Francesco I (Jorge Mario Bergoglio) è massone? Giudicate voi

bergoglio wikipedia1) È un gesuita

I Gesuiti hanno avuto un’influenza sia sulla Massoneria che sugli Illuminati, e secondo alcune testimonianze sarebbero proprio i Gesuiti a controllare sia la Massoneria che gli Illuminati per poter realizzare il Nuovo Ordine Mondiale in cui verrà adorato il diavolo.

I Gesuiti sono un ordine all’interno della Chiesa Cattolica Romana che viene chiamato anche Compagnia di Gesù, e il cui capo è soprannominato ‘Papa nero’ per l’enorme potere che esercita in Vaticano fino al punto che secondo degli ex Gesuiti è lui che controlla le gerarchie vaticane e la Chiesa Cattolica Romana.

Per ulteriori informazioni leggete questi articoli:

  1. La storia e l’influenza dei Gesuiti
  2. L’astuzia e la malvagità usate dai Gesuiti per ‘la maggior gloria di Dio’
  3. La cerimonia di induzione e il giuramento gesuita

A conferma di quanto stretti siano i legami tra Massoneria e Gesuiti, c’è la dichiarazione di Giuliano di Bernardo, ex Gran Maestro del GOI, che alla domanda del giornalista Ferruccio Pinotti se esistono veramente delle contiguità o delle concordanze tra Gesuiti e massoneria ha risposto così: ‘Le concordanze ci sono sempre, al vertice. A un certo livello ci sono sempre state, segretamente. Quando si parla di questo filo segreto, si parla di un dialogo sottile, profondo, che esiste tra persone di qualità. Sono queste convergenze a evitare – in caso di crisi o conflitti – i danni maggiori, le situazioni irreparabili. E’ chiaro che, alla base della piramide, troviamo il prete e il massone che si comportano come don Camillo e Peppone. Ma i vertici, poichè sono vertici illuminati, si toccano sempre’ (Ferruccio Pinotti, Fratelli d’Italia, pag. 23)

Fratelli-italia-pinotti

Leggete anche l’articolo che ho pubblicato nel mio blog su Eric Phelps, l’autore del famoso libro ‘Vatican Assassins’.

vatican-assassins

Eric Phelps – Vatican Assassins: 6 video intervista sui Gesuiti nel mondo (sub ITA)

“Liberty and Justice for All” intervista Eric Jon Phelps. In questa intervista, verranno affrontati temi quali Ordine dei Gesuiti, Massoneria, Sistema Monetario, Alimentazione e Salute nel mondo corporativo, Religioni Istituzionalizzate operanti a livello mondiale e molto altro. Eric Phelps rivela inoltre gli elementi essenziali per comprendere la vera Storia degli Stati Uniti d’America.

2) È ecumenico

BergoglioEcumenico06.06

Foto: Guardatelo mentre riceve la benedizione da un pastore evangelico ad una riunione tra cattolici ed evangelici.

– Guardatevi dall’ecumenico ‘papa’ Jorge Bergoglio
https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/17/guardatevi-dallecumenico-papa-jorge-bergoglio/

– L’ecumenismo è nato nelle logge massoniche
http://giacintobutindaro.org/2013/02/14/lecumenismo-e-nato-nelle-logge-massoniche/

– La massoneria spinge le Chiese all’ecumenismo
http://giacintobutindaro.org/2012/12/31/la-massoneria-spinge-le-chiese-allecumenismo/

– Francesco manda un messaggio ai Pentecostali
https://gianmicheletinnirello.org/2014/02/22/francesco-manda-un-messaggio-ai-pentecostali/ 

– L’Alleanza Evangelica Mondiale si è alleata con ‘papa’ Francesco
https://gianmicheletinnirello.org/2014/06/30/lalleanza-evangelica-mondiale-si-e-alleata-con-papa-francesco/

– Francesco incontra la Chiesa Evangelica della Riconciliazione di Caserta
https://gianmicheletinnirello.org/2014/08/03/francesco-incontra-la-chiesa-evangelica-della-riconciliazione-di-caserta/

– Quando il cardinale Jorge Bergoglio impartì la sua benedizione al Parlamento argentino delle religioni
https://gianmicheletinnirello.org/2014/07/12/quando-il-cardinale-jorge-bergoglio-imparti-la-sua-benedizione-al-parlamento-argentino-delle-religioni/

– Il 20 marzo ha affermato che i musulmani ” adorano dio unico, vivente e misericordioso, e lo invocano nella preghiera”
http://www.repubblica.it/esteri/2013/03/20/news/papa_musulmani_dialogo-54981417/

– Francesco scrive ai mussulmani “Mi sento vostro fratello”
https://gianmicheletinnirello.org/2013/08/18/francesco-scrive-ai-mussulmani-mi-sento-vostro-fratello/

– La Massoneria all’opera per creare una religione universale
https://gianmicheletinnirello.org/2014/07/18/la-massoneria-allopera-per-creare-una-religione-universale/

– L’ONU, spalleggiato dal Consiglio Mondiale delle Chiese, spinge verso una religione unica mondiale
https://gianmicheletinnirello.org/2014/06/30/lonu-spalleggiato-dal-consiglio-mondiale-delle-chiese-spinge-verso-una-religione-unica-mondiale/

– Peres da Francesco: “Facciamo l’Onu delle religioni”
https://gianmicheletinnirello.org/2014/09/10/peres-da-francesco-facciamo-lonu-delle-religioni/

– Luterani e Cattolici Romani: dal conflitto alla comunione
Luterani e Cattolici Romani: dal conflitto alla comunione

– Kenneth Copeland prega con il suo fratello Francesco
Kenneth Copeland prega con il suo fratello Francesco

– Francesco va a trovare il suo fratello Giovanni Traettino
Francesco va a trovare il suo fratello Giovanni Traettino

– Francesco incontra importanti ‘leaders evangelici’
Francesco incontra importanti ‘leaders evangelici’

francesco-segnale

3) È iscritto al Rotary International, organizzazione filo-massonica

francesco-rotary

– Il nuovo ‘papa’ Francesco è membro del Rotary International
https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/21/il-nuovo-papa-francesco-e-membro-del-rotary-international/

– Papa Francesco socio onorario del Rotary: ecco il documento
http://www.rotary2071.org/content.php?p=notiziario&arg=5&aid=9

– Massoneria, se ne parla in un congresso del Rotary
https://gianmicheletinnirello.org/2013/05/14/massoneria-se-ne-parla-in-un-congresso-del-rotary/

Papa Francesco I è iscritto al Rotary club di Buenos Aires. La domanda sorge spontanea.. che ci fa il cosiddetto ‘papa’ in gruppo filo massone? La risposta è una. Condivide gli ideali della massoneria. Chi condivide gli ideali della Massoneria è anch’egli un Massone a prescindere se egli sia stato iniziato o meno alla Massoneria.

Ecco cosa dice un Gran Maestro del Grande Oriente di Francia, 33° Grado del Rito Scozzese:

‘Un uomo che, pur non essendo massone, condivide ed appoggia i nostri principi, è già un massone senza grembiule‘,

confermate dal satanista Albert Pike, pure lui un massone del 33° del Rito Scozzese, che disse:

‘Si incontrano molti Massoni che non si sono mai sottoposti all’iniziazione’

4) Accolto con entusiasmo dalla massoneria (italiana e ebraica)

bergoglio-ebrei

– La Massoneria Italiana: ‘Con Papa Francesco nulla sarà più come prima’
https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/14/la-massoneria-italiana-con-papa-francesco-nulla-sara-piu-come-prima/

– La potentissima Massoneria ebraica dà il benvenuto a Francesco I
https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/17/la-potentissima-massoneria-ebraica-da-il-benvenuto-a-francesco-i/

– B’nai B’rith, il ramo ebraico della massoneria
https://gianmicheletinnirello.org/2014/07/16/bnai-brith-il-ramo-ebraico-della-massoneria/

5) Era il candidato del massone Carlo Maria Martini al precedente conclave

jorge-mario-bergoglio-martini-massoneria

– Il nuovo ‘papa’ era il candidato del cardinale massone Carlo Maria Martini
https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/14/il-nuovo-papa-era-il-candidato-del-cardinale-massone-carlo-maria-martini/

6) L’anello del pescatore che indossa è stato fatto da un massone

anello-pescatore-francesco

– L’anello del pescatore del nuovo ‘papa’ Francesco è stato fatto da un massone
https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/20/lanello-del-pescatore-del-nuovo-papa-francesco-e-stato-fatto-da-un-massone/

7) Simbolo massonico sullo stemma episcopale di Bergoglio

– Simbolo massonico sullo stemma episcopale del nuovo ‘papa’ Jorge Mario Bergoglio
https://gianmicheletinnirello.org/2013/04/02/simbolo-massonico-sullo-stemma-episcopale-del-nuovo-papa-jorge-mario-bergoglio/

Papa Francesco, nel suo stemma, ha cambiato il simbolo della stella a cinque punte.

– CLAMOROSO: Il ‘papa’ Francesco ha fatto sostituire il simbolo massonico sul suo stemma con un altro simbolo massonico
https://gianmicheletinnirello.org/2013/05/09/clamoroso-il-papa-francesco-ha-fatto-sostituire-il-simbolo-massonico-sul-suo-stemma-con-un-altro-simbolo-massonico/

stemmi-papali

8) Eletto il 13-03-2013

La somma dei numeri (1+3+0+3+2+0+1+3) è 13. Numero tipicamente massonico per eccellenza…

[…] il numero 13 rappresenta la ribellione contro l’autorità di Dio, ed è generalmente considerato come il numero di Satana [..] (http://www.cuttingedge.org/n1040.html)

9) Appoggia l’omosessualità

Jorge Mario Bergoglio, Pope Francis

– Quando era cardinale sosteneva le unioni civili omosessuali
http://giacintobutindaro.org/2013/03/22/quando-il-cardinale-jorge-bergoglio-ora-papa-francesco-appoggiava-le-unioni-civili-omosessuali/

– Francesco chiama gli omosessuali ‘fratelli’
https://gianmicheletinnirello.org/2013/08/17/francesco-chiama-gli-omosessuali-fratelli/

– Francesco: «Chi sono io per giudicare un gay?»
http://giacintobutindaro.org/2013/07/30/francesco-chi-sono-io-per-giudicare-un-gay/

– Francesco è la ‘persona dell’anno’ per tanti omosessuali
http://giacintobutindaro.org/2013/12/18/francesco-e-la-persona-dellanno-per-tanti-omosessuali/

9) Atei o credenti sono tutti figli di Dio proprio come dicono i massoni

ateismo-francesco-ok-1024x289

francesco-udienza-media

– Per Francesco tutti gli uomini sono figli di Dio, come per la Massoneria
https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/24/per-francesco-tutti-gli-uomini-sono-figli-di-dio-come-per-la-massoneria/

– Secondo ‘papa’ Francesco anche gli atei vanno in paradiso
https://gianmicheletinnirello.org/2013/05/26/secondo-papa-francesco-anche-gli-atei-vanno-in-paradiso/

10) Segni massonici di riconoscimento

Mano nascosta

arco reale bergoglio napoleone

Il “segno” del massone dell’Arco Reale

La figura riportata [quella a sinistra] è ripresa direttamente dal libro Raccolta di Rituali Massonici di Duncan (terza edizione). L’immagine rappresenta un Massone dell’Arco Reale mentre fa il magico Segno del Maestro del Secondo Velo. Nel libro di Duncan il candidato presenta questo segno in occasione del passaggio di alcuni ospiti di Babilonia. Il loro obiettivo: ricostruire il Tempio di Salomone in Gerusalemme e successivamente stabilire un impero ebraico mondiale.

mano nascosta personaggi famosi

bergoglio-mano-nascosta

Eccolo in autobus mentre, consapevole di essere fotografato, nasconde la mano.

– La mano nascosta del Cardinale Jorge Bergoglio, ora ‘papa’ Francesco
http://giacintobutindaro.org/2013/03/22/la-mano-nascosta-del-cardinale-jorge-bergoglio-ora-papa-francesco

10) Ecco cosa dicono i Cattolici Tradizionalisti su Francesco I

bergoglio-chiesa viva

I Cattolici che gestiscono la rivista ‘Chiesa Viva’ del defunto don Luigi Villa hanno pubblicato nel mese di Maggio del 2013 un interessante articolo su ‘papa’ Francesco I intitolato ‘FRANCESCO VESCOVO DI ROMA’.

Ecco alcune delle parole interessanti della rivista n°460 di Maggio 2013:

Il padre della “Teologia della Liberazione”, il francescano p. Leonardo Boff, in un’intervista su “Der Spiegel” sull’elezione del card. Bergoglio, ha dichiarato: «Papa Francesco è più liberale di quanto non si pensi. (…) Su temi come contracettivi, celibato dei preti e omosessualità, Bergoglio, da Cardinale, ha seguito una linea conservativa solamente per le pressioni del Vaticano. (…) Un paio di mesi fa, per esempio, egli approvò che una coppia omosessuale adottasse un bambino (…)».
E poi ha aggiunto: «Adesso, Egli è Papa e può fare tutto quello che vuole».

E perché i mass-media ci raccontano proprio l’opposto?

Francesco, al termine dell’udienza con i giornalisti, non ha impartito la classica e solenne benedizione apostolica, ma ha usato la straordinaria innovazione di una “benedizione

silenziosa”, per “rispetto” nei confronti dei credenti di altre religioni e dei non credenti.

Saprà Francesco che nelle Logge massoniche – per statuto – è proibito parlare di religione? Esse, infatti, riuniscono credenti e non credenti di varie religioni e nessuna confessione può essere imposta, perché tutte devono essere “rispettate”.

Perché il card. Jorge Bergoglio, nel precedente conclave del 2005, è stato il candidato proposto dal massone card. Carlo Maria Martini, che era solito presiedere i riti di iniziazione massonica in Venezuela?

In un documento del 26 luglio 1999, il card. Jorge Mario Bergoglio ringrazia il Sig. Juan Carlos Becciù, Presidente del Rotary Club di Buenos Aires, per essere divenuto “Membro Onorario di questa prestigiosa Istituzione”. Ma il Cardinale non aveva mai letto il giudizio negativo della Chiesa su questa Istituzione?

Nel 1928, i Vescovi di Palencia, Orense, Tuy, Leon e Almería, scrissero che il Rotary è “una nuova organizzazione satanica, esecrabile e perversa, vicina alla Massoneria”, e che il Rotary “esplicitamente professa un laicismo assoluto, una indifferenza religiosa universale e cerca di moralizzare gli individui e le società attraverso una dottrina radicalmente naturalistica, razionalista e anche atea”.

L’alta Massoneria Ebraica dei B’nai B’rith dell’Argentina ha accolto con favore l’elezione del cardinale Jorge Mario Bergoglio come Francesco con queste parole:

«Il Cardinale Jorge Mario Bergoglio è un cattolico impegnato nel dialogo interreligioso ed ha costruito una forte relazione fraterna con la comunità ebraica argentina, in particolare con i B’nai B’rith che sono stati gratificati dal suo atteggiamento cordiale e sincero.

I B’nai B’rith hanno realizzato, con il suo sostegno, la commemorazione della Notte dei Cristalli in varie chiese della diocesi di Buenos Aires, tra le quali due volte nella Cattedrale Metropolitana della Città di Buenos Aires. Inoltre, in due occasioni, è stato lui che ha presentato i pensieri finali dopo la lettura del testo liturgico “Dalla morte alla speranza”; la più recente è stata il 12 novembre 2012.

Egli aveva anche sostenuto la celebrazione della Pasqua Ebraica nella Basilica di San Francesco nel 2009. Riconosciamo in Francesco un amico degli ebrei, un uomo favorevole al dialogo e impegnato nell’incontro fraterno. Siamo sicuri che nel suo mandato papale Egli potrà mantenere lo stesso impegno e mettere in atto le sue convinzioni nel cammino del dialogo interreligioso».

Quindi, l’Alta Massoneria Ebraica dei B’nai B’rith ci offre un’autorevole assicurazione che il mandato papale di Francesco sarà sicuramente caratterizzato da un impegno nel dialogo interreligioso e da una forte relazione fraterna con la comunità ebraica.

Perché questa “relazione fraterna” con i peggiori nemici di Cristo, della Sua Chiesa e dei popoli cristiani?

Anche Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, commenta positivamente l’inizio del pontificato di Francesco, al secolo Jorge Mario Bergoglio:

«Uomo dei poveri e lontano dalla Curia. Fraternità e voglia di dialogo le sue prime parole concrete: forse nella Chiesa nulla sarà più come prima. Il nostro auspicio è che il pontificato di Francesco, il Papa che “viene dalla fine del mondo” possa segnare il ritorno della Chiesa-Parola rispetto alla Chiesa-Istituzione, promuovendo un confronto aperto con il mondo contemporaneo, con credenti e non, secondo la primavera del Vaticano II.

Il gesuita che è vicino agli ultimi della storia ha la grande occasione per mostrare al mondo il volto di una Chiesa che deve recuperare l’annuncio di una nuova umanità, non il peso di un’istituzione che si arrocca a difesa dei propri privilegi. (…) La semplice croce che ha indossato sulla veste bianca lascia sperare che una Chiesa del popolo ritrovi la capacità di dialogare con tutti gli uomini di buona volontà e con la Massoneria che, come insegna l’esperienza dell’America Latina, lavora per il bene e il progresso dell’umanità, avendo come riferimenti Bolivar, Allende e José Martí, solo per citarne alcuni. È questa la “fumata bianca” che aspettiamo dalla Chiesa del nostro tempo».  (Chiesa Viva – Maggio N°460, pag. 4, 5)

Per visualizzare l’articolo di ‘Chiesa Viva’ visitate il sito di ‘Chiesa Viva’ al seguente indirizzo http://www.chiesaviva.org/anno-2013.html.

30 commenti su “Francesco I (Jorge Mario Bergoglio) è massone? Giudicate voi

  1. Gianni scrive:

    Signor Gian Michele Tinniriello, cosa si fuma prima di scrivere certe idiozie? Stia attento perché le droghe psicotrope fanno male a lei e a quelli che credono alle cose che scrive.

  2. Susanna scrive:

    La Massoneria non può essere in contrasto con alcuna religione e sai perché? Perché non essendo un’organizzazione religiosa, non avendo fini religiosi, necessariamente non può contrastare con alcuna religione. L’importante per essere un buon Massone è credere in un’entità superiore, che sia Dio, Jahweh, Allah, chiamalo come vuoi. Significa che la Massoneria esige che i suoi iniziati siano uomini di Fede, non importa di quale. Puoi essere bianco o nero, cristiano o ebraico, etero o gay, operaio o politico, filocomunista o filofascista. La Massoneria ha comunque un posto per te, purché tu sia un uomo incensurato, umile e pronto ad aprire la tua mente. Cosa c’è di sbagliato in questo? Nulla, e dato che questa organizzazione accoglie persone con culture e religioni differenti, per eguagliare e rendere pari tutti i Fratelli Iniziati, si è deciso di dare un nome che faccia da denominatore comune all’entità superiore. GADU, il Grande Architetto Dell’Universo. Se non conoscessi la Massoneria (si vede chiaramente che non ne sai praticamente nulla, dato che ti limiti a fare minestroni di fonti, continui a citare il diavolo e non esponi alcun fatto) diciamo allora: se non conoscessi la parola Massoneria e non ti avessero fatto il lavaggio del cervello su questa Società Esoterica, e qualcuno si appellasse al tuo Dio, qualunque esso sia, definendolo Grande Architetto dell’Universo, tu capiresti al volo di chi si parla, senza offenderti. La Massoneria non è una religione, nei riti non si pratica un culto religioso, la Massoneria è ricerca della liberazione per sè stessi e per l’umanità intera, un nuovo modo per concepire il mondo inteso come percorso di Vita. Questo tramite il Simbolismo, che non è l’adorazione di simboli, quanto lo studio di essi, cercando di interpretarli per come erano stati ideati in principio, rispettando così la volontà di chi li ha concepiti tramandandoceli nell’arco dei secoli…questo è il secreto (participio passato di secernere) della Massoneria.
    Che poi il tuo sia fanatismo religioso e la tua apertura mentale sia pari a zero, questo è un altro conto. La tua testa è piena, non c’è spazio per altri concetti, il tuo ego è gonfio e la tua spavalderia ti precede. Io non condivido il tuo modo di vedere le cose come tu non condividerai certamente il mio. La differenza sta nel fatto che io non offendo il fanatismo religioso, le fedi religiose diverse dalla mia e non cerco di inculcare agli altri insegnamenti senza alcun fondamento veritiero. Detto questo, ricordati che siamo Uomini (neutrale, inteso come uomini e domne), in quanto tali siamo molto lontani dal poterci definire perfetti. Questo per farti capire che è il singolo, secondo la sua coscienza, a prendere decisioni sbagliate, ma questo non significa che quando una persona fa del male tutto il sistema che gira attorno ad essa sia errato o corrotto. Di qualsiasi sistema si stia parlando, anche di quello che tu veneri. Per terminare, ti consiglio di smettere di dire che la Massoneria promuove il culto del Diavolo…è ridicolo e mette in evidenza la tua ignoranza. Saluti.

    • Tu scrivi:
      La Massoneria non può essere in contrasto con alcuna religione e sai perché?

      Io ti rispondo:
      Come hai potuto leggere (anche sei non hai capito tanto) il Cristianesimo non può andare d’accordo con la Massoneria.
      Con il tuo modo di pensare hai contrastato fortemente il Cristianesimo. Per te non fa differenza chi si adora. Invece con Cristo è tutto diverso. Lui è la Verità, la Via e la Vita. Lui e NESSUN altro. Perché la Verità non è opinabile come voi massoni credete.

      Tu scrivi:
      Perché non essendo un’organizzazione religiosa, non avendo fini religiosi, necessariamente non può contrastare con alcuna religione.

      Io ti rispondo:
      La Massoneria è una religione? Leggi cosa c’è scritto nel libro che ti ho citato. I tuoi fratelli massoni pensano che sia una religione o meglio la religione.

      I Massoni, ogni qualvolta ne hanno l’opportunità, ci tengono a fare affermazioni come queste: ‘La Massoneria non è una religione né il sostituto di una religione. Essa richiede ai suoi appartenenti la piena e sincera credenza in un Essere Supremo ma non fornisce una propria dottrina di fede. La massoneria è aperta agli uomini di tutte le fedi religiose. Durante le proprie riunioni qualsiasi discussione di carattere teologico è vietata.’ ed ancora: ‘La Massoneria è priva degli elementi fondamentali di una religione: a) Non possiede alcuna dottrina teologica e, vietando le discussioni sulla religione durante le proprie riunioni, non permette l’insorgere di una dottrina teologica massonica. b) Non offre sacramenti e non esercita alcun culto. c) Non pretende di condurre alla salvezza tramite opere, conoscenze segrete o qualsiasi altro mezzo’.

      Ma stanno veramente così le cose? E’ proprio vero che la Massoneria non è una religione? La risposta è ‘No’, in quanto proprio dei Massoni autorevoli la definiscono una religione.

      Albert Pike, che era un 33°, infatti ha affermato quanto segue: ‘Ogni Loggia Massonica è un tempio di religione; e i suoi insegnamenti sono istruzioni nella religione’ – Every Masonic Lodge is a temple of religion; and its teachings are instructions in religion – (Albert Pike, Morals and Dogma, pag. 213 – 13° Cavaliere dell’Arco Reale di Salomone – http://www.sacred-texts.com/mas/md/md14.htm; nell’edizione italiana la seconda parte è stata tradotta così: ‘I suoi insegnamenti restituiscono un patrimonio religioso’), ed ancora: ‘Qualunque cosa possa inculcare sentimenti puri, nobili e patriottici, o che tocchi il cuore con la bellezza della virtù e con l’eccellenza di una vita onesta è in accordo con la religione della Massoneria ed è [il] Vangelo della letteratura e dell’arte‘ (Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione Italiana, Vol. 2, pag. 154 – 13° Cavaliere dell’Arco Reale di Salomone).

      Umberto Gorel Porciatti, anche lui un 33°, ha detto: ‘… vien fatto di chiedersi se la Massoneria non sia una religione: rispondo nettamente che la Massoneria è la Religione‘ (Umberto Gorel Porciatti, Simbologia Massonica: Massoneria Azzurra, Orizzonti, Roma 1946, pag. 27). E Ugo Lenzi, che fu Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia dal 1949 fino alla sua morte, l’ha definita ‘la più grande, la più bella, la più nobile, la più civile di tutte le religioni!’ (Ugo Lenzi, in Gran Loggia Nazionale dei Liberi Muratori d’Italia, 1951, pag. 51. Bollettino del G\O\ d’Italia).

      E infatti se si considera che i Massoni si riuniscono in Templi dove innalzano preghiere ad una divinità, hanno un altare e un libro considerato sacro, dei ‘ministri’, un rituale di iniziazione per i loro membri, una morale che insegnano, credono nell’immortalità dell’anima e in una salvezza futura per conseguire la quale insegnano cosa bisogna fare, non si può fare altro che dire che la Massoneria è una religione. E quindi mentono quei Massoni che negano che la Massoneria sia una religione.

      A questo punto qualcuno si domanderà come mai la maggior parte dei Massoni ci tiene a negare che la Massoneria sia una religione. La risposta è che se la Massoneria si presentasse come un’altra religione non potrebbe guadagnare così tanti ‘convertiti’. Per cui dal loro punto di vista è necessario ricorrere all’inganno per mantenere i vecchi ‘convertiti’ e guadagnarne di nuovi.

      Stabilito dunque che la Massoneria è una religione, adesso vediamo quello che essa afferma sulla Bibbia, su Dio, Gesù Cristo, la Trinità, la creazione, il diavolo, l’uomo e il peccato, la salvezza, e su altre cose, al fine di capire se sia lecito per un Cristiano entrare a far parte di questa istituzione religiosa.

      Tratto da: http://www.lanuovavia.org/massoneria/text/54ed2693(massoneria_smascherata)-26.html

      I massoni che ingannano altri massoni. Questa è la fratellanza

      La Massoneria Azzurra in realtà viene usata per ingannare i Massoni, facendogli credere tramite di essa di conoscere la Massoneria quando in realtà non la conoscono. Il massone statunitense Albert Pike (1809-1891), che viene considerato da non pochi massoni ‘Il Platone della Massoneria’ o anche ‘Il Papa della Massoneria’, che era Massone di 33° grado del Rito Scozzese della Massoneria e che ha scritto La Morale ed il Dogma dell’Antico e Accettato Rito Scozzese (In inglese il titolo abbreviato è Morals and Dogma), che è per molti massoni una specie di Bibbia della massoneria mondiale – infatti ha affermato: ‘I gradi azzurri [ossia della Massoneria azzurra] non sono che il cortile esterno o il portico del Tempio. Parte dei simboli sono esposti là all’iniziato, ma egli viene intenzionalmente indotto in errore tramite false interpretazioni. Non è inteso che egli li debba capire; ma che egli immagini di capirli. La loro reale interpretazione è riservata agli Adepti, ai Principi della Massoneria’ (Albert Pike, Morals and Dogma, 1871, pag. 819 – 30° Cavaliere Kadosh – http://www.sacred-texts.com/mas/md/md31.htm

      Tratto da ‘La Massoneria Smascherata’ pag. 46
      Sarebbe buono che studiassi prima di scrivere.

      Capitolo 8 – Satanismo, Magia ed Esoterismo nella Massoneria
      http://www.lanuovavia.org/massoneria/text/54ed2693(massoneria_smascherata)-28.html

      Capitolo 9 – Massoneria, poteri criminali, finanza e magistratura
      http://www.lanuovavia.org/massoneria/text/54ed2693(massoneria_smascherata)-29.html

      Capitolo 10 – Massoneria, Illuminati e Gesuiti
      http://www.lanuovavia.org/massoneria/text/54ed2693(massoneria_smascherata)-30.html

      Scarica il libro ‘La Massoneria Smascherata’ è gratuito
      http://www.lanuovavia.org/massoneria/text/index.html

    • Pace a te Susanna.
      Mi dispiace tanto che tu abbia gli occhi così chiusi da non vedere che la Massoneria è in realtà una RELIGIONE.
      Comunque sia, se siamo noi religiosi ad avere la mente chiusa, cerchiamo persone che ce la aprano, e ci facciano capire come mai nella MASSONERIA comunque NON ACCETTANO TUTTI! Più sei importante, e più ti ACCETTANO, se sei povero invece no!
      Strano, se i massoni si dichiarano DI MENTE APERTA, SENZA PREGIUDIZI, dovrebbero bensì DIMOSTRARLO NEI FATTI E NON A PAROLE.
      Ti ricordo ancora la storia della MASSONERIA, che fino a qualche tempo fa, I NERI non ne potevano fare parte, infatti sono nate logge e templi massonici solo per neri.
      Forse qualcuno ci potrà dire che I MASSONI HANNO APERTO LA LORO MENTE E IL LORO CUORE DA POCHI anni! Bene, ma la macchia rimane.
      Ancora, I MASSONI ACCUSANO NOI RELIGIOSI ancora di essere superstiziosi, e loro credono a delle FAVOLETTE DA VECCHIE che neppure i fanciulli molto piccoli farebbero fatica ad accettarle come vere. Insomma, bisogna che qualcuno ve lo dica che la BEFANA, BABBO NATALE non esistono, come non esistono I PERSONAGGI DEI RACCONTI di cui la MASSONERIA è pregna.

      I massoni si vantano di avere la mente aperta, di essere esseri liberi, di non avere paletti, ma già qualcuno glielo abbiamo dimostrato che ce l’hanno, poi aggiungiamo questo, ma se io entrassi nei loro TEMPLI, facessi una preghiera a Dio Padre nel nome di Gesù Cristo, la accetterebbero? Da che so io non l’accetterebbero, e sarei cacciato fuori (non vi agitate massoni, non c’è questo pericolo che io mi ritrovi nei vostri templi, non vi preoccupate).
      Si riempiono la bocca della parola libertà, si vantano di avere la mente libera, ma in realtà sono così PREGNI di PREGIUDIZI e di SCHIAVITU’, da far concorrenza alle sette più strane che si sono affacciate a questo mondo.

      Come in ogni setta di cui molti fanno parte, credono di conoscere l’ambiente in cui si trovano, invece gli sono stati nascosti i reali obiettivi, gli scopi fondamentali della setta, e sono nella OMBRA TOTALE, nell’oscurità più assoluta. Dicono agli altri di essere AL BUIO, invece sono loro stessi nell’ombra più totale, la loro mente giace completamente nell’oscurità.

      Comunque sia, voi massoni se parlate di LIBERTA’, cominciate a fare entrare le DONNE NEI VOSTRI TEMPLI, cominciate ad accettare tutti, COMINCIATE A FARE QUESTO, e poi ne riparliamo, avrete così dimostrato di fare grandi passi avanti verso L’ELIMINAZIONE DI OGNI PREGIUDIZIO MENTALE, e di cercare veramente la libertà e l’apertura MENTALE, che per ora, scusate se sono io, uno sconosciuto, a dirvelo, ma le cose stanno proprio così.

      Voi continuate ad adorare il vostro dio, che chiamate ARCHITETTO, che chiamate LUCIFERO, ma noi continueremo ad ADORARE l’Iddio che ha fatto i cieli e la terra, che ha mandato il suo figliolo Gesù Cristo sulla terra per salvre gli uomini dai loro peccati, che ancora oggi perdona e purifica dai peccati coloro che si ravvedono dalle loro opere e credono nell’evengelo.
      L’Evangelo è aperto a tutti, maschi e femminre, bianchi e neri, ricchi e poveri, questo veramente è lbertà di accettare tutti quanti, questo è ESSERE SENZA PREGIUDIZIO, questa è la VERITA’ che salva le anime dall’inferno, altro che MASSONERIA, che è piena di FALSITA’ e di PREGIUDIZI.
      Per finire, voglio far notare ancora questo, se LA MASSONERIA VERAMENTE opera per il bene della società e del mondo, per quale MOTIVO OPERA IN SEGRETO? Per quale motivo minaccia di morte coloro che svelano i segreti? Anche questa imposizione non rende LIBERI, ma schiavi, perché una persona non è libera di parlare, ma è OBBLIGATO A STARE IN SILENZIO, pena la morte. E’ proprio una bella istituzione, complimenti a chi ne fa parte, siete proprio utili per il mondo, lo stiamo proprio vedendo tutto quello che stanno facendo i MASSONI E GLI ILLUMINATI, lo vediamo quante guerre e quanti morti hanno fatto per portare LA LORO APERTURA DI MENTE, lo abbiamo proprio visto nella storia.
      Tenetevela l’apertura di mente e l’aiuto portato AFFAMANDO I POPOLI, portando guerra ed eliminando i vostri AVVERSARI, e meno male che parlate di libertà. Voi parlate di libertà, ma gli altri non SONO LIBERI DI CONTRASTARVI, di esprimere le loro convinzioni contrarie alle vostre.

      SE NON SIETE UNA ISTITUZIONE RELIGIOSA, ALLORA TOGLIETE AL PIU’ PRESTO LA BIBBIA DAI VOSTRI ALTARI, CHE E’ UNO SCEMPIO SAPERE CHE AVETE LA SACRA BIBBIA NEI VOSTRI TAVOLINI.
      Siete BUGIARDI e malvagi fino nelle midolla, e la storia lo ha dimostrato ampiamente.

    • Alberto scrive:

      la risposta del sig. Tinnirello mi sembra abbastanza ridicola. C’è fior di letteratura massonica! Se la cava citando qualche passo di Pike e qualcun altro, come se, da allora la massoneria fosse rimasta immobile. La confutazione poi, avviene solo mediante citazioni bibliche. Viene da chiedersi se si è capaci di pensiero autonomo all’interno di questi movimenti cristiani.

      • Alberto, la confutazione biblica è rivolta alle concezioni e ideologie massoniche affinché i Cristiani si guardino da questa religione. Tutto questo serve a far capire che il Cristianesimo è incoliabile con la Massoneria. Le citazioni di Pike e di altri massoni di ALTO grado, vengono fatte per dimostrare cosa realmente si cela dietro questa cosiddetta fratellanza. E lo stesso Pike che dice che i massoni che fanno parte della massoneria azzurra vengono volutamente ingannati. Quindi la letteratura che mi potresti citare potrebbe essere scritta per camuffare il vero scopo della massoneria.

        Tratto da: ‘La Massoneria Smascherata’ pag. 46

        La Massoneria Azzurra in realtà viene usata per ingannare i Massoni, facendogli credere tramite di essa di conoscere la Massoneria quando in realtà non la conoscono. Il massone statunitense Albert Pike (1809-1891), che viene considerato da non pochi massoni ‘Il Platone della Massoneria’ o anche ‘Il Papa della Massoneria’, che era Massone di 33° grado del Rito Scozzese della Massoneria e che ha scritto La Morale ed il Dogma dell’Antico e Accettato Rito Scozzese (In inglese il titolo abbreviato è Morals and Dogma), che è per molti massoni una specie di Bibbia della massoneria mondiale – infatti ha affermato:

        ‘I gradi azzurri [ossia della Massoneria azzurra] non sono che il cortile esterno o il portico del Tempio. Parte dei simboli sono esposti là all’iniziato, ma egli viene intenzionalmente indotto in errore tramite false interpretazioni. Non è inteso che egli li debba capire; ma che egli immagini di capirli. La loro reale interpretazione è riservata agli Adepti, ai Principi della Massoneria’

        (Albert Pike, Morals and Dogma, 1871, pag. 819 – 30° Cavaliere Kadosh – http://www.sacred-texts.com/mas/md/md31.htm)

      • Claudio Sanesi scrive:

        La massoneria non è una religione. Sul sito del GOI vi è un lungo intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi a tal proposito. Si tratta della posizione ufficiale della massoneria del Grande Oriente, espressa dopo un’intensa attività di studio, convegni e confronti. E’ la posizione più recente e volta a risolvere il problema del rapporto di ogni massone con la religione. Lenzi esprimeva una posizione personale, Porciatti una posizione personale nel 1946, Pike appartiene, oramai, all’archeologia tant’è vero che tanti rituali cui fa riferimento sono, dalla fine dell’800 cambiati….Consiglio di studiare un po’ di più i rituali per capire cosa sia la massoneria: alcuni, su internet si trovano.

      • Va bene, tu studiati questo studio:

        La Massoneria è una religione
        http://www.sentieriantichi.org/massoneria/01-confutazione-massoneria-religione.html

        p.s. non è soltanto Pike a dire che la Massoneria è una religione.

  3. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, noi non siamo religiosi Susanna, questo e’ una volgare definizione che si da a un seguace di CRISTO. NOI SIAMO DISCEPOLI nulla a che vedere con le famigerate sette, che cospirano ai danni del Cristianesimo. GESU’ E L’ AUTORE E’ COMPITORE DELLA CREAZIONE, perche’ tutte le cose sono state fatte per mezzo di lui ( la parola) e senza di lui nessuna delle cose fatte e’ stata fatta. tu sostieni il contrario, asserendo che DIO si puo’ conoscere attraverso la creazione, non CONSIDERANDO che egli stesso e’ il CREATORE! RICORDA….. GESU’ E LA VIA LA VERITA’ E LA VITA E NESSUNO POTRA ANDARE DAL PADRE SE NON PER MEZZO DI ESSO….ne maometto! ..ne budda!..ne zarathustra..ecc! potranno salvarti se non ti converti dal castigo a venire!

    • stefano scrive:

      Non pensavo che potessero esserci blog di integralisti cristiani…La religione degli antichi greci é durata circa 1500 anni e anche quella religione lì conosce la resurrezione (quella di un dio: dioniso, smembrato dai Titani). L’antica religione egizia é durata pure, con tutte le varianti, qualche migliaio di anni. Poi ci sono le religioni orientali: confucianesimo, buddismo; quelle dell’India, dell’America Latina, degli indiani d’America.Ogni popolo della terra ha concepito le proprie religioni in obbedienza all’istinto del sacro…Eppure la presunzione di questo integralismo cristiano di possedere l’unica verità é lenta a morire! Nemmeno la scienza che oramai sta accantonando l’idea di una creazione e che sta arrivando con Hawking alla cosiddetta teoria del tutto riesce a scalfire le superstizioni lette finora. Ma anche all’interno delle scritture la creazione é un’illazione. La cosiddetta creazione dal nulla, infatti é un’invenzione di Ireneo, ripresa da Agostino di Ippona il quale stabilisce l’interpretazione corrente dell’inizio del genesi.Ne’ oramai é conciliabile l’idea della creazione con il Big Bang -conciliazione che aveva entusiasmato tanto Paolo VI- dal momento che esso va considerato solo in senso relativo come uno dei tanti che si sono verificati. Giovanni pAolo II poi ha dovuto ammettere che le teorie evoluzionistiche di Darwin non siano solo ‘mere ipotesi’ per cui parlare di primo uomo può solo appartenere alla sfera del mito. Il famoso decalogo dei comandamenti poi, lo si trova paro paro nel codice di Hammurabi ed ha assonanze con il Libro dei morti Egiziano, altro che originalità! I Vangeli inoltre, di là da alcune contraddizioni ad esempio circa la nascita di Gesù ‘a Betlemme sotto Erode’ secondo Matteo durante il censimento voluto da cesare Augusto quando era governatore Quirino -con uno scarto di dieci anni- scritti nel greco della koiné, sembrano ricalcare la supposta realizzazione di profezie bibliche. E’ questo un procedimento non storico ma mitologico e, alla mitologia, a mio avviso appartengono le vicende di Cristo né più né meno dei racconti dell’Odissea omerica. Questo non significa che l’Odissea o i Vangeli possano insegnarci qualcosa ma da qui a ritenere di avere la verità in tasca….ce ne passa!!

      di possedere l’unica verità é pari

      • Ciao Stefano, leggendo il tuo commento capisco che in materia di Bibbia sei piuttosto confuso e ignorante. Ecco perché fai un bel minestrone! Sicuramente ti baserai su qualche libro fatto da atei che odiano Dio, tipo “Illusione di Dio” di Richard Dawkins. Dawkins a livello teologico è molto ignorante. Infatti Alister McGrath nel suo libro “L’illusione di Dawkins” scrive:

        “… il critico culturale e letterario Terry Eagleton ha sottolineato nella sua fulminante recensione de L’illusione di Dio: «Immaginate qualcuno che pontifichi sulla biologia, la cui unica conoscenza della materia si basi sul Libro degli uccelli britannici, avrete un’idea generale di ciò che si prova a leggere Richard Dawkins che scrive di teologia»” (Alister McGrath con Johanna Collicutt McGrath, L’illusione di Dawkins, Il fondamentalismo ateo e la negazione del divino, pag. 19)

        Quindi, Dawkins, basa la sua conoscenza teologica su qualche libro, sicuramente scritto da atei incompetenti, piuttosto che gente del mestiere. E come chiedere aiuto a un muratore per fare la tesi di Laurea in Economia Aziendale.

        Il Cristianesimo, essendo che viene da Dio, non morirà mai. Del resto Gesù l’ha detto che: “le porte dell’Ades non la potranno vincere” (Matteo 16:18), quanto più resisterà davanti agli attacchi da parte degli uomini.

        Risposte sulla Creazione
        Paolo VI e Giovanni Paolo II erano entrambi massoni, ecco perché hanno accettato la teoria di Darwin che ha origini massoniche.
        Per info leggi questo articolo:

        La teoria dell’evoluzione ha origine massoniche

        La Creazione dal nulla NON è una invenzione di Ireneo. È il libro della Genesi che parla della Creazione dal nulla. Secondo me dovresti studiarti seriamente la Bibbia, oppure comprati qualche libro scritto da persone che conoscono bene la teologia Cristiana.
        Sempre più scienziati rigettano la teoria dell’evoluzione darwiniana. Nel mio blog potrai trovare dei documentari che confutano tali tesi. Sono sicuro che in vita tua non hai mai letto dei libri contro l’evoluzione.

        1. Confutazione della Teoria dell’Evoluzione
        2. Evoluzione: fatto o credenza?
        3. New Age: la cospirazione evoluzionista
        4. Evolution Vs. God

        Articoli contro la teoria dell’Evoluzione
        1. CIAO DARWIN – Il mito dell’evoluzionismo in frantumi di Paolo Zanotto
        2. La Datazione Radiometrica: Confuta la Bibbia?
        3. Le evidenze di un mondo giovane
        4. Il Creazionismo è scientifico?
        5. Che cosa dice la Bibbia sul dibattito ‘creazione contro evoluzione’?

        Risposte sul codice di Hammurabi

        Questo è quello che si legge in un sito disonesto chiamato utopia:

        La storia del Decalogo è stata copiata dalla storia del Codice di Hammurabi.
        Hammurabi, re babilonese, dichiara di essere stato chiamato dagli dèi per ricevere le Sacre Leggi.
        Shamash, il dio della giustizia, consegna a Hammurabi il codice delle Leggi sacre. Siamo intorno al 18° a.C., mentre la storia di Mosè risale al 13° a.C.

        Il Codice di HAMMURABI è basato sulla “legge del taglione” copiato successivamente dalla Bibbia (Esodo 21,24). Anche lo stile è simile: un linguaggio imperativo, esigente e accusatorio.

        Un esempio di somiglianza tematica tra il codice di Hammurabi e il Decalogo.
        Qualora un uomo rompa un dente ad un suo pari, gli sia rotto un dente ► Codice 200 di HAMMURABI
        Se uno farà una lesione al suo prossimo, si farà a lui come egli ha fatto all’altro ►Levitico 24,19
        http://www.utopia.it/Bibbia_10_comandamenti_codice_hammurabi.htm

        E queste sarebbero le prove per cui il decalogo sia copiato PARO PARO dal Codice di Hammurabi? Ma sai almeno cosa significa la parola DECALOGO? La parola DECALOGO deriva dal gr. δέκα “dieci” e λόγος “discorso” e significa “dieci discorsi o precetti”. Quindi i precetti o comandamenti devono essere dieci. In nessuno di questi precetti si parla della legge del taglione! Ecco quali sono i dieci comandamenti:

        Il primo: “Io sono l’Eterno, l’Iddio tuo, che ti ho tratto dal paese d’Egitto, dalla casa di servitù. Non avere altri dii nel mio cospetto” (Es. 20:2,3).

        Il secondo: “Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti” (Es. 20:4-6).

        Il terzo: “Non usare il nome dell’Eterno, ch’è l’Iddio tuo, in vano; perché l’Eterno non terrà per innocente chi avrà usato il suo nome in vano” (Es. 20:7).

        Il quarto: “Ricordati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fà in essi ogni opera tua; ma il settimo é giorno di riposo, sacro all’Eterno, ch’è l’Iddio tuo; non fare in esso lavoro alcuno, né tu, né il tuo figliuolo, né la tua figliuola, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né il forestiero ch’è dentro alle tue porte; poiché in sei giorni l’Eterno fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò ch’è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò l’Eterno ha benedetto il giorno del riposo e l’ha santificato” (Es. 20:8-11).

        Il quinto: “Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che l’Eterno, l’Iddio tuo, ti dà” (Es. 20:12).

        Il sesto: “Non uccidere” [lett. non commettere omicidio] (Es. 20:13).

        Il settimo: “Non commettere adulterio” (Es. 20:14).

        L’ottavo: “Non rubare” (Es. 20:15).

        Il nono: “Non attestare il falso contro il tuo prossimo” (Es. 20:16).

        Il decimo: “Non concupire la casa del tuo prossimo; non concupire la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna che sia del tuo prossimo” (Es. 20:17).
        https://gianmicheletinnirello.org/2011/06/23/la-manipolazione-dei-dieci-comandamenti/

        Il codice di Hammurabi contiene una raccolta di 282 leggi del re Hammurabi di Babilonia (http://it.wikipedia.org/wiki/Codice_di_Hammurabi) e non 10 come il decalogo.

        Risposte su Quirino e Erode

        In riferimento in Luca 2:2 a Quirino come governatore di Siria al tempo della nascita di Cristo (prima della morte di Erode il Grande nel 4 a. C.), è stato spesso ritenuto un errore perché si sa che Quirino divenne legato imperiale di Siria nell’anno 6 D.C.(Giuseppe Flavio, Antichità Giudaiche XVIII.I,1), ed ebbe la supervisione, in quello stesso anno, del censimento menzionato in Atti 5:37, che provocò l’insurrezione guidata da Giuda il galileo. Oggi. però, è ampiamente accettato che un censimento precedente, come descritto in Luca 2:1ss,

        (a) potrebbe essere avvenuto durante il regno di Erode il Grande,
        (b) potrebbe aver costretto ciascuno a tornare nella propria terra natia,
        (c ) potrebbe aver fatto parte di un censimento di tutto l’impero,
        (d) potrebbe essere avvenuto durante un precedente governatorato di Quirino in Siria.

        (a) Giuseppe Flavio ci informa che verso la fine del regno di Erode (37-4 a.C.) l’imperatore Augusta lo trattò più come subordinato che come amico (Ibid. XVI.9,3), e che tutta la Giudea fece voto di obbedienza ad Augusto come Erode (Ibid. XVII.2,4). L’effettuazione di un censimento imperiale in un regno vassallo (come era la Giudea durante il regno di Erode) non è un eccezione; durante il regno di Tiberio fu imposto un censimento al regno vassallo di Antioco, nell’est dell’Asia Minore (Tacitus, Annales VI.41).

        (b) L’obbligo fatto a ciascuna persona di registrarsi nel proprio domicilio di origine, che costrinse Giuseppe a ritornare a Betlemme, è stato illustrato da un editto nel 104 d.C. in cui C. Vibius Maximus, prefetto romano dell’Egitto, ne dà notizia in questo modo: “Siccome deve iniziare l’ascrizione per casate, è necessario notificare a tutti quelli che, per qualunque motivo, siano lontani dalla loro area amministrativa, di tornare a casa, alfine di adempiere alle regole abituali del censimento, e di rimanere poi nelle loro terre” (Cfr. A. Deissmann, Light from the ancient East, trad. dal ted., Hodder and Stoughton, Londo, 1927, p. 270ss.)

        (c) Vi sono prove sparse di censimenti effettuati in varie parti dell’impero tra gli anni 11 e 8 a.C., che terminano praticamente col papiro proveniente dall’Egitto, sopra citato.

        (d) Vi sono parecchie iscrizioni attestanti che quado Quirino iniziò il suo ufficio in Siria, nell’anno 6 d.C., era la seconda volta che fungeva da legato imperiale. La prima volta fu quando comandò una spedizione contro gli Homanadensiani, una tribù delle montagne dell’Asia Minore, all’incirca tra il 12 e il 6 a.C. Ma le prove non dicono espressamente in quale provincia egli fu legato imperiale in questo periodo. Sir William Ramsey proponeva che fosse la provincia di Siria (The bearing of recent discovery, op. cit., p. 275ss.). Abbiamo comunque un resoconto ininterrotto di quegli anni relative ai governatori della Siria, e in esso non troviamo Quirino; Ramsay suggeriva che egli ricevette l’icarico di legato straordinario aggiunto, per scopi militari. Per contro, ci sono buone ragioni per credere che il suo primo incarico nell’ufficio di legato imperiale fosse espletato in Galazia, e non in Siria (R. Syme, “Galatia and Pamphylia under August”, Klio XXVII (1934), p 122). Il problema non ha ancora una soluzione definitiva, ma è consigliabile seguire quei commentatori e filologi che traducono Luca 2:2 in questo modo: “Questo censimento avvenne prima di quello che Quirinio, governatore della Siria, fece” (Cfr N. Turner, Grammatical insights into the New Testament, T. & T. Clark, Edinburgh, 1965, p. 23-24. Alcuni studiosi seguendo così Tertulliano cambierebbero “Quirino” con “Saturnino”, che fu legato imperiale di Siria negli anni 8-6 a.C. (Adv. Marc. IV.19))

        Scritto tratto da: F.F. BRUCE, Possiamo fidarci del Nuovo Testamento?, Luglio 2006, GBU, pag. 101, 102

        Non risulta che il racconto di Luca sia mai stato contestato dagli storici antichi, nemmeno da un critico come Celso.

        QUIRINO nella Bibbia
        http://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200003607

        Sulla questione Storica

        Quali prove ci sono che Gesù è storicamente esistito?

        Cosa sono i rotoli del mar Morto?

        Interessante video in difesa della Storicità di Gesù e del Vangelo.
        http://www.losai.eu/video-perche-milioni-di-cattolici-ancora-credono-che-gesu-sia-risorto/

        Sito internet che risponde alle domande sulla Bibbia
        http://www.gotquestions.org/Italiano/

        Confutazioni delle apparenti contraddizioni
        NELLA BIBBIA VI SONO CONTRADDIZIONI?

        Esistono contraddizioni nella Bibbia?
        http://camcris.altervista.org/contrad.html

        Ma nella Bibbia ho trovato delle contraddizioni; come mai questo?
        http://www.lanuovavia.org/faq_bibbia2.html

        Se la Bibbia è la Parola di Dio, come si spiegano le sue contraddizioni?
        http://www.christiananswers.net/italian/q-comfort/contradictions-bible-ita.html

      • Stefano scrive:

        Ciao, Gianmcichele, scusa se insisto ma lo faccio per rendere interessante il nostro dibattito. Il comandamento ‘Non pronuncerai falsa testimonianza contro il tuo prossimo’ é presente nella I legge del codice di Hammurabi ma anche nella III e nella 127a; ‘Non ruberai’ é la legge XXII; ‘Non commettere adulterio’ é la legge 129; il Decimo Comandamento, così come riportato nel Deuteronomio é pur presente nella sezione di ‘diritto domestico’ del codice di Hammurabi. Continuo nel dire che anche secondo la tradizione babilonese, detto codice era ispirato da una divinità. Anche se non paro, paro come ho scritto precedentemete e sbagliando, delle analogie evidenti ci sono.
        Ti saluto cordialmente,
        Stefano

      • Stefano, il fatto che il codice di Hammurabi aveva qualche comandamento simile NON significa che Mosè copiò quelle cose dalla religione di Babilonia. Anzi i comandamenti che Dio ha dato tramite la Bibbia entrano nettamente in constrasto con le pratiche di allora tipo l’idolatria. La Bibbia ha sempre condannato l’adorazione delle statue o immagini cosiddette sacre.

        Il primo: “Io sono l’Eterno, l’Iddio tuo, che ti ho tratto dal paese d’Egitto, dalla casa di servitù. Non avere altri dii nel mio cospetto” (Es. 20:2,3).

        Il secondo: “Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti” (Es. 20:4-6).

        Il terzo: “Non usare il nome dell’Eterno, ch’è l’Iddio tuo, in vano; perché l’Eterno non terrà per innocente chi avrà usato il suo nome in vano” (Es. 20:7).

        Il quarto: “Ricordati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fà in essi ogni opera tua; ma il settimo é giorno di riposo, sacro all’Eterno, ch’è l’Iddio tuo; non fare in esso lavoro alcuno, né tu, né il tuo figliuolo, né la tua figliuola, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né il forestiero ch’è dentro alle tue porte; poiché in sei giorni l’Eterno fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò ch’è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò l’Eterno ha benedetto il giorno del riposo e l’ha santificato” (Es. 20:8-11).

        Il quinto: “Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che l’Eterno, l’Iddio tuo, ti dà” (Es. 20:12).

        Il sesto: “Non uccidere” [lett. non commettere omicidio] (Es. 20:13).

        Il settimo: “Non commettere adulterio” (Es. 20:14).

        L’ottavo: “Non rubare” (Es. 20:15).

        Il nono: “Non attestare il falso contro il tuo prossimo” (Es. 20:16).

        Il decimo: “Non concupire la casa del tuo prossimo; non concupire la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna che sia del tuo prossimo” (Es. 20:17).

      • Stefano scrive:

        Ciao Gianmichele, riconosco fondate le tue critiche: circa la Bibbia sono meno competente di te e, a riguardo del mio precedente post, mi scuso se dovesse essere risultato ‘urtante’ o offensivo. Per quanto riguarda il Decalogo so benissimo l’etimologia del termine. Ora, se ho errato nel definire il Decalogo ‘paro, paro’ al codice di hammurabi, delle analogie ci sono: il ‘non pronuncerai falsa testimonianza contro il tuo prossimo’ lo ritroviamo nella I legge del codice ma anche nella III e nella 127a; il ‘Non ruberai’ nella legge XXII; il ‘Non commetterai adulterio’ é la legge 129; il Decimo comandamento lo ritroviamo in varie leggi dove il codice tratta del diritto domestico.Le assonanze più evidenti sono, comunque, con il libro dei morti egiziano dove alcune delle 42 dichiarazioni di innocenza che l’anima del defunto doveva rivolgere agli dei della corte di Osiride recitano così:
        O corridore che vieni da Eliopoli, non ho commesso iniquità. O splendente che vieni dalle sorgenti del Nilo, on ho rubato. O faccia tremenda, che vieni da Rosetau, non ho ucciso. O spezzatore di ossa, che vieni da Eracleopoli, non ho detto falsa testimonianza. O malvagio, che vieni da Busiri, non ho desiderato la donna d’altri. O vedente che vieni dal macello, non ho fornicato con la donna d’altri. O, comandante che vieni da Nu, non ho bestemmiato. Ma ho dato pane agli affamati, acqua agli assetati, vestiti gli ignudi’.Che Paolo VI e Giovanni Paolo II fossero massoni é un’illazione non documentata. Possono avere avuto delle simpatie ma l’affiliazione a una loggia é una cosa ben diversa: é un atto che ha un valore giurisdizionale per la massoneria. Né é sufficiente, come ho trovato scritto qui, citando Pike che si può essere massoni ‘senza grembiule’. A riguardo della creazione dal nulla, premetto che ho usato il termine ‘inventata’, in senso etimologico, cioé ‘scoperta’ da Ireneo nello studiare il II Libro dei Maccabei dove é scritto al VII, 28:’ Ti scongiuro, figlio, contempla il cielo e la terra, osserva quanto vi é in essi e sappi che dio li ha fatti non da cose preesistenti; tale é anche l’origine del genere umano’.L’idea di una creazione dal nulla diventa esplicita in Agostino di Ippona. Nelle confessioni XII,7 egli stabilisce un’interpretazione dell’inizio del Genesi:’Sei tu, signore, tu che nel principio originato da te, nella tua spaienza nata dalla tua sostanza, hai creato qualcosa, e dal nulla. Hai creato il cielo e la terra, ma non traendoli dalla tua sostanza, perché in tal caso sarebbero stati uguali al tuo unigenito, quindi a te. Fuori di te non esisteva nulla da cui potessi trarre le cose, o Dio, Trinità una e unità Trina. Perciò creasti dal nulla il cielo e la terra’.Nella Bibbia, poi, il racconto della creazione segue due tradizioni una sacerdotale, dove il creatore é Elohim -un sostantivo plurale-l’altra Javista dove il creatore é Yahvé.Mi citi poi un autore che non conosco, tal Dawkin….non ho letto niente di lui. Ma tornando all’argomento da cui siamo partiti, di recente ho letto un testo intitolato ‘Vaticano massone’ che é stato scritto da Ferruccio Pinotti e da Giacomo Galeazzi dove si espone in modo documentato il rapporto tra massoneria e chiesa cattolica riportando perfino una lettere del Gran Maestro Virgilio Gaito al pontefice Giovanni Paolo II (pubblicazione alla quale lo stesso gran Maestro ha acconsentito). Questo a riprova che, effettivamente, rapporti tra massoneria e chiesa cattolica esistono. Circa l’influenza e il peso della massoneria sulla chiesa, non so dire. Certo che entrambe, chiesa e massoneria hanno passato periodi bui; questo é innegablie. Per me, lo ripeto, é una grande esperienza interiore perché, come ho letto anche in questo tuo blog, la massoneria é ‘inclusiva’ ,non attribuisce a nessuno il possesso della verità e, grazie a questo, al suo interno, accoglie le più diverse opinioni.Ora, per quanto mi riguarda, io sono affascinato da alcune teroie scientifiche recenti che riguardano il nostro cosmo, quelle dell’universo in espansione, quella teoria del ‘tutto’ che stanno elaborando alcuni astrofisici come Hawking; sono affascinato dalla formula di Schroedinger e dalle possibilità che dà al pensiero la legge dell’entropia. Ho ripreso a leggere la Bibbia, confesso, anche dallo stimolo ricevuto da te. Avevo iniziato, tempo fa….Avevo abbandonato la lettura dell’AT perché ero stanco di leggere di massacri (quelli degli Amaleciti per citarne alcuni), omicidi, punizioni volute da un dio geloso…Ero saltato a pié pari al nuovo testamento dove respiro un qualcosa di familiare. Confesso che la mia formazione é classica e conosco la profondità delle religioni classiche, in sostanza quella greco-romana. Qui, a riprova del mio interesse c’é uno studio da me pubblicato su Dioniso http://web.tiscali.it/mitologia/Dioniso-studio.htm
        E’ ovvio che sono aperto a ogni nutrimento dello spirito. Il Vangelo, comunque, perchi può, consiglio di leggerlo in greco e riflettere molto sul significato del termine logos.
        Ti saluto cordialmente, Stefano.

      • – Su Paolo VI e Giovanni Paolo II

        Stefano, oltre a leggerti il libro la Massoneria Smascherata, dovresti leggerti i libri di don Luigi Villa su Paolo VI e Giovanni Paolo II

        http://www.salpan.org/Recensioni/Recensioni_E.htm#CH_VIVA
        http://www.chiesaviva.org/paolo-vi.html
        http://www.unavox.it/Segnalazioni/VillaPaoloVIBeato.htm
        http://www.chiesaviva.org/component/search/?searchword=giovanni+paolo+II&ordering=&searchphrase=all
        http://giacintobutindaro.org/2013/07/05/francesco-fara-santi-due-papi-massoni/

        – Sulla creazione dal nulla

        Lascia stare i cosiddetti padri della Chiesa, perché sono stati loro ad introdurre nel cristianesimo varie filosofie e pratiche di altre religioni. Un loro prodotto è la Chiesa Cattolica Romana.

        Leggi l’articolo: Qual è l’origine della Chiesa Cattolica? http://www.gotquestions.org/Italiano/origine-Chiesa-Cattolica.html

        – Su Agostino d’Ippona

        leggi l’articolo: Le menzogne di Agostino d’Ippona http://giacintobutindaro.org/2010/05/13/le-menzogne-di-agostino-di-ippona-354-430/

        – Su Ireneo di Lione

        Le sue eresie sono: insegnava che i santi non vanno subito in cielo appena morti perché vi entreranno solo dopo la risurrezione:

        ‘Poiché il Signore ‘se n’è andato in mezzo all’ombra della morte’, dove erano le anime dei morti, poi è risorto corporalmente e dopo la risurrezione è stato elevato al cielo, è chiaro che anche le anime dei suoi discepoli, per i quali il Signore ha fatto queste cose, andranno nella regione invisibile, assegnata loro da Dio, e lì dimoreranno fino alla risurrezione, aspettando la risurrezione; poi riprenderanno i loro corpi e risusciteranno integralmente, cioè corporalmente, come risuscitò il Signore, e così andranno al cospetto di Dio. (…) Come dunque il nostro Maestro non se n’è andato appena si fu allontanato dal corpo, ma fu elevato al cielo dopo avere atteso il tempo della sua risurrezione stabilito dal Padre, il tempo indicato precedentemente per mezzo di Giona, ed essere risuscitato dopo tre giorni, così anche noi dobbiamo attendere il tempo della nostra risurrezione stabilito da Dio e preannunziato dai Profeti per poi risuscitare ed essere elevati al cielo, quelli che il Signore giudicherà degni di questo’ (Ireneo, Contro le eresie, Lib. V, 31,2).

        E insegnava la superiorità della Chiesa di Roma. Egli disse:

        ‘Ma poiché sarebbe troppo a lungo in quest’opera enumerare le successioni di tutte le Chiese, prenderemo la Chiesa grandissima e antichissima e a tutti nota, la Chiesa fondata e stabilita a Roma dai due gloriosissimi apostoli Pietro e Paolo. Mostrando la tradizione ricevuta dagli Apostoli e la fede annunciata agli uomini che giunge fino a noi attraverso le successioni dei vescovi confondiamo tutti coloro che in qualunque modo, o per infatuazione o per vanagloria o per cecità e per errore di pensiero, si riuniscono oltre quello che è giusto. Infatti con questa Chiesa, in ragione della sua origine più eccellente, deve necessariamente essere d’accordo ogni Chiesa, cioè i fedeli che vengono da ogni parte – essa nella quale per tutti gli uomini sempre è stata conservata la tradizione che viene dagli Apostoli’ (Ireneo, Contro le eresie, Libro III, pag. 218).

        La Bibbia confuta tutte e due le sue tesi.

        Dove va il Cristiano quando muore?

        L’apostolo Pietro non fondò la Chiesa di Roma e non ne fu vescovo

        Deve anche sapere che “fino alla seconda metà del II secolo, non si ha alcuna notizia a Roma dell’esistenza di un «vescovo» monarchico: le varie chiese della capitale erano guidate da un collegio di «presbíteri» pari grado con funzioni collettive di epískopè (sorveglianza).” (G. MIEGGE – C. PAPINI, Pietro a Roma, Claudiana, Torino, 2006, 2ª edizione, pag. 150)

        Ribadisco che la Bibbia ha sempre sostenuto la Creazione dal nulla.

        – Sul fatto della cosiddetta doppia creazione della Genesi

        Ti invito a leggere questo seguente scritto tratto da un libro di Apologetica Cristiana

        La storia della creazione
        H. H. Rowley afferma: “Per esempio, fra i due racconti della Creazione c’è un disaccordo riguardo alla sequenza della creazione, una differenza nell’uso dei nomi di Dio, un differenza nella concezione di Dio, ed una differenza di stile.” (Rowley, GOT, 24) (Vedi anche Driver, BG, 35-36)

        Nell’attaccare questa posizione, Kitchen mette in evidenza che le due linee di discussione sono a favore di una doppia narrazione dei racconti della creazione: differenze teologiche e stilistiche fra Genesi 1 e 2 ed un ordine apparentemente diverso nella creazione. Le differenze di stile non hanno alcun peso come argomenti e riflettono semplicemente i cambiamenti di contenuto; e la comprensione di un Dio trascendente in Genesi 1 opposta di un Dio antropomorfo in Genesi 2 è “è molto esagerata e onestamente illusoria.” (Kitchen, AOOT, 118)

        E. J. Young illustra questo: “Il Dio antropomorfico di Genesi 2 ‘modella’, ‘respira’, ‘pianta’, ‘colloca’, ‘prende’, ‘stabilisce’, ‘porta’, ‘chiude’, ‘costruisce’, ‘cammina’. Ma i critici hanno un’argomentazione abbastanza superficiale. L’uomo nella sua mente finita non può esprimere idee su Dio se non usando degli antromorfismi. Il capitolo 1 di Genesi esprime Dio in termini così antropomorfici come, ‘chiamò’, ‘vide’, ‘benedisse’, ‘liberò’ (versetto 26 ‘facciamo’), Dio ‘lavorò’ sei giorni e poi si ‘riposò’.” (Young, IT, 51)

        Kitchen prosegue: “Lo stesso si può dire dell’ordine degli eventi. In Genesi 2:19, non c’è una garanzia esplicita nel testo per la quale si possa presumere che la creazione degli animali qui avvenga immediatamente prima dello loro designazione per nome (cioè dopo la creazione dell’uomo); questa è eisegesi non esegesi. L’equivalente appropriato in inglese del primo verbo di Genesi 2:19 è il piucheperfetto (… ‘aveva formato…’). Quindi la finta difficoltà dell’ordine degli eventi scompare.” (Kitchen AOOT, 118)

        Bisogna cogliere una differenza essenziale nei due racconti: Genesi 1 descrive la creazione del mondo, mentre Genesi 2 illustra i dettagli e poi descrive la creazione specifica di Adamo e di ciò che lo circondava nel Giardino dell’Eden. Ciò è chiaro dalla frase introduttiva in Genesi 2:4: “Queste sono le origini dei cieli e della terra quando furono creati. Nel giorno che Dio il Signore (Yahweh Elohim) fece la terra e i cieli”. In tutta la genesi l’espressione “Queste sono le origini” ricorre altre nove volte, ed ogni volta introduce un racconto della discendenza da uno specifico antenato. Ciò allora indicherebbe che nei versetti che seguono Genesi 2:4, troverete un racconto della discendenza dei cieli e della terra dopo che è avvenuta la creazione iniziale. E questo è quanto troviamo qui nel caso di Adamo ed Eva (v. 7:”Yahweh Elohim formò l’uomo dalla polvere della terra”). (Archer, SOTI, 118)

        Se deve sottolineare che qui non abbiamo un caso di ripetizione incompatibile. Abbiamo un esempio dello scheletro della creazione nel suo insieme, seguito da una concentrazione dettagliata sul prodotto finale dello schema: l’uomo. Non riconoscere questa tecnica letteraria come in ebraico ci “fa cadere nell’oscurantismo”, come dice Kitchen (Kitchen AOOT, 116-117)

        Poi Kitchen mostra come l’archeologia abbia portato ala luce questo modello letterario, il quale è proprio un lungo modello letterario, il quale è proprio un luogo comune in altri testi dell’antico medioriente. Sulla Stele Poetica Kernak dell’Egitto, Amun si rivolge al re Tuthmosis III in questo modo:

        Paragrafo uno: esprimendo la sua supremazia generale (Lo stile diversificato indicherebbe una fonte J?)
        Paragrafo due: un’espressione poetica più precisa di supremazia (La rigidità indicherebbe una fonte P?)

        La Stele di Gebel Barker è simile:
        Paragrafo uno: supremazia regale generale (Fonte J?)
        Paragrafo due: trionfi specifici in Siria e Palestina (Fonte P?)

        Alcune trascrizioni regali a Urartu sono altrettanto illuminanti:
        Paragrafo uno: vittoria su terre specifiche attribuite al carro del dio Haldi (Lo stile breve e rigido indicherebbe ina fonte “H”?)
        Paragrafo due: ripetizione dettagliata della descrizione di queste vittorie, questa volta ad opere del Re (Questo stile vario e dettagliato indicava ina fonte “K”?)

        Proprio come sarebbe inaudita nei circoli degli studiosi un’attribuzione delle varie parti di questi testi egiziani a diversi documenti, così è assurdo sezionare le fonti all’interno della letteratura contemporanea per ricondurre ad esse Genesi 1 e 2. (Kitchen, AOOT, 117)

        Orr spiega la questione in questo modo:

        Riguardo all’inizio delle cose, ci viene costantemente detto che “abbiamo due racconti contraddittori della creazione. È certo che le narrazioni da Gen. I-II:4 e II:4 in poi sono abbastanza diverse nel carattere da due diversi punti di vista. Ma esse non si “contraddicono”; sono infatti legate insieme nella maniera pià completamente possibile. La seconda narrazione, presa in sé stessa, inizia in modo precipitoso, con un riferimento manifesto alla prima: “Nel giorno che Dio il SIGNORE fece la terra e i cieli” (v. 4). È veramente una mistificazione parlare del capitolo 2 come di un racconto della “creazione” nello stesso senso in cui lo è il capitolo 1. Esso non contiene un racconto della creazione né del cielo né della terra, o del mondo generale della vegetazione; il suo interesse si concentra nella creazione dell’uomo e della donna, ed ogni cosa nella narrazione viene considerata da quel punto di vista. (Orr, POT, 346-347)

        JOSH MCDOWELL, Nuove evidenze che richiedono un verdetto, Edizioni Centro Biblico, 2004, pag. 534, 535

        – Sulla Scienza

        Spero ti sarai guardati quei documentari che ti ho messo. Oltre a quelli guardati anche questi video

        La Paleontologia conferma il diluvio

        Dio e la scienza

        Il Fascino dell’universo

        – Sul fatto del carattere di Dio

        L’AT e il NT sono strettamente collegati dal carattere Santo di Dio. Il fatto dei massacri e degli omicidi non ti devono impressionare. Alcuni accusano Dio di essere un omicida, quanto questo non è vero. Lui è un Giudice, oltre che Dio. Ed essendo tale deve applicare la Sua giustizia sugli uomini. Ecco perché lui ha il diritto di togliere la vita ai malvagi.

        Inoltre ti metto qui un commento che ho fatto ad un ateo (o forse agnostico)

        Ciao Francesco, leggendo il tuo commento mi rendo conto che il mondo giace nelle tenebre. E ti fai pure beffa degli esorcismi definendole idiozie. Parli in questo modo perché non hai mai affrontato cose simili. Sono sicuro che davanti ad una vera manifestazione demoniaca scapperesti a gambe levate. Del resto la Bibbia ci dice in maniera chiara che “l’uomo naturale non ricevere le cose dello Spirito di Dio, perché gli sono pazzia” (1 Corinzi 2:14). Queste cose vengono comprese dalle persone spirituali “perché le si giudicano spiritualmente” (1 Corinzi 2:14).

        Ma poi come fai a dire che Dio ci adora? Quando nella Bibbia Dio dice: “Io sono l’Eterno; tale è il mio nome; e io non darò la mia gloria ad un altro, né la lode che m’appartiene agl’idoli.” (Isaia 42:8). Dio non può adorare un uomo fallibile! E poi conti le uccisioni di Dio nella Bibbia? Sicuramente avrai letto qualche libro di gente che odia Dio. Sono sicuro che questa non è farina del tuo sacco, altrimenti non avresti detto che Dio mi adora! Sei il classico ignorante che accusa Dio senza conoscere la Bibbia! Magari ti vanterai di essere una persone obbiettiva piena di logica! Il classico ipocrita ateo/agnostico.

        Essendo che in materia di Bibbia sei ignorante non sai che Dio dice di se stesso: “io solo sono Dio e che non vi è altro dio accanto a me. Io faccio morire e faccio vivere, ferisco e risano, e nessuno può liberare dalla mia mano.” (Deuteronomio 32:39). Quindi la vita e la morte sono dipese da Dio. Quando leggi che Dio uccide vuol dire ha attuato la Sua Giustizia verso quel peccatore. Essendo che Dio è un Giudice, giudica gli uomini. Infatti il salmista dice: “Certo, tu ucciderai l’empio, o Dio” (Salmo 139:19).

        Non tutti quelli a cui toglie la vita lo fa per punire. La maggior parte delle volte è dovuto al fatto che il tempo di quella persona, di vivere in questo mondo, è giunto al termine; infatti il salmista dice: “nel tuo libro erano tutti scritti i giorni che mi eran destinati” (Salmo 139:16). Dio è Dio e non un uomo. Essendo che governa ogni cosa, decide Lui quanto gli uomini devono vivere in questa terra. L’uomo deve approfittare di quel tempo che Dio gli concede per ravvedersi dei suoi peccati e convertirsi. Al posto di prenderti la preoccupazione di beffare Dio, dovresti piuttosto preoccuparti dei tuoi peccati. Dio ha stabilito la tua morte. Approfitta di questo tempo per ravvederti dei tuoi peccati. Questa salvezza è gratuita! Leggi questo articolo: La storia di Gesù di Nazareth, il Salvatore del mondo

        Sicuramente, mentre stai leggendo questo mio commento, stai pensando al comandamento del Decalogo “Non uccidere” (Esodo 20:13). E pensi che Dio abbia trasgredito questo Suo comandamento. In realtà questa è una contraddizione solo apparente. Se conoscessi realmente la Bibbia sapresti che l’Antico Testamento è stato scritto in Ebraico (tranne alcune parti in Aramaico). Per sapere cosa stesse dicendo realmente Dio dovresti conoscere l’Ebraico.

        La parola erbaica tradotta in italiano con “non uccidere” è “lo´ tirtsàch”, la cui traduzione letterale è “non assassinare”. Con “assassinare”, Iddio vuole semplicemente dire che egli condanna l‟omicidio premeditato e intenzionale di un’altra persona compiuta con cattiveria” quindi l’uccisione fatta in modo ingiusto. Per esempio uccidere un innocente.

        Dio non si macchiò mai di omicidio, in quanto Lui ha punito gli uomini che avevano trasgredito i suoi comandamenti. Altro che innocenti! Nella Bibbia non troverai mai che uccide delle persone innocenti. Anzi il contrario, lui fa giustizia all’innocente secondo che è scritto: “L’Eterno fa giustizia e ragione a tutti quelli che sono oppressi.” (Salmi 103:6). Infatti vietava di far morire l’innocente, secondo che è scritto: “non far morire l’innocente e il giusto” (Esodo 23:7)

        Spero che avrai compreso. Dio ti benedica

        https://gianmicheletinnirello.org/2013/03/10/ecco-perche-il-satanista-marilyn-manson-odia-la-bibbia-e-un-massone/#comment-9333

        Dio castiga, eccome se castiga
        http://www.lanuovavia.org/insegnamenti.castighi.html

  4. Romualdo Magno scrive:

    Se Papa Francesco e’ massone allora anch’io mi onorero’ di diventare massone.
    Romualdo Magno

  5. consuelo scrive:

    Una cosa non avete capito voi tutti, le religioni le hanno create gli uomini, non Dio. La fede in Dio e quello che conta. La fede e una cosa, la religione e unaltra cosa / potere / Le guerre succedono per le religioni. Le piu grande sette. delle religioni hanno ricchezze, potere e falsità Dio è fede, e amore Imparate prima di amarvi uno con l`altro, invece di criticarvi.

    • L’uomo ha creato la religione corrotta. Quella sana procede da Dio. Infatti Giacomo il fratello di Gesù disse:

      La religione pura e immacolata dinanzi a Dio e Padre è questa: visitar gli orfani e le vedove nelle loro afflizioni, e conservarsi puri dal mondo. (Giacomo 1:27)

      L’amore che procede da Dio ci porta a criticare il male, perché esso porta alla perdizione eterna. Ecco perché Gesù si scagliava contro i Farisei, criticando la loro dottrina. Con le loro tradizioni avevano annullato i comandamenti di Dio.

      E Gesù disse loro: Vedete di guardarvi dal lievito dei Farisei e de’ Sadducei. (Matteo 16:6)

      • Alberto scrive:

        Si risponde solo attraverso citazioni bibliche! Ma si ha un’autonomia di pensiero? Anche queste citazioni non dicono niente in contrasto con l’opinione, legittima, di Consuelo. Frasette buttate a caso.Senza dialettica….mah. Mi sembra che operi, in questo blog, una chiara sospensione del ragionamento e non ci sia senso critico.

      • Quindi secondo te in questo blog non c’è senso critico? Evidentemente non hai capito nulla. Questo blog è critico, altrimenti non si chiamerebbe ‘Non tollero Jezabel’.

    • Claudio Sanesi scrive:

      Concordo: tutte le religioni le hanno create gli uomini.Per me, ognuna restituisce un patrimonio culturale e morale, nessuna è corrotta.

  6. razzionale scrive:

    Credo che la massoneria faccia un po’ di confusione quando dice che Gesù è venuto a dividere, quì interpreta male la scrittura, Gesù intendeva dire che i suoi insegnamenti vanno incontrasto con con la natura umana che tende ad andare in un altra direzione, Gesù quando dice che lui è venuto a dividere la famiglia lo dice nel senso se io scelgo una vita morale può avvenire che potrei trovarmi in casa propria uno che non la pensa come mè, questo vale per qualsiasi religione non solo il cristianesimo quando si và contro corrente, ci può essere opposizione per chi non la pensa come tè. Dunque mi rivolgo a tutti i massoni leggete la bibbia con intendimento giusto e vedrete che accetterete il cristo. (Gesù disse non sono venuto a distruggere la legge e i profeti mà ad adempiere)

  7. Max scrive:

    LA MASSONERIA E’ UNA SETTA DI PERSONE CHE SI FANNO GLI AFFARI LORO CON OBIETTIVI DI RICCHEZZA E POTERE A DISCAPITO DELLE ALTRE PERSONE CHE VIVONO ONESTAMENTE E SENZA SOTTERFUGI IN UNA QUALSIASI SOCIETA’. QUESTA CONGREGA DI INDIVIDUI PROVOCA INGIUSTIZIE PERCHE’ METTE I SUOI UOMINI NELL’APPARATO GIUDIZIARIO POLITICO ECONOMICO INFORMATIVO MILITARE DI UNA NAZIONE. UN PAPA MASSONE E’ QUANTO DI PEGGIO E DI LONTANO POSSA ESSERCI NELLA RELIGIONE CATTOLICA. GESU’ NON PUO ‘ ESSERE RAPPRESENTATO DA UN MASSONE, QUINDI SATANA E’ A CAPO DELLA CHIESA COME I POLITICI MASSONI CHE BRULICANO IN PARLAMENTO SONO A CAPO DEL NOSTRO POVERO PAESE.

    • Claudio Sanesi scrive:

      Max. Hai detto un sacco di idiozie ed espresso giudizi insensati.Visita il sito del GOI, leggi qualche libro e poi ne puoi parlare senza esprimere invettive irrazionali.

      • Quindi mi devo leggere dei libri che nascondono la verità! Che mostrano solo la realtà essoterica della Massoneria.

      • Claudio Sanesi scrive:

        Il fatto è, Gianmichele che la realtà esoterica della massoneria non la conoscete molto neanche voi. Sono così vaghi e scarsi i riferimenti ai rituali che credo proprio che non la conosciate.

      • Claudio Senesi, grazie per aver fatto questo commento. Così tutti possono leggere che ammetti che la Massoneria ha una realtà ESOTERICA, quindi occulta. Se siete persone oneste che fanno la carità, perché avete due verità, una essoterica (verità pubblica) e un esoterica (verità occulta)? Cosa nascondete? È perché vi nascondete? Inoltre molte delle cose che sappiamo le abbiamo lette da ex massoni di alto grado. Loro confermano quanto tu affermi, che la massoneria ha una realtà esoterica che nasconde al pubblico ignorante, chiamato profano.

        L’ex massone Jim Shaw, convertitosi a Cristo, nel suo libro The Deadly Deception [L’Inganno Mortale] afferma che dopo essere diventato Maestro Massone, un massone gli disse: ‘Jim, tu devi proprio entrare nel Rito Scozzese, perchè tu non sai cosa realmente è la Massoneria fino a quando non ci entri. Il Rito Scozzese e i suoi 29 gradi ti apriranno veramente gli occhi’ (Jim Shaw & Tom McKenney, The Deadly Deception, Huntington House Inc, Lafayette, Louisiana, 1988, pag. 58).

        E difatti, fu proprio entrando nel Rito Scozzese che egli apprese i ‘misteri’ delle religioni pagane di Babilonia, dell’Egitto, della Grecia, della Persia e così via; perchè è su quelli che si basa la Massoneria.

I commenti non saranno approvati se sono anonimi, offensivi, volgari e insensati.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...