L’ecumenico Corrado Salmè prega e canta ad Adrano (Catania) con i suoi fratelli Cattolici Romani

Il 25 Aprile 2012 ad Adrano (Catania), nel tempio di idoli chiamato ‘Chiesa di Santa Lucia’, si è tenuta la giornata di Spiritualità e Preghiera di lode, a cui hanno partecipato oltre ai Cattolici Romani anche degli ‘Evangelici’ tra cui Corrado Salmè e suo padre Giuliano.

Le immagini che vedete in questo video (in particolare al minuto 40:46 vedrete e sentirete Salmè pregare pubblicamente) sono molto eloquenti: Corrado Salmè è ecumenico e promuove la cosiddetta unità dei Cristiani promosssa dalla Chiesa Cattolica Romana, che non è altro che una macchinazione satanica per fare ritornare i Protestanti nella Chiesa Cattolica Romana e metterli sotto lo scettro del cosiddetto ‘Vescovo di Roma’.

Ecco cosa dice dal minuto 40:46 Corrado Salmé nella sua cosiddetta preghiera:

Noi ti ringraziamo Padre meraviglioso per..perché tu non sei una istituzione, tu non sei un organizzazione, tu sei Dio il Creatore del cielo e della terra, e noi ti ringraziamo questa mattina per la presenza tua nei nostri cuori. Ti ringraziamo che hai fatto di noi la tua famiglia. Hai fatto di noi, Signore, il tuo corpo. Hai fatto di noi la tua chiesa. Noi vogliamo ringraziarti Padre, perché tu non ti identifichi con le nostre organizzazioni. Tu ti identifichi con i nostri cuori coi i nostri bisogni. Tu hai guardato verso di noi, hai avuto pietà e misericordia. Noi ti ringraziamo questa mattina per la bellezza della nuova nascita, per la bellezza del tuo Spirito che abita dentro di noi. Grazie per la tua gioia, per la tua pace. Grazie perché hai perdonato i nostri peccati. Grazie perché ci hai elevato al rango molto alto. Grazie perché la tua Parola dice: che se siamo in Cristo è una nuova creatura, le cose vecchie sono passate. Grazie perché noi siamo seduti nei luoghi celesti con Cristo e con lui. Grazie perché la tua salvezza è un dono è per grazia, perché non è per i nostri meriti. E grazie perché non abbiamo motivo di gloriarci in noi, ma ci gloriamo nella tua grazia e nella tua misericordia . Nella bellezza e nella grandezza del tuo amore che possiamo abbracciare con tutti i santi, Signore. Ti ringraziamo con tutto il cuore per questo tempo insieme. Per questa comunione, per questo tempo meraviglioso che ci fai spendere con te. E voglio pregare, vogliamo pregarti, vogliamo accordarci insieme affinché possiamo conoscere ancora di più la tua natura. Possiamo conoscere ancora di più il tuo cuore, il tuo carattere, la tua volontà per le nostre vite. Grazie pure Signore, abbiamo scoperto il tuo amore è questo quello che ci motiva ogni giorno ad andare avanti. Grazie perché non ci sentiamo forti in noi stessi. Ci sentiamo forti e siamo forti dalla tua grazia, nella tua misericordia e nelle tue compassioni che si rinnovano ogni mattina per le nostre vite. E noi preghiamo in questo giorno affinché ci siano nuove nascite, ancora, affinché ci possano essere sempre più persone incontrare il tuo amore la tua grazia, il tuo perdono, la tua misericordia. Ti ringraziamo per l’unione per lo Spirito Santo e per l’unione del tuo amore che oggi ci accomuna in questo luogo, Signore. Noi ti diamo tutta la lode, tutta la gloria, tutto il ringraziamento nel nome di Gesù. Amen

Leggendo questa preghiera mi sono accorto che spesso dice la parola NOI come se stesse pregando per tutta la comunità cattolica.

Ecco alcuni NOI

  • Hai fatto di noi la tua chiesa;
  • hai fatto di noi la tua famiglia;
  • Hai fatto di noi, Signore, il tuo corpo;
  • Spirito che abita dentro di noi;
  • Grazie perché noi siamo seduti nei luoghi celesti con Cristo
  • E noi preghiamo in questo giorno affinché ci siano nuove nascite
  • Noi ti diamo tutta la lode

Utilizza il NOI perché sentiva comunione ed unione con loro. Infatti dice: ‘Per questa comunione’ e anche: per l’unione per lo Spirito Santo e per l’unione del tuo amore che oggi ci accomuna in questo luogo.

È chiaro che sente comunione ed unione con i cattolici. È Ecumenico.

Fratelli la bibbia ci insegna ad non avere comunione con gli infedeli:

Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre?” (2 Co 6:14)

ed anche a non essere partecipi alle loro opere:

E non partecipate alle opere infruttuose della tenebre;anzi, piuttosto, riprendetele” (Efesini 5:11)

Ecco il cosiddetto ministro evangelico Corrado Salmè che gioisce ed applaude all’interno di una chiesa cattolica romana:

corrado-salmé-messa-adrano

Corrado-Salmè-Adrano-2-

Corrado-Salmè-Adrano-1-

Corrado-Salmè-Adrano-3

messa-adrano

Giuliano Salmé, padre di Corrado, ha scritto queste parole su Facebook:

Giuliano Salmé si è emozionato. Evidente gli piace avere comunione con i cattolici romani. Che vergogna!

Fratelli nel Signore, allontanatevi e separatevi da Salmè e da suo padre, per non partecipare ai loro peccati.

Chi ha orecchie da udire, oda.

Gian Michele Tinnirello

- Aggiornamento del 18 Giugno 2013

Fratelli e sorelle nel Signore voglio farvi presente che dietro l’Ecumenismo c’è la Massoneria. È sta spingendo molti credenti a cadere in questo laccio. Leggete questi due articoli tratti dal blog di Giacinto Butindaro inerenti l’ecumenismo e la massoneria.

L’ecumenismo è nato nelle logge massoniche

altare-loggiaQuelle che seguono sono parole di Gioele Magaldi, massone iniziato e cresciuto nel Grande Oriente d’Italia dove ha raggiunto lo status di Maestro Venerabile, fondatore del movimento massonico di opinione Grande Oriente Democratico, parole da lui dette in una intervista fattagli da Alfredo Lissoni su Radio Padania l’8 febbraio 2013:

‘La Massoneria nasce proprio come risposta, se vuole, nel seicento, nel settecento, come risposta all’intolleranza religiosa. Cioè nell’Europa sei – settecentesca, nell’Europa seicentesca soprattutto, ci sono buone religioni sanguinosissime, tra confessioni cristiane protestanti e cattoliche. La massoneria mette insieme innanzi tutto negli stessi ambiti, protestanti di varie confessioni e cattolici, e cerca di spingere in amicizia, in un nome di principi metareligiosi, cioè la Massoneria dice: ”Guardate che vi è una spiritualità comune, per esempio nel Cristianesimo, per cui non vale la pena litigare o lacerarsi per questioni minimali, c’è una spiritualità cristiana comune e quindi facciamola valere’ (video min. 17:06-59).

Che cosa vuol dire questo nella pratica? Che l’ecumenismo tra Cattolici Romani e Protestanti è nato proprio nelle logge massoniche per poi diffondersi all’esterno. C’è dunque la Massoneria dietro il movimento ecumenico che ha praticamente fatto fare pace e amicizia tra Cattolici e moltissimi Protestanti. E questo conferma quanto ho dimostrato nel mio libro ‘La Massoneria smascherata’ , e cioè che la Massoneria spinge all’ecumenismo.

E in questa maniera la Massoneria è riuscita a far ‘isolare’ o ‘discriminare’ o addirittura ‘perseguitare’ all’interno delle Chiese Evangeliche tutti coloro che confutano pubblicamente il Cattolicesimo ed esortano i Cattolici Romani a ravvedersi e a convertirsi dagli idoli muti a Cristo e uscire e separarsi dalla Chiesa Cattolica Romana, i quali vengono considerati ‘settari’, ‘fanatici’, ‘maleducati’ ‘gente che fa ancora le guerre di religione’ e così via.

Massima attenzione dunque all’ecumenismo che va sempre più diffondendosi anche in ambito Pentecostale, perchè è opera della Massoneria.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/

La massoneria spinge le Chiese all’ecumenismo

massoneria-ecumenismo1Voglio fornirvi, fratelli, delle prove che la Massoneria spinge all’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana, che sono quelle dei cardinali Agostino Bea (a sinistra nella foto) e Leo Suenens (a destra nella foto), ambedue massoni.
bea-suenens-massoni

Agostino Bea (1881-1968), era un massone in quanto risulta essere nell’elenco di massoni ristampato con alcuni aggiornamenti dal Bulletin de l’Occident Chrétien NR.12, Luglio, 1976 (http://www.pontifex.roma.it/). Nel 1960 fu nominato presidente del neonato Segretariato per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, carica che ricoprì fino alla morte e che lo rese una figura chiave nello sviluppo dell’ecumenismo, ma anche nei rapporti con gli Ebrei (in quanto fu lui a far modificare la posizione della Chiesa Cattolica Romana verso gli Ebrei, perchè spintovi dalla massoneria ebraica). E nel 1962 questo cardinale massone invitò come unico osservatore pentecostale al concilio Vaticano il predicatore pentecostale David Du Plessis delle Assemblee di Dio USA. In seguito, dopo alcune discussioni preliminari iniziate nel 1970, discussioni che ebbero come interlocutori da una parte il Segretariato per l’Unione dei Cristiani e dall’altra singoli membri di chiese pentecostali, nel 1972 iniziarono i dialoghi internazionali tra Cattolici e Pentecostali. Originariamente, la delegazione pentecostale fu scelta personalmente da David Du Plessis, e più tardi da suo fratello Justus, ma gradualmente alcune denominazioni pentecostali hanno cominciato a mandare dei delegati. Per quanto riguarda le Assemblee di Dio degli Stati Uniti occorre dire che a questo dialogo ecumenico vi hanno partecipato alcuni suoi importanti esponenti, come Cecil Robeck, Gary McGee e Del Tarr, che sono ministri ordinati della denominazione americana. Ecco dunque chi c’è dietro il dialogo internazionale tra Cattolici Romani e Pentecostali, la massoneria.

Il cardinale Leo Suenens (1904-1996) era un massone, in quanto è nell’elenco dei 121 nomi di alti Prelati della famosa “Lista Pecorelli”, con tanto di data di iniziazione massonica: 15/6/1967; numero di matricola: 21/64; e sigla: LESU. E difatti fu il grande elettore di Paolo VI (anche lui massone), che lo mise subito come uno dei moderatori del Concilio Vaticano II, concilio che segnò una svolta nei rapporti con le Chiese Protestanti, l’Ebraismo e le altre religioni. E poi Suenens nel 1970 patrocinò, a Bruxelles, il Congresso Internazionale dell’Alta Massoneria ebraica dei ‘B’nai B’rith’; e nel 1974 partecipò alla Seconda Conferenza Mondiale delle Religioni per la Pace tenutasi a Lovanio (Belgio). Ora, questo cardinale massone, dopo che nel 1967 sorse il Rinnovamento carismatico cattolico, fu incaricato da Paolo VI di guidare il rinnovamento carismatico in tutto il mondo; e questo mandato fu confermato a Suenens anche da Wojtyla. E fu proprio sotto la spinta o l’ispirazione di questo cardinale che i Carismatici Cattolici in Italia nel 1992 si aprirono al dialogo ecumenico con i Pentecostali (all’estero da anni sotto la guida di Suenens i Carismatici Cattolici erano già coinvolti in iniziative ecumeniche con Pentecostali), e precisamente con e tramite la Chiesa Evangelica della Riconciliazione (una Chiesa Pentecostale di Caserta) con a capo Giovanni Traettino, e questo perchè questo cardinale affermava ‘Il Rinnovamento cattolico o sarà ecumenico, o non sarà rinnovamento’, frase questa che ha ricordato Matteo Calisi – l’allora responsabile nazionale del RnS che instaurò il dialogo ecumenico con la Chiesa Evangelica della Riconciliazione – il 19 Novembre 1995 in occasione di una giornata organizzata dal Ministero per l’ecumenismo del RnS della Lombardia. Ricordiamo che Traettino ricevette un invito a partecipare come oratore allo stadio di Bari per il 25° anniversario mondiale del Rinnovamento nello Spirito Santo, e che in quell’occasione lavò i piedi ad un frate. Da allora, cioè dal 1992, si cominciarono a tenere in Italia degli incontri ufficiali tra Carismatici Cattolici e Pentecostali.

In questa foto David Du Plessis con il massone Paolo VI

duplessis-paolovi

L’esempio di Traettino nel tempo purtroppo è stato seguito da molti altri pastori di altre denominazioni Pentecostali o Chiese Pentecostali. Ormai ‘pastori’ pentecostali che spiritualmente sono ecumenici e quindi partecipano ad incontri ecumenici ce ne sono veramente tanti: ricordiamo tra questi Corrado Salmè (pastore di una Chiesa Pentecostale in provincia di Catania) che il 25 Aprile 2012 ad Adrano (Catania), nel tempio di idoli chiamato ‘Chiesa di Santa Lucia’, ha partecipato alla giornata di Spiritualità e Preghiera di lode, e nel mese di ottobre dello stesso anno ha partecipato al XVII Convegno Nazionale di Comunione tenutosi a Fiuggi; Edoardo Piacentini, che è uno dei responsabili della comunità evangelica pentecostale di Calitri e segretario del M.A.D., che nel Gennaio del 2010 ha partecipato ad una celebrazione ecumenica presso la cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino), a cui hanno partecipato i tre vescovi delle diocesi Irpine; Roberto Sferruzzo, pastore della Chiesa Evangelica Pentecostale ‘Fiumi di Grazia’ di Benevento che nel gennaio 2012 ha partecipato alla Settimana di Preghiera per l’unità dei Cristiani presso la parrocchia ‘Sacro Cuore’; Egidio Annunziata, pastore della Chiesa Pentecostale di Angri, che nel gennaio 2012 si è recato nella Parrocchia Ss. Annunziata di Angri per pregare insieme ai Cattolici e ad altri Protestanti per l’unità dei cristiani; Tommaso Fiorentini, pastore della chiesa ADI di Gallipoli, che ha partecipato alla ‘Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani’ tenutasi dal 18 al 25 gennaio 2012 presso il Monastero ss. Trinità delle Clarisse Cappuccine di Alessano (provincia di Lecce).

Quello che hanno fatto i cardinali massoni Bea e Suenens ci mostra quindi come si muove la Massoneria per portare disordine e sviamento nelle Chiese Evangeliche. Essa lavora tramite dei suoi esponenti che sono all’interno della Chiesa Cattolica Romana e che tra i cosiddetti profani ovviamente nessuno o quasi nessuno sa che sono massoni, affinchè le Chiese Evangeliche accettino di instaurare un dialogo ecumenico o qualche forma di collaborazione con la Chiesa Cattolica Romana. Ovviamente la Massoneria ha le sue potenti pedine anche in seno alle Chiese Evangeliche per spingerle al dialogo e alla collaborazione con il Vaticano: queste importanti pedine sono soprattutto in seno alle Chiese Protestanti storiche (valdesi, battiste, metodiste, luterane), che sono le Chiese che più di tutte spingono all’ecumenismo e che piano piano con le loro parole ingannevoli e il loro cattivo esempio hanno trascinato con loro anche tante Chiese Pentecostali: ma nessuno si illuda perchè anche in seno alle Chiese Pentecostali esistono ‘ministri di culto’ con il grembiule, ma ancora maggiormente ‘senza grembiule’ che spingono verso l’ecumenismo. Vegliate, dunque, perchè di questi emissari di Satana incaricati di ingannare e imbrigliare le Chiese Evangeliche ce ne sono tanti. (cfr. ‘La Massoneria smascherata’, pag. 854-856)

Aggiungo questo. ‘Secondo ‘la lista di Mons. Marinelli’ pubblicata in molti scritti, il cardinale gesuita Carlo Maria Martini, arcivescovo emerito di Milano, morto nell’agosto del 2012, era anch’egli un massone (cfr. ‘Lo scandalo del tempio satanico a San Giovanni Rotondo dedicato a San Padre Pio’ a cura di Franco Adessa e Alberto Felici – http://musicasacra.forumfree.it/?t=51100131). La cosa è stata confermata da quelli del Grande Oriente Democratico in occasione della sua morte, infatti affermano del Martini che ‘volle essere iniziato Libero Muratore’ – http://www.grandeoriente-democratico.com/). Questa sua appartenenza alla Massoneria, spiegherebbe dunque le belle parole spese dal Gran Maestro del GOI Gustavo Raffi in occasione della sua morte: ‘Ha creduto nell’ecumenismo e nel dialogo con la società civile e con le altre religioni a cominciare dall’ebraismo e mancherà a credenti e non credenti la sua grande umanità e l’esempio di una riflessione che ha affrontato i grandi temi della vita umana. In ogni occasione ha saputo sempre guardare l’altro negli occhi, cercando insieme la verità’ (http://www.corrispondenzaromana.it/omaggio-del-grandoriente-al-card-martini/). Vorrei peraltro ricordare che il cardinale Carlo Maria Martini fu assieme ad altri l’iniziatore del Movimento Carismatico Cattolico in Italia, come si legge sul sito del Rinnovamento: ‘Fu – e lo ricordava spesso – tra gli iniziatori del Rinnovamento in Italia, alla Università Pontificia Gregoriana, già nel 1971, insieme ad altri confratelli e colleghi gesuiti. Tra tutti p. Francis Sullivan, animatore dei primi gruppi romani di lingua inglese, italiana, francese, tedesca e spagnola che trovarono impianto e prima “accoglienza ecclesiale” proprio alla Gregoriana’ (http://www.rns-italia.it/)’ (Dal mio libro ‘La massoneria smascherata’, pag. 255-256).

Notate come il Grande Oriente d’Italia abbia elogiato il cardinale Martini per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso a cui si era dato.

Sappiate dunque che quando un pastore evangelico si dà all’ecumenismo e al dialogo interreligioso ha il plauso e l’appoggio della Massoneria, a prescindere che sia un massone con il grembiule o senza il grembiule.

Ecco dunque perchè tutte quelle Chiese o pastori o predicatori che si danno all’ecumenismo o al dialogo interreligioso non condannano la Massoneria e la doppia appartenenza: perchè di fatto hanno la medesima agenda dei massoni.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/

————–

Adesso leggete questo articolo sul Salmé fatto da Giacinto Butindaro.

Corrado Salmè e il massone Voltaire

voltaire-ritratto

C’è una massima del filosofo francese Voltaire, che era un massone, molto apprezzata in ambito massonico, perchè proclama l’assoluta libertà dell’uomo di credere e pensare quello che vuole. Questa massima dice praticamente più o meno così ‘non condivido la tua idea, ma combatterò fino alla morte affinchè tu abbia il diritto di diffonderla’. Questa massima mostra quale sia la filosofia massonica sulla libertà, perchè la massoneria lotta a favore della libertà religiosa e di pensiero che agli occhi di Dio è una LIBERTA’ SECONDO LA CARNE.Quando dunque questa massima diabolica viene fatta propria da persone che si professano discepoli di Cristo, vuol dire che costoro hanno deciso di appoggiare la libertà secondo la carne, esattamente come fa la Massoneria. Perchè nella pratica significa che esse vogliono combattere affinchè gli atei abbiano il diritto di non credere in Dio, che i testimoni di Geova abbiano il diritto di non credere che Gesù è Dio, che i Mussulmani abbiano il diritto di credere che Gesù non è il Figlio di Dio morto e risorto e così via e ovviamente anche il diritto di diffondere queste idee malvagie. Quando invece, secondo la Scrittura, costoro non hanno il diritto di avere queste idee e di diffonderle, ma hanno il dovere di RAVVEDERSI ossia di cambiare modo di pensare , e perciò bisogna ordinargli di ravvedersi e di credere nel Vangelo.Come potete vedere anche Corrado Salmè ha fatto propria questa diabolica massima (screenshot sotto, preso dal suo profilo). Sopra nella foto ho messo questa frase come viene elogiata su un sito massonico.

loggia-heredom

Guardatevi da tutti quegli Evangelici che condividono questa massima di Voltaire.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://giacintobutindaro.org

————–

Lo scorso anno, vale a dire 2012, Corrado Salmé fece un video contro di noi chiamandoci idioti perché noi pubblicamente denunciammo le malefatte di due pseudo Chiese Evangeliche che sfruttavano la Bibbia per potersi arricchire. Queste due pseudo Chiese furono smascherate da ‘Le Iene’ e da ‘Striscia la Notizia’. La cosa che fa riflettere è che una di queste comunità, chiamata comunità dello Spirito Santo, il suo fondatore è un Massone. Questa Comunità ha sede in Brasile è il suo presidente si chiama Edir Macedo. La sede brasiliana ha il nome di Chiesa Universale del Regno di Dio. L’ex Massone del 33°, Stefani Saad, convertendosi al Signore ha fatto nomi e cognomi dei cosiddetti massoevangelici. In questi nomi c’è quello di Edir Macedo. Non a caso quest’ultimo aveva intenzione di costruire il Tempio di Salomone. Tempio molto caro a Massoni.

Leggete questi articoli per capire appieno.

Corrado Salmè attacca ingiustamente “Le Iene”, “Striscia la notizia” e insulta coloro che gli sono avversi

Ecco l’articolo sulla comunità dello Spirito Santo

Striscia la notizia: «Falsi profeti, strani riti e guarigioni miracolose»

L’articolo dell’ex Massone, Stefani Saad, che fa il nome di Edir Macedo.

Ex massone fa i nomi di ‘pastori evangelici’ massoni in Brasile

L’articolo su Edir Macedo che aveva deciso di costruire il tempio di Salomone in Brasile.

Il massone Edir Macedo ha deciso di costruire il tempio di Salomone in Brasile

State molto attenti fratelli. Il diavolo vuole distruggere la Chiesa. Non sappiamo con certezza se Corrado Salmé sia realmente Massone con il grembiule, però sta di fatto che chiunque crede e appoggia i principi della Massoneria è un Massone. A prescindere se è stato iniziato o meno alla Massoneria.

Ecco cosa dice un Gran Maestro del Grande Oriente di Francia, 33° Grado del Rito Scozzese:

‘Un uomo che, pur non essendo massone, condivide ed appoggia i nostri principi, è già un massone senza grembiule‘,

confermate dal satanista Albert Pike, pure lui un massone del 33° del Rito Scozzese, che disse:

‘Si incontrano molti Massoni che non si sono mai sottoposti all’iniziazione’

Gian Michele Tinnirello

Articoli correlati:

Link esterni:

26 commenti su “L’ecumenico Corrado Salmè prega e canta ad Adrano (Catania) con i suoi fratelli Cattolici Romani

  1. Luigi scrive:

    Che belloooo giudicare gratuitamente… =)
    se mi invitassero a predicare in una chiesa cattolica io correiii… nn so voi…

  2. noi possiamo giudicare quelli che facendosi chiamare fratelli siano idolatri anke perche in 1 corinzi capitolo 10 versetto 21 dice ” voi non potete bere nel calice del Signore e il calice dei demoni; voi non potete partecipare alla mensa del Signore e a quella dei demoni (che sono idoli);” E IN 2 CORINZI CAPITOLO 6 VERSETTO 15 E 16 DOVE STE SCRITTO ” E QUALE armonia c è tra Cristo e belial? versetto 16 è scritto ” e quale accordo c è tra il tempio di Dio e gli idoli? versetto 17 dice” percio uscite di mezzo a loro e separatevene ,non toccate nulla di immondo . Il nostro Dio è un Dio buono ma anche tremendo ,non tentiamolo ad ira. io sono d accordo con la paroLA di Dio e con il fratello Gian Michele che Dio benedica lui e tutti i servi che parlano inverità e non velando la parola di Dio . pace by vostra sorella in Cristo Santina

  3. Iolanda Lella scrive:

    “Non giudicate acciocché non siate giudicati; perché col giudicio col quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura onde misurate, sarà misurato a voi. E perché guardi tu il bruscolo che è nell’occhio del tuo fratello, mentre non iscorgi la trave che è nell’occhio tuo?”(Matteo 7:1,3)

  4. enzo sabella scrive:

    Posso chiedervi quante persone avete fatto avvicinare a Dio, e quante ne avete allontanato da Dio con la vostra attività di inquisitori ?
    Anche L’Apostolo Paolo non si curò di stare in mezzo agli “Idoli” pur di trasmettere qualcosa.
    Chissà cosa avreste scritto di lui………..
    Quanto alla preghiera di corrado Salmè fatta al plurale, voglio ricordare che Gesù ci ha insegnato a pregare per TUTTI:
    “Dacci (a noi) il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti come NOI li rimettiamo ai nostri debitori, ma liberaci (a noi)……………
    Leggo poi esterrefatto il commento di risposta sopra in cui dai dello stolto e ti dichiari giusto giudice; ” Uno soltanto è legislatore e giudice, colui che può salvare e perdere; ma tu chi sei, che giudichi il tuo prossimo?” Giacomo 4:12 (PAROLA DI DIO !!!!!!!)
    (A parte che dare dello stolto ad un fratello è condannato dalla Bibbia — Matteo 5.22.)
    E voglio ricordarti ancora che l’accusatore dei fratelli ha un nome preciso…….
    Passate più tempo ad annunciare la salvezza a tutte le genti, in modo da accellerare la venuta di gesù, piuttosto che stare dietro ad un pc a criticare tutto e tutti.
    Enzo Sabella – Sciacca

    ps. ho messo nome, email e tutto quanto per non mostrarmi anonimo. voglio vedere se mi pubblicherete.

    • Enzo Sabella evidentemente non conosci le scritture. Questo mi dispiace molto.

      - Sul passo di Matteo 5:22
      “ma io vi dico: Chiunque s’adira contro al suo fratello, sarà sottoposto al tribunale; e chi avrà detto al suo fratello ‘raca‘, sarà sottoposto al Sinedrio; e chi gli avrà detto ‘pazzo‘, sarà condannato alla geenna del fuoco.”

      Io gli ho scritto che il suo commento è stolto è insensato! Infatti se leggi bene gli ho scritto: “Luigi il tuo commento è stolto è insensato.”
      Io ho giudicato il suo commento!
      E poi quand’anche avessi giudicato la sua persone non avrei sbagliato perché il mio giudizio è giusto. Infatti Gesù disse: “Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.” (Giovanni 7:24)

      - Sul passo di Giacomo 4:12
      Io non ho dato alcuna condanna o sentenza. Non ho detto ti butto all’inferno o io sentenzio che tu non ti salverai mai. È ovvio che il giudizio di condanna lo può dare solo Iddio. Io mi sono limitato ad esprimere un giudizio. Secondo me dovresti leggerti il dizionario di italiano perché hai difficoltà a comprendere il significa della parola giudicare.

      Ecco cosa dice il dizionario della TRECCANI sulla parola GIUDICARE:

      giudicare (letter. ant. iudicare) v. tr. e intr. [lat. iūdĭcare, der. di iudex -dĭcis «giudice»] (io giùdico, tu giùdichi, ecc.; come intr., aus. avere). –

      1.

      a. assol. Esercitare la facoltà del giudizio: essere capace, incapace di g.; g. con la testa propria; anche, distinguere, discernere: g. ciò che è bene e ciò che è male; con uso intr.: l’occhio giudica dei colori, l’orecchio dei suoni.

      b. Formulare dentro di sé, o esprimere, un giudizio di valore, di merito, di approvazione o di biasimo su persone o cose (anche in questa accezione è spesso usato assol.): g. dall’apparenza; prov., mal si giudica il cavallo dalla sella; g. a occhio e croce, approssimativamente, senza un esame approfondito; astenersi dal g.; la commissione lo ha giudicato idoneo; con riferimento a giudizî critici o estetici: g. un libro, un quadro, ecc. Più in partic., formulare un giudizio di natura morale: lo hai giudicato troppo severamente; non vorrei che tu mi giudicassi male (o che tu giudicassi male i miei atti, il mio comportamento); spesso, il giudizio di severità o di condanna è implicito: si fa presto a g.; è troppo facile g. gli altri; l’opinione pubblica lo ha già giudicato; non sta a te giudicarmi (anche intr.: non hai il diritto di g. delle mie azioni); ti sei giudicato da te; cfr. anche i passi evangelici: non giudicate e non sarete giudicati (Luca 6,37, lat. «Nolite iudicare et non iudicabimini»), e non giudicate affinché non siate giudicati; infatti voi sarete giudicati con lo stesso giudizio col quale avrete giudicato … (Matteo 7 1-2, lat. «Nolite iudicare ut non iudicemini. In quo enim iudicio iudicaveritis iudicabimini…»). Con riferimento al magistrato, all’autorità giudiziaria, emettere un verdetto, pronunciare una sentenza: g. una causa, una lite, una controversia (anche intr., g. di una causa, ecc.); il tribunale lo ha giudicato colpevole; è stato giudicato dal tribunale militare; in qualche caso, condannare: il Duca … molti di quelli cittadini punì in denari, molti ne giudicò alle carceri, molti all’esiglio, ed alcuni alla morte (Machiavelli).

      2. estens.

      a. Stimare, reputare, considerare: ti giudico incapace di tanto; lo giudicai un brav’uomo; tutto quel che fai tu lo giudico ben fatto.

      b. Essere d’opinione: giudicò più opportuno tacere; giudico che sia meglio attendere.

      3. ant. Aggiudicare: [Paride] l’avrebbe giudicato a Venere [il pomo] (Pulci).

      4. intr. Nel linguaggio marin., si dice che un cavo giudica bene o giudica male, secondo che la via ch’esso percorre sia più o meno favorevole alla sua efficace azione. ◆ Part. pres. giudicante, anche come agg., che giudica, o che è chiamato a formulare un giudizio: Onde refulge a noi Dio giudicante (Dante); il tribunale, il collegio, e in senso più ampio l’organo giudicante (cioè il magistrato o il collegio dei magistrati, e in taluni casi anche i giudici popolari, chiamati a giudicare); raro come s. m., il giudicante, colui che giudica, il giudice: il giudicante, sciolte Varie di caldi giovani contese, Sorge dal foro (Pindemonte). ◆ Part. pass. giudicato, anche come agg. e s. m. (v. giudicato1).

      - Sul fatto di Paolo che stava in mezzo agli idoli
      Quando Paolo stava in mezzo agli idoli gli si inacerbiva lo Spirito e gli predicava il ravvedimento. Non faceva una preghiera ecumenica dicendo che quelli che hanno l’immagine di Gesù sulla maglietta sono nati di nuovo!

      Quando Paolo si trovava ad Atene “lo spirito gli s’inacerbiva dentro a veder la città piena d’idoli.” (Atti 17:16). Infatti agli Ateniesi gli disse:
      “E Paolo, stando in piè in mezzo all’Areopàgo, disse: Ateniesi, io veggo che siete in ogni cosa quasi troppo religiosi. Poiché, passando, e considerando gli oggetti del vostro culto, ho trovato anche un altare sul quale era scritto: AL DIO SCONOSCIUTO. Ciò dunque che voi adorate senza conoscerlo, io ve l’annunzio. L’Iddio che ha fatto il mondo e tutte le cose che sono in esso, essendo Signore del cielo e della terra, non abita in templi fatti d’opera di mano; e non è servito da mani d’uomini; come se avesse bisogno di alcuna cosa; Egli, che dà a tutti la vita, il fiato ed ogni cosa. Egli ha tratto da un solo tutte le nazioni degli uomini perché abitino su tutta la faccia della terra, avendo determinato le epoche loro assegnate, e i confini della loro abitazione, affinché cerchino Dio, se mai giungano a trovarlo, come a tastoni, benché Egli non sia lungi da ciascun di noi. Difatti, in lui viviamo, ci moviamo, e siamo, come anche alcuni de’ vostri poeti han detto: ‘Poiché siamo anche sua progenie’. Essendo dunque progenie di Dio, non dobbiam credere che la Divinità sia simile ad oro, ad argento, o a pietra scolpiti dall’arte e dall’immaginazione umana. Iddio dunque, passando sopra ai tempi dell’ignoranza, fa ora annunziare agli uomini che tutti, per ogni dove, abbiano a ravvedersi, perché ha fissato un giorno, nel quale giudicherà il mondo con giustizia, per mezzo dell’uomo ch’Egli ha stabilito; del che ha fatto fede a tutti, avendolo risuscitato dai morti.” (Atti 17:22-31)

      Come puoi ben leggere Paolo parlò contro gli idoli annunciandosi il ravvedimento. Salmé non ha fatto questo. Ha fatto una preghiera in cui ha fatto capire chiaramente che ha comunione con gli idolatri. Altro che evangelizzazione!!

      - Sul fatto di stare dietro ad un pc a criticare tutto e tutti
      Se stare davanti ad un pc è una perdita di tempo, perché sei entrato nel mio blog (quindi su internet) a farmi questo commenti insensato? Non era meglio che passavi questo tempo a studiarti le Scritture visto che hai delle lacune?

  5. enzo sabella scrive:

    “Del resto Gesù mi ha comandato di giudicare con giusto giudizio.”
    Gesù ti ha comandato ?
    Fratè, sei messo male……………

  6. Samuele Puglisi scrive:

    Io non ti conosci fratello ma condivido pienamente quello che hai scritto, non bisogna unirsi con quello che non appartiene a Dio, una chiesa cattolica è un luogo dove ci sta idolatria e ricordiamoci che Dio è un Dio geloso. Dio ti benedica.

  7. romeo scrive:

    Io credo che prima di giudicare bisogna farsi un esame di coscenza,capire perche’ le persone non vengono al Signore,finche’ ci saranno i paraocchi,si portera’ avanti come la dottrina dei testimoni di Geova,che verranno salvati solo loro nel giorno di armaghedon,il risveglio inizia proprio qui,senza icone,continuate a dormire nelle chiese,con uno spirito vecchio,ci vuole CONSAPEVOLEZZA,in Italia le chiese dormono,i credenti sono depressi per i vostri giudizi,vedete satana da per tutto,ma un esame di coscenza dire forse sono io che penso troppo satana?possibile che tutti questi fratelli non denunciano alle autorita’ competenti di tutte queste diffamazioni?chi non ha peccato scagli la prima pietra,qui e stata scagliata una meteora,invece di riscaldare le vostre comode sedie,facendo i predicatori,uscite per strada guardate la realta’ del mondo,non chiudetevi nel vostro mondo,dove vedete lucifero,satana,massoni,e bla bla bla da tutti i fronti,grazie alle chiese che dormono le persone si trovano ancora nella perdizione,questa sarebbe testinonianza di chi si permette di giudicare un credente?che Dio abbi pieta’ di voi..

    • Pace Romeo, io sono convinto che l’esame di coscienza dovresti farlo tu, dopo aver letto attentamente quanto è stato detto in questo articolo. Tu, come tanti altri, vi lamentate del fatto che noi giudichiamo. Mi rendo conto che i nostri giudizi danno molto fastidio, tanto quanto davano fastidio ai Farisei i giudizi di Gesù sulla loro ipocrisia. Mi accusi di diffamazione solo perché, in questo articolo, affermo che chi condivide o appoggia le idee massoniche è un massone anch’egli. O meglio è un massone senza grembiule. Con l’espressione massone senza grembiule si indicano tutte quelle persone che appoggiano le idee della massoneria senza aver mai fatto l’iniziazione a tale setta. Quindi, in questo articolo, io non ho affermato che Salmé ha fatto l’iniziazione alla Massoneria, ma semplicemente che lui condivide i loro ideali visto che nel suo profilo Facebook ha pubblicato la citazione del Massone Voltaire. In poche parole, Salmé lotta per qualsiasi idea a prescindere se sia Biblica o meno. Questo è il messaggio della citazione di Voltaire. Infatti i Massoni che amano la libertà di credo utilizzano queste parole di Voltaire. Per loro non importa se credi che Gesù e il Messia o meno, loro combatteranno per la tua idea/dottrina. Forse ti sarà sfuggita questa cosa. O forse, come tanti, fai il finto tonto deviando il discorso sulla diffamazione. A questo punto dobbiamo lottare per i Testimoni di Geova (che rigettano la divinità di Cristo), per i musulmani (che dicono che Gesù non è morto sulla croce), per i Mormoni (che dicono che Gesù era poligamo) ecc… Ma un Cristiano può difendere queste dottrine che portano alla perdizione?

      Mi ACCUSI (questa si che è diffamazione) di vedere il diavolo ovunque, quando non è vero. Io l’ho vedo solo dove lui si trova come nell’Ecumenismo, nelle dottrine Cattoliche Romane, nella Massoneria, nelle chiese evangeliche corrotte che Salmé difende ecc.. Secondo te in queste chiese c’è il diavolo? Se in questi posti non vedi il diavolo vuol dire che non hai capito nulla del Cristianesimo. Il fatto che i credenti dormono non è certo colpa mia (altra diffamazione) ma del diavolo che si sta usando della Massoneria per distruggere il Cristianesimo screditandolo. Se prestassi attenzione all’articolo, ti accorgerai che metto il link ad un mio vecchio articolo su una Chiesa Evangelica chiamata “Comunità dello Spirito Santo”, dove per amor di lucro offrono guarigioni, quando Gesù ha comandato agli Apostoli di dare “gratuitamente!”

      Come tanti mi citi le parole “chi non ha peccato scagli la prima pietra”, forse tu non hai capito che sono contro la violenza fisica. Non mi azzarderei mai di colpire qualcuno con una pietra causandogli la morte. Se leggessi tutto il contesto in cui si trovano queste parole, ti accorgerai che i Farisei volevano LAPIDARE, quindi uccidere, quella donna perché era stata beccata in fragrante adulterio. Gesù, per non farla uccidere, disse quelle famose parole che tanti amano estrapolarle dal loro contesto, “chi non ha peccato scagli la prima pietra”. Citandomi queste parole, mettendoci la parola METEORA, mi accusi (altra diffamazione) di voler uccidere delle persone. Queste sono il senso di quelle parole che ami tanto citarmi. Sicuramente non hai mai capito il senso di quelle parole.

      Non contento delle accuse che mi hai rivolto, mi dici – “invece di riscaldare le vostre comode sedie, facendo i predicatori, uscite per strada guardate la realta’ del mondo, non chiudetevi nel vostro mondo,” – facendomi capire che per te noi stiamo sempre davanti ad un PC a giudicare tutto e tutti. Questa tua accusa è assolutamente falsa, perché, come anche gli altri fratelli, abbiamo una famiglia e una comunità e non possiamo permetterci di stare sempre davanti al PC a denunciare le magagne dei Massoni e delle false chiese che sfruttano la Parola di Dio per arricchirsi. Ovviamente queste cose a te non ti interessano. Vuoi solo accusare e giudicare in modo falso.

      Se stare davanti a un PC è sbagliato, perché tu sei entrato sul tuo PC e sei entrato nel mio blog per giudicarmi? Solo noi non possiamo entrare nel PC? Solo noi non possiamo giudicare? Solo noi dobbiamo tacere davanti alle truffe che vengono fatte nelle comunità? Ovvio che dobbiamo stare zitti, così i lupi famelici possono mangiare indisturbati!

  8. romeo scrive:

    Caro Gian Michele,ti ringrazio per il tuo rispondere,il problema del mio commento? tu dimentichi che ci sono persone che non conoscono il Signore,se vedono cose negative pubblicate sicuramente non porta nulla di buono,la prima cosa dicono:questi sono gli evangelisti?perche’ tutto questo,il signore ci da un dono meraviglioso,voglio solo suggerirti,se vedi qualche fratello commettere errori,se pensi questo di un fratello,metti in pratica l’amore di Gesu’,(PREGA PER LUI)il mio non è un giudizio,1) nel mondo dobbiamo dare testimonianza,alle persone dei pericoli che succedono non importano vivono gia’ nelle tenebre interessa testimoniare di Gesù,2)per i fratelli se sono nello spirito riconoscono il loro pastore.Caro Gian Michele non dimenticare che Gesu’ va fino dentro l’inferno per strappare anime al diavolo,bisogna fare in modo di trappare le anime no mandare le anime all’inferno,io personalmente per il punto di vista che si puo’ giudicare non esiste,nella parola del Signore c’è scritto che la zizzania cresce insieme al grano,al momento del raccolto si vede la differenza tra zizzania e grano, non sono qui a giustificare nessun fratello,pastore etc etc,ormai le chiese continuano con il dormire,quando ritornera’ colui che aspettiamo,se stiamo pronti ci fara’ entrare,altrimenti resteremo nelle tenebre,ti saluto,che il signore ti benedica!

    • Romeo, ma io non posso pregare solamente! Ma hai letto il vangelo? Hai letto come si comportava Gesù davanti gli scandali e l’ipocrisia dei Farisei? Poteva solamente pregare?

      E poi quello che viene generalmente denunciato sono fatti pubblici come l’ecumenismo di Salmé. Se lui pecca pubblicamente ha bisogno di una riprensione pubblica. Se ci sono false comunità evangeliche che pubblicamente ingannano le persone, bisogna denunciarle pubblicamente! Altrimenti passi per complice. La tua omertà mi da parecchio fastidio. Come puoi comportati in questa maniera! La testimonianza si da anche disassociandosi da tali sette che sfruttano la Parola di Dio per arricchirsi.

      Le persone del mondo quando leggono il mio blog rimangono contenti perché capiscono che io non sono il tipo che scende a compromessi. La gente onesta vedendo questo atteggiamento si avvicina a Dio. Le testimonianze in merito sono TANTISSIME! Io stesso al loro posto avrei contattato delle persone che non scendono a compromessi per unirmi a loro.

      Appunto perché voglio che le anime siano strappate dall’inferno pubblico queste cose. Come posso mandare dei non credenti in queste chiese!

      La Chiesa continua a dormire perché i cosiddetti ‘unti di Dio’ gli somministrano il sonnifero con il loro vangelo del miele. Noi vogliamo che si svegliano da questo torpore spirituale, così come fece Lutero ai tempi della Riforma. Lui si avvalse della scoperta della stampa per divulgare i suoi scritti, così oggi noi ci avvaliamo di internet per difendere e proclamare la Parola di Dio. Stesso sentimento con mezzi diversi.

    • Prima di tutto bisogna dire che le chiese stanno dormendo da decenni, e noi su questo non c’entriamo niente.
      Siamo piuttosto noi che stiamo svegliando i fratelli, i quali solo da poco stanno prendendo coscienza della loro importanza all’interno delle comunità, in quanto non sono solo dei bancomat con incarico di riscaldare la sedia alle riunioni di culto e basta.
      Inoltre questo Romeo è cattivo, molto cattivo, infatti se potesse ci ucciderebbe, ci sbatterebbe in galera, come lui stesso ha scritto, e questo dimostra tutto l’amore che ha: NULLA!
      Quand’anche noi non dicessimo la verità, loro non si dovrebbero preoccupare. Il fatto che si preoccupano è dovuto appunto al fatto che noi stiamo dicendo la verità e loro ne stanno avendo danno, percHé non pssono più frodare liberamente i loro membri, mentre prima dormivano completamente, adesso si stanno svegliando e fanno domande ai loro dirigenti.
      Romeo, romeo, la cosa che si evidenzia di più nel tuo commento, è la cattiveria, non esiteresti a gettarci nelle carceri se ne avessi l’occasione, pur di farci stare zitti.
      Mi domando, ma hai scritto le medesime cose contro tutti coloro che insegnano falsità o parlano contro la Parola di Dio? Come i cattolici, i mormoni, i tdg, e altri ancora. Se le stesse cose non le dice per loro, come mai le dice a noi, per noi? Siamo solo noi che dobbiamo andare in galera per lui? E come mai questa cosa? Che danno ne ha avuto e realmente cosa è successo?
      La verità, la Parola di Dio, ecco con chi si stanno scontrando, ed è naturale che stiano perdendo … soprattutto membri oltre che il sonno la notte.

      • romeo scrive:

        Sign.Giuseppe Piredda,se sta parlando di me,visto che ha messo il nome di Romeo,in questo commento sembra che ci sono solo io con questo nome,Forse a sbagliato Romeo, la invito a leggere bene i commenti prima di chiamarmi diavolo e/o Cattivo,a parte con quale autorita’ puo’ chiamare una persona che non conosce ,cattivo?perche’ cattivo significa venire dal diavolo giusto?quello che intende lei,,chi sei tu a giudicare me?io il diavolo lo faccio ammutolire,leggi bene quello che scrivi,ho scritto forse che satana è il signore,o forse bestemmiato contro lo Spirito Santo?era una mia considerazione,anche se si puo’ definire tale,ma non le permetto di rivolgersi in un tono del genere di autorita’ nei miei confronti chiaro?io non ho parlato male di Giuseppe Piredda,ma della chiesa in generale,considerando che sono un cristiano battezzato in acqua nello Spirito Santo,il Fratello Gian Michele Tinnirello,non mi ha considerato un diavolo,anzi ha parlato con amore,forse ha uno Spirito diverso dal suo?ci siamo chiariti ho spiegato la situazione,quindi le chiedo di aprire gli occhi prima di buttare veleno su di me,l’unico che sta facendo la parte del cattivo e lei Sign. Giuseppe Piredda a giudicare me cattivo,che credi che sono un satana?il sangue di Gesu’ lo conosci?,scenda dal piedi stallo si metta all’ultimo posto,faccia la persona umile,come fanno tanti cristiani in Cristo Gesu’,lei crede che l’autorita’ del Signore è l’unico che la puo’ usare?,cerchiamo di scrivere cose giuste alle persone che fanno domande come me,,se questo blog deve essere un club privato,io tolgo il disturbo,,se continua ad offendere in modo gratuito,non vorrei che un giorno viene pubblicata qualche menzogna nei miei confronti,perche’ io cammino nella parola,ma se offende una persona chiamandolo cattivo,per il semplice fatto che non ha letto l’ultimo mio commento,meglio che ti ravvedi caro cattivo,penso che lei ha bisogno di liberarsi della condizione che si trova,cattivo?che sono venuto a rubare a casa tua Sign,Giuseppe Piredda?

  9. romeo scrive:

    Pace Gian Michele,a questo punto posso solo augurarti che la tua visione chiara ti porta avanti,credimi io non vivo un Vangelo distolto,anzi considerando che sono molto attento specialmente nelle chiese,chiedo sempre al Signore di darmi giusto intendimento in preghiera,un altra cosa che non sapevo che si facevano pagare per le guarigioni,come vedi anche io vivo in modo oscuro da queste cose,posso solo ringraziarti che apri gli occhi,posso solo darti il massimo rispetto per quello che fai,il Signore come i discepoli operava gratis,c’è troppa confusione,cmq il mio commentare era solo per una tipologia di religione,nel senso che non esiste religione davanti a Dio,al mio parere il Signore legge i cuori,chi ci dice che un cattolico non puo’ essere salvato,se nel suo cuore vive Gesu’?il Signore ti benedica!

    • Romeo, sono contento che hai capito. Spero tanto che il Signore ti continui ad illuminarti, facendoti intendere le Scritture sempre di più. Hai costatato personalemente che c’è troppa confusione nel mondo evangelico. L’unico modo per togliere la confusione è denunciare pubblicamente le malefatte di queste pseudo chiese e anche chi le difende. Come si fa a difendere queste comunità! Salmé ci ha persino definiti ‘idioti’ solo perché siamo andati contro queste pseudo chiese. Questa cosa ci fa capire che Salmé manca di discernimento. Sta portando avanti un vangelo diluito.

      Certo che il Signore può salvare un cattolico. Però se viene salvato non può continuare a praticare l’idolatria, la confessione ecc.. Salmé, invece, i cattolici li fa rimanere nella Chiesa Cattolica. In quel video non parla contro gli idoli, contro il papato, contro i cosiddetti sette sacramenti ecc.. come farà il cattolico ha capire che è nell’errore e salvarsi? Se uno continua a professare la fede cattolica romana non ha Gesù nel cuore. Io sono stato un cattolico e ti posso dire che quando il Signore mi ha salvato ho incominciato a detestare la fede cattolica romana perché mi stava conducendo all’inferno. Come potevo amare ciò che Dio odia!

      Dio ti benedica

  10. romeo scrive:

    Il Sign.Giuseppe Piredda non pubblica quello che ho scritto,come mai sta in dificolta?Prima di parlare male di me,guardi quello che scrive,una persona che vive veramnete con l’amore?Gian Michele Tinnirello grazie per la tua sensibilita’,sei una persona umile che Dio ti benedica!

  11. Romeo scrive:

    Pace,possibilmente potete togliere il commneto del sign.Giuseppe Piredda nei miei confronti?personalmente non ritengo che sia un fratello in Cristo,grazie siete molto gentili.Possibilmente quando fa un commneto il sign.Giuseppe Piredda,sia consapevole delle cose che scrive,io non condanno nessuno,non mando nessuno in galera,perche’ sono un vero Cristiano,ma vorrei evitare di vestirmi di autorita’,sign. Giuseppe cerchi prima di capire le persone prima di premere i tasti del PC, una persona che scrive cose distolte nei miei confronti,possibilmente prima possibile cancellate,Io vivo nella giustizia di Dio,non mi fa piacere commenti di una persona che un calugnatore,chiamarmi cattivo,Vi ringrazio ma su questo Blog non mettero’ piu’ occhio,Predichi bene,e razzoli male Sign.Giuseppe Piredda

    • Romeo scrive:

      Ingiuria: articolo 594 cp: Compie il reato di Ingiuria chi “offende l’onore o il decoro di una persona presente”, è punito “con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a € 516”, se l’offesa è commessa in presenza di più persone le pene sono aumentate.

  12. Romeo, tu hai scritto queste parole contro di noi:
    “possibile che tutti questi fratelli non denunciano alle autorita’ competenti di tutte queste diffamazioni?”
    Ora,quelle parole se confrontate con queste di Paolo, si ottiene un quadro biblico ben preciso:
    “Ardisce alcun di voi, quando ha una lite con un altro, chiamarlo in giudizio dinanzi agli ingiusti, anziché dinanzi ai santi? … Ma il fratello processa il fratello, e lo fa dinanzi agl’infedeli.
    Certo è già in ogni modo un vostro difetto l’aver fra voi dei processi. Perché non patite piuttosto qualche torto? Perché non patite piuttosto qualche danno?
    Invece, siete voi che fate torto e danno; e ciò a dei fratelli.
    Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.” (1 Corinzi 6:1,6-10)

    Inoltre, ricordo che ci sono anche il DIRITTO DI CRONACA E DI CRITICA da considerare, come ho esposto in questo mio articolo:

    http://labuonastrada.wordpress.com/2011/12/02/riflessione-sul-diritto-di-cronaca-e-di-critica/

    Insomma,la diffamazione e la calunnia si verificano quando le cose dette sono false, ma se le cose dette sono ASSOLUTAMENTE VERE e sono PUBBLICHE, non si verifica nessuna DIFFAMAZIONE, nessuna CALUNNIA.
    Poi, c’è anche IL DIRITTO DI CRITICA, cioé tutti hanno il diritto di esprimere una critica verso qualcuno o qualcosa. Poi c’è anche il DIRITTO DI CRONACA, che è quel diritto di portare informazioni di interesse al pubblico.
    Naturalmente ogni cosa deve essere fatta IN VERITA’, perché nel caso si riportino notizie false, ecco, è allora che si contravviene alla legge, ma se si dicono cose VERE e che sono già pubbliche, non si commette nessun reato.

    Oltre a tutto questo, c’è da considerare il fatto che non è amorevole denunciare qualcuno per una critica. Se uno vuole vivere da CRISTIANO, come ha detto l’apostolo Paolo, è preferibile non DENUNCIARE nessuno alle autorità di PAGANI.

    In una libera discussione, le parti devono dimostrare, entrando nel merito di ogni cosa, di avere ragione e che l’altro si sbagli. Così che si fanno le discussioni, tutto il resto è in più.

  13. […] Ambigui e bugiardi sono tutti coloro che con la bocca dicono di “evangelizzare” i Cattolici Romani, ma NEI FATTI hanno con loro perfetta comunione fraterna… […]

I commenti non saranno approvati se sono anonimi, offensivi, volgari e insensati.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...