Dio è malvagio?

Appearance_of_sky_for_weather_forecast,_Dhaka,_BangladeshOggi giorno molte persone, leggendo i diversi passi della Bibbia, accusano Dio di essere malvagio, misogino, folle ecc… Tutto questo perché uccide o castiga, mandando anche calamità naturali, gli uomini perché si danno ad ogni pratica contraria alla Legge Santa di Dio. Infatti il salmista, conoscendo Dio, affermò: «Certo, tu ucciderai l’empio, o Dio» (Salmo 139:19). La Bibbia è piena di giudizi di Dio contro la malvagità degli uomini. Uno fra tutti fu il Diluvio Universale.

«Il SIGNORE vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che il loro cuore concepiva soltanto disegni malvagi in ogni tempo. Il SIGNORE si pentì d’aver fatto l’uomo sulla terra, e se ne addolorò in cuor suo. E il SIGNORE disse: «Io sterminerò dalla faccia della terra l’uomo che ho creato: dall’uomo al bestiame, ai rettili, agli uccelli dei cieli; perché mi pento di averli fatti».(Genesi 6:5-7 – Nuova Riveduta)

Dio, avendo visto la malvagità degli uomini, si dispiacque[1] per aver fatto l’uomo. La conseguenza fu il Diluvio Universale, dove salvò otto anime, Noè e la sua famiglia. Per ulteriori approfondimenti visitate questo link http://www.lanuovavia.org/insegnamenti.castighi.html.

La Bibbia presenta un Dio che è pronto a punire gli uomini che trasgrediscono i suoi comandamenti. Purtroppo, nel corso dei secoli, ci sono state molte persone che hanno odiato il carattere di Dio. Presentando Dio come un essere spregevole e malvagio. Tutto questo perché si mette in atto la propria giustizia. Sicuramente giudicavano Dio basandosi sulla propria giustizia. Qui di seguito vi elencherò alcune di queste persone.

MARCIONE (85 – 160 d.C.)

Marcione, eretico del II secolo d.C., fu il fondatore in una setta chiamata «marcionismo». Marcione e i suoi seguaci sostenevano che il Dio ebraico è inconsistente, geloso, rabbioso e perpetratore di genocidi, e che il mondo materiale creato da lui è difettoso, un luogo pieno di sola sofferenza. Il creatore, per i marcioniti, doveva essere necessariamente un incompetente o un maligno demiurgo. Marcione si definiva un discepolo dell’apostolo Paolo, quindi un Cristiano. Essendo che l’Antico e il Nuovo Testamento, incluse le epistole di Paolo, parlano del Dio degli Ebrei che castiga i malvagi si redasse un proprio canone. Escluse dal suo canone tutto l’Antico Testamento e gran parte del Nuovo. Tenendosi il Vangelo di Luca e quasi tutte le epistole di Paolo. Però apportò delle modifiche, o meglio dei tagli, sia al Vangelo di Luca sia alle epistole di Paolo, perché c’erano numerose citazioni in favore dell’Antico Testamento.

HELENA PETROVNA BLAVATSKY (1831 – 1891)

La Blavatsky, massona, fu la fondatrice della setta gnostica chiamata ‘Teosofica’. Secondo la Blavatsky il Dio dell’Antico Testamento aveva mentito agli uomini per poterli sottomettere. Invece il serpente aveva cercato di liberarli offrendo la vera conoscenza, Gnosis in greco. Ecco perché adorano Lucifero, che la Bibbia chiama Satana e Diavolo. Lucifero è visto come colui che volle dare libertà all’uomo. Liberarlo da un Dio malvagio. Infatti la Blavasky, nel suo libro la Dottrina segreta, disse che “Adonai è il “dio malvagio” dell’antico testamento”.

ALBERT PIKE (1809 – 1891)

Albert Pike, fu un massone del 33° grado, Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del R.S.A.A. (Rito Scozzese Antico e Accettato, un satanista e praticante di magia nera e autore del libro Morals and Dogma che è considerato ‘La Bibbia della Massoneria di Rito Scozzese’ ‘la cui lettura e il cui studio sono indispensabili per chi voglia essere un Maestro dell’Arte Reale nel senso più vero e profondo’ (Introduzione di Elvio Sciubba in Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione Italiana, Bastogi Editrice Italiana, Foggia 2004, Vol. 1, pag. 17 citato da Giacinto Butindaro)

Pike affermò che Dio era buonissimo e non è in grado di punire: ‘La Massoneria insegna che Dio è infinitamente buono … Noi abbiamo fede nell’Infinito: fede nell’Infinito Amore di Dio; ed è questa fede che deve salvarci. Nessuna dispensazione della Provvidenza di Dio, nessuna sofferenza o privazione è un messaggero di ira: nessuna delle sue circostanze sono indicazioni dell’Ira di Dio. Egli è incapace di rabbia … Gli uomini cattivi non muoiono perchè Dio li odia. Essi muoiono perchè la cosa migliore per loro è che essi debbano morire; e, per quanto cattivi essi sono, è meglio per loro essere nelle mani del Dio infinitamente buono, che in qualsiasi altro luogo’ (Albert Pike, Morals and Dogma, pag. 718 – 28° Cavaliere del Sole o Principe adepto – http://www.sacred-texts.com/mas/md/md29.htm; citato da Giacinto Butindaro, La Massoneria Smascherata). Quindi il satanista Pike, indirettamente, era contro il Dio dell’Antico Testamento. E per lui, come per la massone Blavasky, Dio non punisce nessuno. Niente malattie o catastrofi naturali per gli empi.

E Pike, parlando della percezione di Satana secondo i Cristiani , disse che è semplicemente «una distorsione della verità su Lucifero, il portatore di luce, che in realtà è buono ed è lo strumento della libertà, ma è generalmente frainteso e malignizzato». Anche il satanista Pike afferma che Lucifero è buono ed è strumento di libertà.

RICHARD DAWKINS (1941 – )

Richard Dawkins è un etologo, biologo e divulgatore scientifico britannico. Crede fermamente nella teoria dell’evoluzione e contrasta, tramiti dibattiti pubblici, la fede giudeo-cristiana etichettando il Dio della Bibbia con numerosi epiteti negativi.

Il Dio dell’Antico Testamento è forse il personaggio più sgradevole di tutta la letteratura: geloso e fiero di esserlo, è un castigamatti, meschino, iniquo e spietato; sanguinario istigatore della pulizia etnica; un bullo misogino, omofobo, razzista, infanticida, genocida, figliocida, pestilenziale, megalomane, sadomasochista e maligno secondo il suo capriccio. (Dawkins Richard, L’ illusione di Dio. Le ragioni per non credere, pag. 38)

EVANGELICI MODERNI

Nel vasto mondo evangelico una dottrina che emerge è quella secondo cui Dio è Amore e non più un Dio di Vendetta. Scartano intere parti dell’Antico Testamento, in quanto, per loro, Dio è cambiato. Prima era severo e vendicatore, adesso invece è compassionevole e pieno d’amore. E sotto la grazia, cioè sotto la legge di Cristo, Dio non castiga più nessuno. Sono pochi i credenti che credono che Dio sia anche un Dio vendicatore. Del resto la Bibbia, incluso il Nuovo Testamento, è piena di passi in cui Dio fa vendetta. Ma la sua vendetta non è contro l’innocente, come erroneamente alcuni pensano, ma in favore dell’innocente. L’apostolo Paolo scrisse ai Tessalonicesi: «che nessuno opprima il fratello né lo sfrutti negli affari; perché il Signore è un vendicatore» (1 Tessalonicesi 4:6) e lo scrittore dell’epistola agli Ebrei disse: «Noi conosciamo, infatti, colui che ha detto: «A me appartiene la vendetta! Io darò la retribuzione!» E ancora: «Il Signore giudicherà il suo popolo». È terribile cadere nelle mani del Dio vivente.» (Ebrei 10:30, 31)

Tutto ciò si trova in accordo con le parole dell’Antico Testamento, citato per altro dallo scrittore dell’epistola agli Ebrei. Nel libro del Deuteronomio troviamo scritto quanto segue: «Il tuo occhio non ne avrà pietà; toglierai via da Israele chi ha sparso sangue innocente» (Deuteronomio 19:13) ed anche «”Maledetto chi prende un regalo per condannare a morte un innocente!” – E tutto il popolo dirà: “Amen”.» (Deuteronomio 27:25). Infatti disse tramite il profeta Geremia «Esercitate il diritto e la giustizia; liberate dalla mano dell’oppressore colui al quale è tolto il suo; non fate torto né violenza allo straniero, all’orfano e alla vedova; non spargete sangue innocente» (Geremia 22:3). Ovviamente i Cristiani, che sono sotto la legge di Cristo, e non quella di Mosè, non sono chiamati a uccidere gli empi, ma lasciano tutto nelle mani di Dio, poiché sta scritto: «Non fate le vostre vendette, miei cari, ma cedete il posto all’ira di Dio; poiché sta scritto: «A me la vendetta; io darò la retribuzione», dice il Signore. Anzi, «se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; poiché, facendo così, tu radunerai dei carboni accesi sul suo capo». Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene» (Romani 12: 19-21). Il dio in cui credono molti evangelici assomiglia di molto al dio che credevano Marcione, Blavasky e Pike. A queste persone che hanno in avversione Dio e la Legge Perfetta bisogna dirgli:

«Dovrà forse Dio render la giustizia a modo tuo, perché tu lo critichi? Ti dirà forse: “Scegli tu, non io, quello che sai, dillo”?» (Giobbe 34:33)àAdesso metterò alcuni passi sul carattere di Dio nell’AT e nel NT.

«Il SIGNORE è un Dio geloso e vendicatore; il SIGNORE è vendicatore e pieno di furore; il SIGNORE si vendica dei suoi avversari e serba rancore verso i suoi nemici. Il SIGNORE è lento all’ira ed è molto potente, ma non lascia il colpevole impunito. Il SIGNORE cammina nell’uragano e nella tempesta, e le nuvole sono la polvere dei suoi piedi.» (Naum 1:2-3)

«In questo si è manifestato per noi l’amore di Dio: che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo affinché, per mezzo di lui, vivessimo. In questo è l’amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che egli ha amato noi, e ha mandato suo Figlio per essere il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati. Carissimi, se Dio ci ha tanto amati, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri […] Dio è amore» (1 Giovanni 10-11, 16)

Gli evangelici moderni (e non solo), basandosi su questi versi, pensano che Dio sia cambiato. Altri, come gli atei e compagnia bella, accusano la Bibbia di essere piena di contraddizione. Tutto ciò avviene perché non capiscono che l’amore di Dio non è in favore dei malvagi. E giudicano Iddio basandosi sulla loro giustizia, che è corrotta. Ma Dio è sempre lo stesso e non cambia (cfr. Malachia 3:6).

AMORE DI DIO NELL’ANTICO TESTAMENTO

«Il SIGNORE si è affezionato a voi e vi ha scelti, non perché foste più numerosi di tutti gli altri popoli, anzi siete meno numerosi di ogni altro popolo, ma perché il SIGNORE vi ama: il SIGNORE vi ha fatti uscire con mano potente e vi ha liberati dalla casa di schiavitù, dalla mano del faraone, re d’Egitto, perché ha voluto mantenere il giuramento fatto ai vostri padri.» (Deuteronomio 7:7-8)

«Ecco, al SIGNORE tuo Dio appartengono i cieli, i cieli dei cieli, la terra e tutto ciò che essa contiene; ma soltanto ai tuoi padri il SIGNORE si affezionò e li amò; poi, dopo di loro, fra tutti i popoli scelse la loro discendenza, cioè voi, come oggi si vede.» (Deuteronomio 10:14-15)

Così parla il SIGNORE: «Il popolo scampato dalla spada ha trovato grazia nel deserto; io sto per dar riposo a Israele». […] «Sì, io ti amo di un amore eterno; perciò ti prolungo la mia bontà. (Geremia 31:2-3)

VENDETTA DI DIO NEL NUOVO TESTAMENTO

«che nessuno opprima il fratello né lo sfrutti negli affari; perché il Signore è un vendicatore» (1 Tessalonicesi 4:6)

«Non fate le vostre vendette, miei cari, ma cedete il posto all’ira di Dio; poiché sta scritto: «A me la vendetta; io darò la retribuzione», dice il Signore. Anzi, «se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; poiché, facendo così, tu radunerai dei carboni accesi sul suo capo». Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene.» (Romani 12: 19-21)

«Noi conosciamo, infatti, colui che ha detto: «A me appartiene la vendetta! Io darò la retribuzione!» E ancora: «Il Signore giudicherà il suo popolo». È terribile cadere nelle mani del Dio vivente.» (Ebrei 10:30, 31)

«Perciò, ricevendo un regno che non può essere scosso, siamo riconoscenti, e offriamo a Dio un culto gradito, con riverenza e timore! Perché il nostro Dio è anche un fuoco consumante.» (Ebrei 12:28-29)

Più leggo la Bibbia, più la amo. Non esiste nessun altro libro come la Bibbia. È unico. Dio è Giusto e la sua Legge è Perfetta. Gli uomini, con la loro vista annebbiata, vedono contraddizione in essa. Tutto è basato sul proprio paradigma di riferimento. Il mio è basato su quello di Dio, il GIUSTO. E oltre a tutto ciò Dio è il Legislatore. E lui giudicherà in base alla sua Legge.

Gian Michele Tinnirello

NOTE

[1] Nelle Bibbie in lingua italiana c’è scritto che Dio si «pentì». In alcune Bibbie inglesi c’è scritto che Dio si dispiacque, al posto di sì «pentì». Infatti la NKJV dice «I am sorry». Il termine originale ebraico è nacham (נחם) è significa: essere dispiaciuto, pentito o rammaricato. (http://www.biblestudytools.com/lexicons/hebrew/nas/nacham.html)

L’Eterno è un Dio vendicatore, predicazione di Giacinto Butindaro

Articoli correlati:

I commenti non saranno approvati se sono anonimi, offensivi, volgari e insensati.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...