giustificato, e dalle tue parole sarai condannato” (Matteo 12:25-37).

Come si può vedere, Satana non può cacciare Satana, cosicchè nessuno di coloro che sono sotto la potestà di Satana può cacciare i demoni. Questo è confermato dal seguente episodio che ebbe luogo nella provincia dell’Asia mentre l’apostolo Paolo si trovava là: “Or alcuni degli esorcisti giudei che andavano attorno, tentarono anch’essi d’invocare il nome del Signor Gesù su quelli che aveano degli spiriti maligni, dicendo: Io vi scongiuro, per quel Gesù che Paolo predica. E quelli che facevan questo, eran sette figliuoli di un certo Sceva, Giudeo, capo sacerdote. E lo spirito maligno, rispondendo, disse loro: Gesù, lo conosco, e Paolo so chi è; ma voi chi siete? E l’uomo che avea lo spirito maligno, si avventò su due di loro; li sopraffece, e fe’ loro tal violenza, che se ne fuggirono da quella casa, nudi e feriti. E questo venne a notizia di tutti, Giudei e Greci, che abitavano in Efeso; e tutti furon presi da spavento, e il nome del Signor Gesù era magnificato” (Atti 19:13-17).

Gesù diede ai Suoi apostoli la potestà di cacciare i demoni (Matteo 10:1) e comandò loro di cacciare i demoni (Matteo 10:8), e gli apostoli in obbedienza al suo comando cacciarono molti demoni (Marco 6:13).

I differenti tipi di demoni

Come nel Regno di Dio ci sono differenti tipi di spiriti buoni (cherubini, serafini, un arcangelo, e angeli) che hanno differenti mansioni, così nel regno del principe della potestà dell’aria (cioè il diavolo) ci sono differenti spiriti malvagi.

Ci sono spiriti malvagi che causano mutismo e sordità come quello spirito immondo che Gesù cacciò da un ragazzo, secondo che è scritto nel Vangelo secondo Marco: “E venuti ai discepoli, videro intorno a loro una gran folla, e degli scribi che discutevan con loro. E subito tutta la folla, veduto Gesù, sbigottì e accorse a salutarlo. Ed egli domandò loro: Di che discutete voi con loro? E uno della folla gli rispose: Maestro, io t’ho menato il mio figliuolo che ha uno spirito mutolo; e dovunque esso lo prende, lo atterra; ed egli schiuma, stride dei denti e rimane stecchito. Ho detto a’ tuoi discepoli che lo cacciassero, ma non hanno potuto. E Gesù, rispondendo, disse loro: O generazione incredula! Fino a quando sarò io con voi? Fino a quando vi sopporterò? Menatemelo. E glielo menarono; e come vide Gesù, subito lo spirito lo torse in convulsione; e caduto in terra, si rotolava schiumando. E Gesù domandò al padre: Da quanto tempo gli avviene questo? Ed egli disse: Dalla sua infanzia e spesse volte l’ha gettato anche nel fuoco e nell’acqua per farlo perire; ma tu, se ci puoi qualcosa, abbi pietà di noi ed aiutaci. E Gesù: Dici: Se puoi?! Ogni cosa è possibile a chi crede. E subito il padre del fanciullo esclamò: Io credo; sovvieni alla mia incredulità. E Gesù, vedendo che la folla accorreva, sgridò lo spirito immondo, dicendogli: Spirito muto e sordo, io tel comando, esci da lui e non entrar più in lui. E lo spirito, gridando e straziandolo forte, uscì; e il fanciullo rimase come morto; talché quasi tutti dicevano: È morto. Ma Gesù lo sollevò, ed egli si rizzò in piè” (Marco 9:14-27). Nel Vangelo secondo Matteo troviamo un altro caso di persona che era muta a motivo di uno spirito muto e che fu in grado di parlare solo dopo che Gesù cacciò il demone che quella persona aveva, secondo che è scritto: “Or come que’ ciechi uscivano, ecco che gli fu presentato un uomo muto indemoniato. E cacciato che fu il demonio, il muto parlò. E le turbe si maravigliarono dicendo: Mai non s’è vista cosa tale in Israele” (Matteo 9:32-33). Dunque alcuni di coloro che sono muti e sordi hanno uno spirito maligno, che causa mutismo e sordità; cosicchè in questi casi, affinchè queste persone siano guarite dalla loro sordità e dal loro mutismo, bisogna discernere prima il demone e poi cacciarlo via. Prestate attenzione a questo: non ho detto che tutti coloro che sono sordi e muti hanno uno spirito muto e sordo che causa la loro infermità, ma che alcuni di essi hanno uno spirito muto e sordo, in quanto il fatto che una persona sia sorda o muta non significa necessariamente che abbia uno spirito muto e sordo. Può essere così, ma non sempre. E’ errato affermare che ogni persona sorda e muta è posseduta, perché come ai giorni di Gesù c’erano molti sordi e muti che non erano affatto posseduti ma solo malati – ecco la ragione per cui in questi casi Gesù non cacciò nessuno spirito ma li guarì solamente (Marco 7:32-37) – così anche oggi ci sono molti sordi e muti che non hanno bisogno di essere liberati dai demoni, ma semplicemente guariti dalla loro infermità.

Ci sono spiriti malvagi che sono chiamati ‘spiriti seduttori’ perché la loro opera è sedurre le persone affinché accettino ogni sorta di false dottrine. Paolo parla di essi quando dice a Timoteo: “Ma lo Spirito dice espressamente che nei tempi a venire alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demonî per via della ipocrisia di uomini che proferiranno menzogna, segnati di un marchio nella loro propria coscienza; i quali vieteranno il matrimonio e ordineranno l’astensione da cibi che Dio ha creati affinché quelli che credono e hanno ben conosciuta la verità, ne usino con rendimento di grazie. Poiché tutto quel che Dio ha creato è buono; e nulla è da riprovare, se usato con rendimento di grazie; perché è santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera” (1 Timoteo 4:1-5). Questi spiriti maligni aiutano i falsi profeti e i falsi cristi a diffondere le loro eresie di perdizione in mezzo a questo mondo di tenebre, come anche aiutano i falsi ministri del Vangelo che sono in seno alla Chiesa di Dio a diffondere le loro dottrine di demoni, che purtroppo molti credenti hanno accettato. Vi ricordo che il padre della menzogna è Satana, cosicché ogni falsa dottrina non procede da Dio ma da Satana. Per non rimanere sedotti da questi spiriti maligni è necessario vegliare e pregare, e investigare del continuo le Scritture per vedere se quello che viene insegnato è vero.

Ci sono spiriti malvagi che operano segni e prodigi. L’apostolo Giovanni vide alcuni di essi in una visione, secondo che dice: “E vidi uscir dalla bocca del dragone e dalla bocca della bestia e dalla bocca del falso profeta tre spiriti immondi, simili a rane; perché sono spiriti di demonî che fan de’ segni e si recano dai re di tutto il mondo per radunarli per la battaglia del gran giorno dell’Iddio Onnipotente” (Apocalisse 16:13-14). Questi spiriti permettono ai falsi profeti e ai falsi cristi di operare segni e prodigi per sedurre le persone. Molti guru Indiani, e le streghe e gli stregoni, hanno questo tipo di spiriti. Tenete però presente che questi spiriti malvagi operano segni e prodigi persino tra i credenti attraverso falsi ministri del Vangelo, che vengono vestiti da pecore ma dentro sono lupi rapaci.

Ci sono spiriti maligni chiamati spiriti indovini (tramite cui alcuni pretendono di predire il futuro o di far conoscere alle persone delle loro cose personali), in quanto nella Scrittura leggiamo che mentre Paolo e i suoi collaboratori si trovavano a Filippi essi incontrarono una donna che aveva uno spirito indovino e un giorno Paolo discernette quello spirito e lo cacciò. Ecco il racconto biblico: “E avvenne, come andavamo al luogo d’orazione, che incontrammo una certa serva, che avea uno spirito indovino, e con l’indovinare procacciava molto guadagno ai suoi padroni. Costei, messasi a seguir Paolo e noi, gridava: Questi uomini son servitori dell’Iddio altissimo, e vi annunziano la via della salvezza. Così fece per molti giorni; ma essendone Paolo annoiato, si voltò e disse allo spirito: Io ti comando, nel nome di Gesù Cristo, che tu esca da costei. Ed esso uscì in quell’istante” (Atti 16:16-18).

Ci sono spiriti maligni che inducono le persone ad uccidere. Per esempio, un giorno uno di questi spiriti investì il re Saul, mentre Davide stava suonando l’arpa, e Saul tentò di colpire Davide con la lancia per ucciderlo, ma Davide schivò il colpo (1 Samuele 19:9-10).

Ci sono spiriti maligni che governano su larghe zone della terra come signori e governatori nel mondo spirituale. Nel libro di Daniele leggiamo che il capo del regno di Persia si oppose per 21 giorni al messaggero che il Signore mandò a Daniele, e quel capo era uno spirito maligno (Daniele 10:1-20).

Ci sono spiriti maligni che sono più forti di altri, perché Gesù disse che gli spiriti che causano mutismo e sordità possono essere cacciati solo mediante la preghiera e il digiuno (Marco 9:29), e ci sono anche spiriti maligni che sono più malvagi di altri (Matteo 12:43-45).

Dove vivono i demoni

I demoni vivono principalmente nell’aria sopra la terra, in quanto il loro principe, cioè Satana, è “il principe della potestà dell’aria” (Efesini 2:2). E’ nell’aria che si trova sopra la terra che noi troviamo le quattro categorie di demoni, che sono i principati, le potestà, i dominatori di questo mondo di tenebre, e le forze spirituali della malvagità che sono nei luoghi celesti (Efesini 6:12).

Alcuni demoni vivono sotto la terra, e persino sotto il mare; alcune testimonianze di ex stregoni confermano ciò.

Alcuni demoni vivono nei corpi di alcuni esseri umani, ed in questo caso parliamo di possessione demoniaca. Siccome, secondo la Scrittura, i demoni possono entrare anche negli animali (Marco 5:11-13) diciamo che alcuni demoni vivono in certi animali.

Alcuni demoni vivono in luoghi aridi, perché Gesù disse: “Or quando lo spirito immondo è uscito da un uomo, va attorno per luoghi aridi, cercando riposo e non lo trova” (Matteo 12:43).

Alcuni demoni vivono in edifici sia privati che pubblici. Alcune case dove sono stati commessi dei crimini sono abitate da certi demoni. I templi pagani sono abitati da demoni.

I demoni vivono nelle città: alcune città di alcune nazioni sono particolarmente piene di demoni.

I demoni vivono in certe montagne, rocce e alberi, che sono abitati da spiriti maligni: i pagani conoscono molto bene questi luoghi perché vi si recano ad adorare questi demoni.

I demoni e l’idolatria

L’idolatria è una delle opere del diavolo, ecco perché Paolo ci ammonisce a non diventare idolatri. Ecco le sue parole: “Che dico io dunque? Che la carne sacrificata agl’idoli sia qualcosa? Che un idolo sia qualcosa? Tutt’altro; io dico che le carni che i Gentili sacrificano, le sacrificano ai demonî e non a Dio; or io non voglio che abbiate comunione coi demonî. Voi non potete bere il calice del Signore e il calice de’ demonî; voi non potete partecipare alla mensa del Signore e alla mensa dei demonî. O vogliam noi provocare il Signore a gelosia? Siamo noi più forti di lui?” (1 Corinzi 10:19-22).

Dalle parole di Paolo apprendiamo che benché sia l’idolo che ciò che viene offerto all’idolo sia nulla, tutti i sacrifici che i Gentili sacrificano agli idoli sono sacrificati ai demoni e non a Dio. In altre parole, dietro tutti gli idoli ci sono demoni. Che ogni volta che qualcuno sacrifica qualcosa ad un idolo egli sacrifica ai demoni, è confermato da questi passaggi della Scrittura che concernono gli Israeliti: “E servirono ai loro idoli, i quali divennero per essi un laccio; e sacrificarono i loro figliuoli e le loro figliuole ai demoni, e sparsero il sangue innocente, il sangue dei loro figliuoli e delle loro figliuole, che sacrificarono agl’idoli di Canaan; e il paese fu profanato dal sangue versato” (Salmo 106:36-39).

Quindi, dato che questi sacrifici fatti dai pagani sono contaminati dagli idoli, noi dobbiamo astenerci da essi per non avere comunione con i demoni e provocare il Signore a gelosia, perché Egli è un Dio geloso. Questa è la ragione per cui quando gli apostoli e gli anziani si riunirono a Gerusalemme, essi decisero nel Signore di comandare ai fratelli di fra i Gentili di astenersi dalle cose contaminate nei sacrifici agli idoli o sacrificate agli idoli (Atti 15:20,29). Il loro comando è tuttora obbligatorio.

Forme e sembianze dei demoni

Sebbene i demoni sono degli esseri spirituali o delle entità spirituali, essi hanno una forma e delle sembianze. Alcuni di essi hanno le sembianze di animali. Come abbiamo visto prima, gli spiriti che vide Giovanni erano come rane (Apocalisse 16:13). Ma ce ne sono altri che appaiono come scimmie, coccodrilli, serpenti, rane, maiali, ecc. Altri spiriti maligni appaiono come persone ordinarie, altri ancora metà esseri umani e metà animali, ed altri ancora come delle creature a noi sconosciute. Lo Spirito Santo talvolta permette ai credenti di discernere i demoni, affinchè i credenti siano avvertiti sulle loro macchinazioni e li caccino. Questa manifestazione dello Spirito si chiama “il discernimento degli spiriti” (1 Corinzi 12:10).

I demoni possono essere cacciati nel nome di Gesù Cristo

Secondo quanto insegna la Scrittura, una delle maniere in cui i demoni si manifestano è attraverso gli esseri umani. Essi entrano nel corpo di alcuni uomini e cominciano ad operare cose malvagie. Questa si chiama possessione demoniaca e quando una persona ha uno o più spiriti maligni (essa può essere posseduta persino da migliaia di demoni) noi diciamo che essa è posseduta da demoni. Quando i demoni entrano in una persona, essa perde il controllo del suo corpo e comincia a fare e dire cose strane; in altre parole il suo comportamento diventa completamente differente.

Vediamo alcune di queste cose che questa persona può dire e fare sotto la potestà dei demoni. Può spogliarsi davanti ad altre persone, gridare ad alta voce bestemmiando e insultando le persone (molto spesso la voce è completamente diversa da quella normale), può andare a vivere nelle tombe, può tagliarsi con pietre o coltelli, può manifestare una forza soprannaturale, può improvvisamente sparire e apparire in seguito, può gettarsi a terra e cominciare a schiumare dalla bocca, digrignare i denti e diventare rigido. I demoni lo possono indurre ad uccidere altre persone, a sgozzare bambini per offrirli in sacrificio a Satana (abbiamo visto che questo avviene tra i Satanisti), e possono fargli compiere dei segni e prodigi bugiardi o mostrare dei poteri occulti (come telepatia, chiaroveggenza, chiaroudienza e così via). Molte persone che sono considerate ‘pazze’ in effetti sono possedute da demoni.

A questo punto però voglio dire con ogni chiarezza che una persona nata di nuovo che cammina per lo Spirito non può essere posseduta dai demoni, perché la Scrittura dice che Colui che abita in noi è più grande di qualsiasi demone che possa attaccarci e che “quando l’avversario verrà come una fiumana, lo Spirito dell’Eterno lo metterà in fuga” (Isaia 59:19).

Possiamo noi liberare i posseduti dal potere dei demoni, come fecero gli apostoli nel primo secolo dopo Cristo, secondo che è scritto negli Atti: “E avvenne, come andavamo al luogo d’orazione, che incontrammo una certa serva, che avea uno spirito indovino, e con l’indovinare procacciava molto guadagno ai suoi padroni. Costei, messasi a seguir Paolo e noi, gridava: Questi uomini son servitori dell’Iddio altissimo, e vi annunziano la via della salvezza. Così fece per molti giorni; ma essendone Paolo annoiato, si voltò e disse allo spirito: Io ti comando, nel nome di Gesù Cristo, che tu esca da costei. Ed esso uscì in quell’istante” (Atti 16:16-18)? Sì, possiamo farlo. Come? Facendo la stessa cosa che facevano gli apostoli, invocando il nome di Gesù Cristo su coloro che sono posseduti da demoni, sgridando i demoni e comandando loro nel nome di Gesù Cristo di uscire dal corpo dove sono. I demoni sanno che devono ubbidire quando vengono sgridati nel nome di Gesù Cristo e quindi sanno che devono lasciare il corpo dove abitano. Non importa quanti demoni sono in una persona, o quanto forti essi siano, essi devono ubbidire e ubbidiranno. Gesù Cristo disse di coloro che credono nel suo nome: “ …. nel nome mio cacceranno i demonî;….. ” (Marco 16:17). Quindi, abbiamo fede nel nome di Gesù Cristo e invochiamo il suo potente e glorioso nome, che spaventa Satana e tutti i suoi spiriti malvagi, sopra coloro che sono posseduti, e noi vedremo i prigionieri liberati per la potenza dello Spirito, sì, perché come ho già detto, i demoni vengono cacciati per lo Spirito Santo.

Vi ricordo però che ci sono spiriti maligni che escono solo con la preghiera e il digiuno; si tratta degli spiriti muti e sordi (Marco 9:29).

Anche i demoni sanno – come lo sa il diavolo – che li aspetta il tormento infatti quando quei due indemoniati del paese dei Geraseni si fecero incontro a Gesù gli dissero: “Che v’è fra noi e te, Figliuol di Dio? Sei tu venuto qua prima del tempo per tormentarci?” (Matteo 8:29). Ovviamente furono gli spiriti maligni a proferire quelle parole. Loro pensavano che Gesù fosse venuto a tormentarli prima del tempo; di quale tempo? Di quello che è stato stabilito da Dio che ancora deve venire.

Giacinto Butindaro, Contro il Satanismo https://gianmicheletinnirello.org/

I commenti non saranno approvati se sono anonimi, offensivi, volgari e insensati.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...