L’Epistola agli Ebrei è stata indirizzata a cristiani di origine ebraica

Frontespizio Bibbia Diodati 1640

Dopo aver letto su facebook che un certo esegeta, di matrice antipentecostale, si è permesso di scrivere che l’Epistola agli Ebrei non era rivolta a giudei che avevano creduto in Gesù Cristo, cioé nel Messia promesso, alla pari di noi oggi, mi sono sentito in cuore di scrivere qualcosa in merito alla questione, affinché i santi siano confortati e incoraggiati a continuare a credere che l’Epistola agli Ebrei era indirizzata ai credenti di origine ebraica, e per distruggere questa fortezza che si eleva contro la verità.

Oltre alle ben più importanti prove interne della stessa epistola, dove in diversi passi viene affermato chiaramente che l’autore ha indirizzato tale epistola a dei credenti, ho voluto riportare di seguito ciò che credevano certi scrittori e studiosi della Bibbia, anche loro di matrice cessazionista, che sicuramente ne sapevano qualcosa in più di questo esegeta moderno che si è permesso di lanciare questa affermazione falsa e deviante, con lo scopo di creare le basi su cui poter edificare false dottrine, tra cui la possibilità per un credente di perdere la salvezza, che nella epistola in questione vi sono importanti e incontrovertibili riferimenti.

René Pache, nel suo dizionario biblico scrive queste parole:
«Ebrei (Epistola agli). .. Si ammette in gen. che essa si rivolge a cristiani d’origine giudaica, tentati di ritornare al giudaismo a motivo delle ostilità da cui erano circondati (Ebr. 2:1; 3:12; 4:1,11; 5:12; 6:6; 10:23-25,29). Erano stati convertiti di buon’ora (5:12) ed avevano ricevuto l’Ev. dalla bocca dei primi predicatori (2:3). Ben presto le persecuzioni si erano abbattute su di loro (10:32-34) ed essi avevano spesso soccorso i santi (6:10; 10:34). … »

[Tratto dal Nuovo Dizionario Biblico, a cura di René Pache, Edizioni Centro Biblico, Napoli, 1987. Pagina 243]

Inoltre, fratelli nel Signore desidero farvi leggere anche le parole di Giovanni Diodati, il traduttore della Bibbia, dalla cui versione discendono ancora oggi le varie traduzioni protestanti.
Leggiamo dalla penna del Diodati, sulla Bibbia versione del 1641, alla prefazione all’epistola agli Ebrei, queste parole:

«Già fin da’ primi secoli della Chiesa Christiana vi fu qualche dubitatione intorno all’autore di questa Epistola: gli uni attribuendola a S. Paolo: che fu l’opinione la più comune, e la più probabile: gli altri, ad alcuno altro Apostolo, od Evangelista. Ma nientedimeno ella d’ogni tempo è stata ricevuta senza contradittione per divina, e del tutto Canonica; e tenuta in somma stima, e riverenza dalla Chiesa, indotta a cio per la luce, ed indirizzo segreto dello Spirito santo, che ha impresso in lei una certissima persuasione, ed una viva conoscenza della divina inspiratione, per laquale ella è stata dettata per una espressa, e molto necessaria dichiaratione, e confermatione d’altissimi punti della fede. Gli Ebrei, a cui ella è indirizzata, erano i Iudei convertiti a Christo, e principalmente que’ della Iudea, e di Ierusalem: iquali habituati nelle cerimonie Mosaiche, che erano anchora fra loro tolerate per un tempo, per la lor debolezza, continuavano d’havere in quelle molta credenza, e divotione; ed in esse riponevano una parte della lor giustitia, santità, e salute; e del servigio di Dio; senza potersi assolutamente ridurre ed attenersi, ed acquetarsi in Christo solo; ed al servigio Evangelico in Ispirito, e verità.»

In conclusione, fratelli in Cristo, dovete sapere che ci sono numerose prove interne alla stessa epistola che provano che era indirizzata a giudei che avevano creduto in Cristo, come il nostro caro fratello Giacinto ha scritto in questo articolo: Nicola Martella e i destinatari della lettera agli Ebrei, e in aggiunta alle parole ispirate da Dio, abbiamo anche letto le parole di questi studiosi della Bibbia che confermano che anche loro erano rimasti convinti da quei passi che l’Epistola agli Ebrei era stata rivolta ai cristiani di origine ebraica.

Alla luce di tutto ciò, rigettate le ciance di coloro che si oppongono alla verità, alla Parola di Dio e con la pretesa di portare nuove rivelazioni, gettano piuttosto ombre su quanto è già chiaro e limpido.

Ricordatevi, fratelli, che i falsi dottori sono sempre all’opera nel gettare tenebre dove c’è luce, e voi non dovete mai smettere di vegliare, perché nel momento in cui smettete di vegliare, finirete per essere sospinti qua e là da ogni vento di dottrina, come una nave senza timone, che va alla deriva nel mare di questo mondo. Fratelli, non rinunciate mai a tenere ben saldo nelle vostre mani il timone della ragione, della conoscenza della Parola di Dio, della preghiera, della personale riflessione e del giudicare ogni cosa tenendo conto delle prove certe e dei validi ragionamenti avanzati per ogni argomento che concerne la religione e la dottrina, perché se tralasciate o date in mano ad altri il timone della vostra vita, se non lo usate, sarete preda di ogni vento e di ogni onda del mare, e sarete responsabili da voi stessi di ogni naufragio della vostra vita. Quando affermiamo che il timone della nostra vita lo deve tenere solo Gesù Cristo, riconosciamo, appunto, che ascoltiamo, che ci accertiamo personalmente e mettiamo in pratica tutte le cose che sono scritte nella Parola di Dio.

Che nessuno vi seduca con vani ragionamenti e con discorsi filosofici e che Dio vi benedica e vi guardi da ogni male.

Giuseppe Piredda, salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù.

[Tratto dal blog “La Buona Strada”, curato da Giuseppe Piredda]

I commenti non saranno approvati se sono anonimi, offensivi, volgari e insensati.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...