La scorrettezza di Stefano Bogliolo verso le Iene

In un articolo dal titolo ‘TV, Scorrettezza delle IENE nei confronti delle Chiese Evangeliche’, pubblicato da Stefano Bogliolo sul sito buonanotizia.org, articolo che commenta il servizio delle Iene su una Chiesa Pentecostale brasiliana qui in Italia che insegna che ogni credente DEVE DARE la decima del suo stipendio alla Chiesa, leggo tra le altre cose quanto segue:

‘Si; proprio quelle offerte, fatte passare come una sorta di ‘circonvenzione di incapace’, sono in realtà l’unica fonte di finanziamento che mette le chiese evangeliche in condizione di pagare gli affitti dei locali, non avendo la disponibilità di templi generosamente offerti dallo stato ad altri, unitamente a svariate forme di finanziamenti milionari. Si sottintende poi, che l’opera del pastore non sia da considerarsi un lavoro. Bisognerebbe chiedere alle persone che finiscono in ospedale, o nel letto di infermità, o in carcere, o che vengono colpite da un lutto, e trovano conforto e sostegno nell’opera di qualche pastore evangelico, cosa ne pensano, bisognerebbe chiederlo a quei tanti uomini e donne che grazie al lavoro di una pastore sono usciti dalla schiavitù della droga, o dal baratro dell’anoressia, della depressione, o a quelle famiglie distrutte che hanno potuto ritrovare l’armonia e la serenità, restituendo a quei figli un padre e una madre responsabili. Ma nessuno solleva la stessa questione nei confronti dei parroci, che più o meno svolgono lo stesso tipo di lavoro, poi come in tutto le categorie, c’è chi lo fa bene e chi lo fa male, ma questa allora è un’altra questione. Duole dover ancora una volta constatare quanto il pregiudizio religioso sia forte in questa nostra amata Italia. I media non parlano quasi mai delle chiese evangeliche, e quelle rare volte, lo fanno in chiave negativa, o presentandole solo come un fenomeno folcloristico, come è accaduto in questa circostanza.’

Da: http://www.buonanotizia.org/

Ora – fermo restando che nell’articolo Bogliolo fa bene a parlare di ‘una sacrosanta denuncia, per richiamare una persona a fare il suo dovere di padre di famiglia’ e che ovviamente anche noi riproviamo il fatto che quel credente intervistato dal giornalista aveva smesso di sostenere la propria moglie e il figlio – si rimane sconcertati nel leggere le suddette cose, perchè il giornalista non ha contestato le offerte che i credenti sono liberi di fare alla Chiesa, ma L’IMPOSIZIONE DELLA DECIMA come anche le continue e pressanti richieste di denaro che vengono loro fatte, che è un’altra cosa, e che noi sappiamo sono cose vergognose e scandalose diffuse in quasi tutte le Chiese Pentecostali.

Infatti la ragazza intervistata all’inizio dice che il ragazzo ‘ha cominciato a dargli delle offerte, una decima che sarebbe la decima parte dello stipendio, poi sono subentrate le primizie, poi le donazioni, poi le benedizioni in cambio di una ricompensa’, e poi il cosiddetto apostolo di questa chiesa afferma che ogni credente deve dare la decima (min. 6:6-19 – cosa che afferma anche al min. 11:3 quando dice che la decima ‘è un comandamento di Dio’), e poi il giornalista fa notare il grande giro di affari che c’è in quella chiesa con questa decima che ognuno deve dare (min. 6:20-32), e verso la fine del video quando il cosiddetto apostolo dice al giornalista ‘aspetto che un giorno tu capisca la Parola e sia un praticante’, il giornalista risponde: ‘ … però non mi faccia dare la decima’ (min. 12:16-17).

Dunque, è la decima in particolare la pietra d’intoppo e dello scandalo che questo giornalista denuncia e riprova (oltre al fatto naturalmente di quel membro di Chiesa che trascurava la moglie e il figlio). Ma ecco che Stefano Bogliolo, pastore di una Chiesa pentecostale di Roma, salta a piedi pari queste cose. Come mai? Come anche evita di parlare che il giornalista è rimasto scandalizzato che nel locale di culto ha notato che viene fatto commercio, e dice infatti che sono in vendita Bibbie che costano anche 43 euro? (min. 4:57). Come mai?

Noi lo sappiamo il perchè: perchè lui stesso non può riprovare l’obbligatorietà della decima in quanto sa benissimo che la maggior parte delle Chiese Pentecostali (e con molte di queste lui è in buoni rapporti) in Italia la insegnano affermando che chi non la dà è un ladro, come anche sa che molte Chiese Pentecostali opprimono i fedeli chiedendo loro del continuo soldi, e spesso lo fanno promettendo loro benedizioni spirituali e materiali a non finire in cambio di denaro, in quanto insegnano il cosiddetto messaggio della prosperità che è antibiblico. Non solo, egli sa pure che quasi tutti i locali di culto sono dei mercati, con bancarelle ed offerte commerciali di ogni genere. E poi lui stesso vende i suoi libri, quindi anche lui fa commercio. Non so se egli insegna la decima, ma non mi meraviglierei se la insegnasse.

E dunque Bogliolo, non poteva parlare contro queste cose ANTIBIBLICHE per non farsi nemiche tutte queste Chiese.

Questo articolo di Bogliolo dunque, tranne che per alcune piccole cose, va scartato, perchè non è per nulla obbiettivo.

Stefano, ti esorto quindi a ravvederti e ad essere obbiettivo su quello che le Iene hanno denunciato, perchè non sei stato affatto obbiettivo. Hai commesso una grave scorrettezza di cui tutti si sono accorti.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

QUESTO È IL VIDEO DELLE IENE CHE BOGLIOLO HA DIFESO

Post correlati:

Link esterni:

Un commento su “La scorrettezza di Stefano Bogliolo verso le Iene

  1. tarantino felice ha detto:

    non ce niente da dire tutto cio che se visto e verita putropo ci sono pastori veri che veramente danno la loro propria vita x il vangelo e pastori che vivono nella mezognia che fanno di tutto per ingozasi di denari . ok ora ce una buona notizia . e la notizia ecuesta che cueste besti che sbranano le pecorelle saranno giudicate dal signore . esapete voi che essere giudicati da dio e cosa spaventevole per chi fa tutto cio certo dio e buno ma si difende cio che lui a cotruito un saluto a tutti voi un grande dio vi benedica amennnnnnnnnnnnnnnnnnn

    Mi piace

I commenti non saranno approvati se sono anonimi, offensivi, volgari e insensati.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...